Avatar utente
yukie
Pirata vincitore
Pirata vincitore
Messaggi: 1624
Iscritto il: 28/04/2011, 18:03
Pirata o Piratessa: F

Gli spunti di yukie 22) La pistola di Cechov

16/01/2014, 15:00

“Se in un romanzo viene descritto un fucile appeso al muro, prima o dopo questo fucile deve sparare. Se il fucile non spara, non deve stare appeso al muro.”

Questa, grosso modo, la dichiarazione di Cechov, che ci porta a due suggerimenti letterari molto importanti.

Il primo è quello di presentare in anticipo un elemento, che in principio potrebbe sembrare insignificante, ma che si rivelerà importante nel corso della storia. Restando sul fucile appeso al muro, potrebbe essere descritto nel primo capitolo come un elemento decorativo del salone, ma nel momento clou essere usato dal protagonista per salvarsi la vita contro l’aggressione di un nemico. Un approccio del genere ci regala una storia rotonda, pienamente compiuta e ci aiuta a evitare il pericolo del deus ex machina (per esempio l’arrivo di un poliziotto, mai nominato prima nel romanzo, che per casualità sente dei rumori e viene a vedere cosa sta accadendo).
La pistola di Cechov potrebbe essere un oggetto (non necessariamente un’arma), ma anche una frase buttata lì, che nel corso della storia assume un’importanza rivelatrice, un tic del protagonista, un’abitudine, una dimenticanza, un errore… tutto quello che la fantasia vi suggerisce.

Ma c’è anche un monito nella frase di Cechov ed è questo: evitate i dettagli inutili. Perché soffermarsi con dovizia di particolari su un soprammobile, se non ha nessuna rilevanza nella storia? Perché far sapere che il protagonista è allergico alle arachidi, se nei cibi che mangerà non sono presenti? In una buona storia, tutti gli elementi che compaiono devono avere la loro ragione d’essere.

Avatar utente
barbara78e
Pirata
Messaggi: 2690
Iscritto il: 22/02/2012, 14:09
Pirata o Piratessa: F
Contatta: Sito web

Re: Gli spunti di yukie 22) La pistola di Cechov

16/01/2014, 15:07

yukie ha scritto:Ma c’è anche un monito nella frase di Cechov ed è questo: evitate i dettagli inutili. Perché soffermarsi con dovizia di particolari su un soprammobile, se non ha nessuna rilevanza nella storia? Perché far sapere che il protagonista è allergico alle arachidi, se nei cibi che mangerà non sono presenti? In una buona storia, tutti gli elementi che compaiono devono avere la loro ragione d’essere.


E se i dettagli servissero a sviare l'attenzione? Ricordo un Simenon che continuava a focalizzare la scena su un particolare, per poi sbalordire con una soluzione completamente diversa.

Quanto mi sono mancati i tuoi appunti! <3


o?
...in cosa può sperare il raccolto se non nella cura del mietitore?

Avatar utente
yukie
Pirata vincitore
Pirata vincitore
Messaggi: 1624
Iscritto il: 28/04/2011, 18:03
Pirata o Piratessa: F

Re: Gli spunti di yukie 22) La pistola di Cechov

16/01/2014, 15:23

Non sono molto ferrata sui libri gialli, ma credo che quello di sviare l’attenzione del lettore sia uno dei capisaldi del genere.
Allo stesso modo, penso che traggano gran giovamento dall’uso della “pistola di Cechov”. Cosa è meglio di presentare un indizio en passant, senza dargli importanza, per poi tirarlo fuori al momento opportuno per smascherare il colpevole?

Avatar utente
barbara78e
Pirata
Messaggi: 2690
Iscritto il: 22/02/2012, 14:09
Pirata o Piratessa: F
Contatta: Sito web

Re: Gli spunti di yukie 22) La pistola di Cechov

16/01/2014, 15:27

verissimo!
...in cosa può sperare il raccolto se non nella cura del mietitore?

Avatar utente
Bandito
Pirata
Messaggi: 87
Iscritto il: 13/12/2013, 8:16
Pirata o Piratessa: M
Località: Torino

Re: Gli spunti di yukie 22) La pistola di Cechov

16/01/2014, 15:31

Però ho letto qualcosa sui "pesaggi inesplorati". Se ho capito bene sono scene in cui si descrive o accade qualcosa che poi non si riprenderà più nel romanzo. Che ne pensate?
Niente conigli nel mio cilindro.

Avatar utente
yukie
Pirata vincitore
Pirata vincitore
Messaggi: 1624
Iscritto il: 28/04/2011, 18:03
Pirata o Piratessa: F

Re: Gli spunti di yukie 22) La pistola di Cechov

16/01/2014, 16:34

Un paesaggio inesplorato è una possibilità fatta intravedere e non sviluppata, un espediente letterario che dovrebbe arricchire il testo di suspense o dargli un senso di realismo maggiore (nella vita quotidiana, non tutto quello con cui veniamo in contatto è significativo, non tutto quello che si apre viene necessariamente chiuso).
In effetti, questo espediente contraddice la “regola” di Cechov. E ho scritto regola tra virgolette, perché la letteratura non è matematica, pertanto non ci sono teoremi inoppugnabili.

Sono scelte. Personalmente preferisco “chiudere il cerchio”, ossia mettere in scena solo gli elementi che mi servono a portare avanti la storia.

Quando introduciamo un personaggio (un oggetto, un evento) con dovizia di particolari, creiamo nel lettore un’aspettativa; è come se gli dicessimo: stai attento, perché è importante. Se poi questa cosa non ritorna, potrebbe vederlo come un piccolo tradimento. Come lettrice, avverto sempre una stonatura quando capita qualcosa del genere.

Avatar utente
Bandito
Pirata
Messaggi: 87
Iscritto il: 13/12/2013, 8:16
Pirata o Piratessa: M
Località: Torino

Re: Gli spunti di yukie 22) La pistola di Cechov

16/01/2014, 16:39

_| _| _| _| _| _|
Niente conigli nel mio cilindro.

Avatar utente
MasMas
Pirata
Messaggi: 10187
Iscritto il: 18/06/2011, 21:30
Pirata o Piratessa: M
Località: Imola
Contatta: Sito web Facebook Google+

Re: Gli spunti di yukie 22) La pistola di Cechov

16/01/2014, 18:47

Immagino che un conto sia descrivere per dare colore, un conto sia parlare di "quel" fucile appeso al muro... ;)
Da vicino nessuno è nOrMaLe
La vita è una corsa, e io sto cercando una panchina
Una risata vi seppellirà

Avatar utente
yukie
Pirata vincitore
Pirata vincitore
Messaggi: 1624
Iscritto il: 28/04/2011, 18:03
Pirata o Piratessa: F

Re: Gli spunti di yukie 22) La pistola di Cechov

16/01/2014, 19:29

Chiaro. Un conto è usare una serie di elementi per dare colore e spessore al personaggio, altro è soffermarsi su un singolo oggetto rendendolo importante agli occhi del lettore.

Avatar utente
nonnaV.
Pirata
Messaggi: 647
Iscritto il: 13/11/2013, 17:37
Pirata o Piratessa: F
Località: Lazio
Contatta: Sito web

Re: Gli spunti di yukie 22) La pistola di Cechov

26/01/2014, 16:22

I "paesaggi inesplorati" del giallo hanno una funzione purché li si possa in seguito raccordare verosimilmente con la vicenda e non si esageri trascinando fuori strada il lettore.
Mi spiego meglio. Trovo noioso un poliziesco tutto giocato tra interrogatori, dialoghi tra li investigatori e spostamenti sui luoghi dell'indagine. Connotare meglio i personaggi mostrando qualcosa del loro privato e vissuto, descrivere con efficacia l'ambiente urbano ecc. va benissimo; introdurre storie nella storia, molto meno.
I falsi indizi andrebbero secondo me evitati. Il "gioco" con il lettore dev'essere leale ;) ; egli deve disporre, come voleva il vecchio Van Dine ( ricordate le 20 regole!) di tutti gli elementi di cui si servirà l'autore per sciogliere il caso. L'arte sta nel riuscire comunque sorprenderlo :o .
"Sii quello che vorresti sembrare" (Carrol
Sei (hai) una nonna? Vieni (accompagnala) nel mio blog!

Torna a “CORSO DI SCRITTURA: Gli spunti di Yukie”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite