Avatar utente
Geara Tsuliwaënsis
Nostromo
Messaggi: 1012
Iscritto il: 11/06/2012, 15:05
Pirata o Piratessa: F
Località: Nùgoro
Contatta: Sito web Facebook

Re: Gli spunti di yukie 20) Scrivi ciò che sai?

13/06/2013, 14:09

MasMas ha scritto:Ok, adesso do un nuovo siginficato al termine "perfezionismo". :)


Pensa che qualcuno lo chiama disturbo ossessivo-compulsivo! :lol:
Si has perdido el rumbo escúchame, llegar a la meta no es vencer, lo importante es el camino y en él, caer, levantarse, insistir, aprender.
La posada de los muertos - Mägo de Oz

Avatar utente
FreeWolf91
Pirata
Messaggi: 866
Iscritto il: 30/07/2011, 15:11
Pirata o Piratessa: M
Località: BN/AV

Re: Gli spunti di yukie 20) Scrivi ciò che sai?

13/06/2013, 20:40

Geara Tsuliwaënsis ha scritto:Freewolf, il problema è proprio scrivere di quel che so :P

[...]

Tu volevi scrivere un western e ti sei reso conto di non sapere un fracco di cose. Però, per dire, hai provato a scrivere qualcosa con quello che sapevi?
[...]



Sì. Ho scritto un romanzo breve ambientato dalle mie parti, con personaggi che sono rielaborazioni di gente che conosco, ecc. Insomma, tutte cose che conosco. La differenza, a detta non solo mia ma anche dei miei lettori abituali (non quelli da: "bellobravo" ma quelli da: "bene, ma...") si sente eccome.

Provaci. Possibile che non ci sia niente di così interessante in quel che vedi intorno a te o in quel che provi dentro di te da essere raccontato?

Ci tengo a precisare, però, che insieme alla saggia decisione di scrivere di ciò che so, il nuovo romanzo risente in positivo anche dello studio delle tecniche narrative che ho intrapreso da autodidatta, leggendo manuali gratuiti e blog di professionisti del settore.

Secondo me - almeno oggi, domani chissà - scrivere di ciò che sai + studio delle tecniche narrative = 60% del lavoro.
Bumerang!
https://aniellotroiano.wordpress.com/bumerang/

Il romanzo si legge d’un fiato, i personaggi escono fuori benissimo e i dialoghi sono perfetti. Mi dispiace quasi che sia corto, ne avrei letto un altro po’!
Gianluca Morozzi

Avatar utente
Geara Tsuliwaënsis
Nostromo
Messaggi: 1012
Iscritto il: 11/06/2012, 15:05
Pirata o Piratessa: F
Località: Nùgoro
Contatta: Sito web Facebook

Re: Gli spunti di yukie 20) Scrivi ciò che sai?

14/06/2013, 14:49

FreeWolf91 ha scritto:
Sì. Ho scritto un romanzo breve ambientato dalle mie parti, con personaggi che sono rielaborazioni di gente che conosco, ecc. Insomma, tutte cose che conosco. La differenza, a detta non solo mia ma anche dei miei lettori abituali (non quelli da: "bellobravo" ma quelli da: "bene, ma...") si sente eccome.

Provaci. Possibile che non ci sia niente di così interessante in quel che vedi intorno a te o in quel che provi dentro di te da essere raccontato?


No, non mi sembra di avere niente di particolare da raccontare legato ai miei dintorni, sarà che, in linea di principio, vedo tanta di quella buzzurraggine legata a casa mia, che ne prendo le distanze; e di sensazioni o emozioni tanto devastanti da poterne scrivere non ne sento.

FreeWolf91 ha scritto:Ci tengo a precisare, però, che insieme alla saggia decisione di scrivere di ciò che so, il nuovo romanzo risente in positivo anche dello studio delle tecniche narrative che ho intrapreso da autodidatta, leggendo manuali gratuiti e blog di professionisti del settore.

Secondo me - almeno oggi, domani chissà - scrivere di ciò che sai + studio delle tecniche narrative = 60% del lavoro.


Forse, parte della differenza di pensiero sta anche nel fatto che quello che imparo diventa parte di quello che so, per quello tocca documentarsi, per quanto mi riguarda.
Le cose che "sai" tra dieci anni non saranno più le stesse, le avrai integrate con nozioni ed esperienze.

Come scrittori, affermati, wannabe o presunti tali, parte del lavoro è giocare con la fantasia e renderla reale per il tempo della lettura. Non serve essere ingegneri informatici per scrivere di Neuromante e Invernomuto, né aver visto i draghi per scrivere, boh, How to train your dragon. Effinger ha scritto la trilogia del Budayeen (cyberpunk in Medio Oriente) senza essere arabo, senza essere mai andato nel deserto, e senza aver mai visto un impianto cerebrale. Nonostante questo ha fatto un meraviglioso lavoro, non solo a detta mia. (Che sono felice con il 90% del cyberpunk letto, visto, videogiocato!)

E poi, per quanto riguarda la tecnica narrativa, su quella ci stiamo lavorando da anni. Ho letto diversi manuali, soprattutto legati al fantasy e alla fantascienza, ma da quando ho letto un'intervista a Gene Wolfe in cui parlava dell'inaffidabilità del narratore, mi sento presa per il naso anche nel leggere le date di scadenza. Devo ancora metabolizzare il trucco!

Giochiamo ai lati opposti. Possiamo tirarci le palline di carta! :lol:
Si has perdido el rumbo escúchame, llegar a la meta no es vencer, lo importante es el camino y en él, caer, levantarse, insistir, aprender.
La posada de los muertos - Mägo de Oz

gazza998
Pirata
Messaggi: 1812
Iscritto il: 31/08/2011, 10:44
Pirata o Piratessa: M
Contatta: Sito web

Re: Gli spunti di yukie 20) Scrivi ciò che sai?

14/06/2013, 15:00

Per quanto riguarda la tecnica narrativa i manuali sono utili, ma la cosa fondamentale è scrivere, scrivere, scrivere. Poi mettere da parte, rimuovere dalla mente quello che si è scritto, e rileggerlo pensando che sia scritto da altri e massacrarlo. Così si diventa consapevoli.
Io scrivo romanzi ambientati dalle mie parti, anche se poi personaggi e situazioni sono totalmente fantasiose, il veneto diventa una sorta di texas in cui si muovono i personaggi. Una cosa ho notato che mi sta sulle balle ultimamente: l'utilizzo di personaggi che vogliono essere cool e invece risultano piattissimi. Mi è capitata una mail promozionale l'altro giorno, su un libro ambientato nella bassa padana, diceva: Sul mistero indagano un ambizioso archeologo e una brillante paleopatologa.
Ho cestinato la mail subito, senza provare il minimo interesse per il libro.
http://www.facebook.com/NordestFarwest

Avatar utente
barbara78e
Pirata
Messaggi: 2689
Iscritto il: 22/02/2012, 14:09
Pirata o Piratessa: F
Contatta: Sito web

Re: Gli spunti di yukie 20) Scrivi ciò che sai?

14/06/2013, 15:27

gazza998 ha scritto:Poi mettere da parte, rimuovere dalla mente quello che si è scritto, e rileggerlo pensando che sia scritto da altri e massacrarlo. Così si diventa consapevoli.


lo sai che stai diventando il mio guru?
o!
...in cosa può sperare il raccolto se non nella cura del mietitore?

Avatar utente
Geara Tsuliwaënsis
Nostromo
Messaggi: 1012
Iscritto il: 11/06/2012, 15:05
Pirata o Piratessa: F
Località: Nùgoro
Contatta: Sito web Facebook

Re: Gli spunti di yukie 20) Scrivi ciò che sai?

14/06/2013, 15:36

gazza998 ha scritto:Per quanto riguarda la tecnica narrativa i manuali sono utili, ma la cosa fondamentale è scrivere, scrivere, scrivere. Poi mettere da parte, rimuovere dalla mente quello che si è scritto, e rileggerlo pensando che sia scritto da altri e massacrarlo. Così si diventa consapevoli.


Lo faccio anche io. Lo consigliava anche Stephen King nel suo manuale, mi pare che consigliasse otto settimane, ma ho notato che mi serve più tempo. Forse perché mi concentro maggiormente sulle storie brevi.
Per curiosità, di quanto tempo necessiti per staccarti dal tuo scritto?
Si has perdido el rumbo escúchame, llegar a la meta no es vencer, lo importante es el camino y en él, caer, levantarse, insistir, aprender.
La posada de los muertos - Mägo de Oz

gazza998
Pirata
Messaggi: 1812
Iscritto il: 31/08/2011, 10:44
Pirata o Piratessa: M
Contatta: Sito web

Re: Gli spunti di yukie 20) Scrivi ciò che sai?

14/06/2013, 15:38

barbara78e ha scritto:
gazza998 ha scritto:Poi mettere da parte, rimuovere dalla mente quello che si è scritto, e rileggerlo pensando che sia scritto da altri e massacrarlo. Così si diventa consapevoli.


lo sai che stai diventando il mio guru?
o!

ahahaha no guru no ti prego!
mi ha raccontato un amico che era andato a un master di una guru di psicoterapia (lui è psicologo, all'epoca si stava laureando) e praticamente questa ha fatto fare a tutti un rito di purificazione indiano in una tenda sudatoria con il fuoco altissimo, senza mangiare niente se non semi, solo che uno è svenuto ed è caduto dentro al fuoco e praticamente si è ustionato ovunque :lol: :lol:
poi si è "masterizzato" vestito come la mummia ahahah.

Ecco, guru a me fa venire in mente queste cose :D

(e poi qui si torna al discorso che quello che ci sta intorno è interessante per un romanzo :D)
http://www.facebook.com/NordestFarwest

gazza998
Pirata
Messaggi: 1812
Iscritto il: 31/08/2011, 10:44
Pirata o Piratessa: M
Contatta: Sito web

Re: Gli spunti di yukie 20) Scrivi ciò che sai?

14/06/2013, 15:42

Geara Tsuliwaënsis ha scritto:Lo faccio anche io. Lo consigliava anche Stephen King nel suo manuale, mi pare che consigliasse otto settimane, ma ho notato che mi serve più tempo. Forse perché mi concentro maggiormente sulle storie brevi.
Per curiosità, di quanto tempo necessiti per staccarti dal tuo scritto?


io ho delle tempistiche di lavoro atipiche. Nel senso che passo un paio di mesi a delineare la trama e i personaggi, tutto mentalmente. Poi mi metto a scrivere, e se trovo il ritmo riesco a buttare giù anche 10 cartelle al giorno. In un paio di mesi ho finito, lo lascio da parte un mese, in cui leggo libri che sono totalmente distanti dal mio (mentre quando scrivo non leggo niente che possa influenzarmi). Poi riprendo, rileggo e edito. Fra l'altro mi trovo benissimo a editare leggendo sul kindle e poi correggendo a monitor, è molto più efficace di leggere sul monitor. Poi mando il tutto a un paio di lettori fidati, e ascolto cosa hanno da dire. Fatto questo il romanzo è pronto per essere mandato alle case editrici.
http://www.facebook.com/NordestFarwest

Avatar utente
barbara78e
Pirata
Messaggi: 2689
Iscritto il: 22/02/2012, 14:09
Pirata o Piratessa: F
Contatta: Sito web

Re: Gli spunti di yukie 20) Scrivi ciò che sai?

14/06/2013, 15:44

ODDIO!!! AHAAHAHHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAAHAHAHAHAHAH...
certo che te: fra piccoli satana e sacerdotesse indiane... hai materiale per un'enciclopedia, altro che trilogia!)


scusasse l'O.T.
...in cosa può sperare il raccolto se non nella cura del mietitore?

gazza998
Pirata
Messaggi: 1812
Iscritto il: 31/08/2011, 10:44
Pirata o Piratessa: M
Contatta: Sito web

Re: Gli spunti di yukie 20) Scrivi ciò che sai?

14/06/2013, 15:54

per quello che dico che l'italia e quello che ci sta intorno sono piene di spunti per migliaia di romanzi... basta saper guardare con l'occhio giusto.
http://www.facebook.com/NordestFarwest

Torna a “CORSO DI SCRITTURA: Gli spunti di Yukie”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti