Avatar utente
Black Bart
Capitano
Messaggi: 7135
Iscritto il: 15/02/2011, 13:45
Pirata o Piratessa: M
Località: Bologna
Contatta: Sito web Facebook

Re: Gli spunti di yukie 20) Scrivi ciò che sai?

10/06/2013, 16:46

Bello spunto Yukie, abbiamo parlato anche di te, di quanto sei brava e importante!

Ho domandato a Steve come avesse fatto a essere così "centrato" nell'argomento del suo racconto in cui fa moltissimi riferimenti alla cultura musulmana. Lui ha risposto: ho fatto un gran lavoro di documentazione perché era facile scrivere imprecisioni che potevano passare per offensive.

Lì ho capito che Steve è cresciuto tanto anche dal punto di vista della cura minuziosa di tutti i particolari di un racconto.
_| (a entrambi)
Siamo sporchi, bastardi e cattivi... Siamo Pirati.

Avatar utente
FreeWolf91
Pirata
Messaggi: 866
Iscritto il: 30/07/2011, 15:11
Pirata o Piratessa: M
Località: BN/AV

Re: Gli spunti di yukie 20) Scrivi ciò che sai?

10/06/2013, 18:56

paolino66 ha scritto:
FreeWolf91 ha scritto:Se poi si privilegia ciò che si sa a scapito della documentazione, è ancora meglio. ;)


È meglio in linea di principio, ma nel mio caso funziona poco...


Ah certo, ogni caso è un discorso a parte. :P
Bumerang!
https://aniellotroiano.wordpress.com/bumerang/

Il romanzo si legge d’un fiato, i personaggi escono fuori benissimo e i dialoghi sono perfetti. Mi dispiace quasi che sia corto, ne avrei letto un altro po’!
Gianluca Morozzi

Avatar utente
STEVE70
Pirata
Messaggi: 359
Iscritto il: 21/03/2011, 14:51
Pirata o Piratessa: M
Località: Roma

Re: Gli spunti di yukie 20) Scrivi ciò che sai?

12/06/2013, 17:08

barbara78e ha scritto:Sai che discorrendo a Mantova col resto della ciurma, è uscito proprio questo discorso?
o!

STEEEEVEEEE70, vieni! Narraci come è nato il racconto vincitore del contest! E lascia stare quelle povere patate (prima o poi gli ridarò la lama del pelapatate... :mrgreen: )

dì la verità, Yukie: eri lì sotto mentite spoglie! ERI IL CAMERIERE COL CIUFFO A PANTEGANA! :o

_|

:shock:

Quando ho immaginato La lepre di nome Sadiqi mi sono immerso per due giorni interi nel sito della Comunità Islamica in Italia. Ho esplorato e scoperto nozioni che ignoravo e questo è il lato più bello della scrittura creativa.
Inoltre sappiate che il nome del protagonista non è causale Bashir Al Adhel letteralmente significa: Bashir = apportatore di buone notizie Al Adhel = il giusto.
Dovevo dare spessore al personaggio mentre lo immaginavo nei dialoghi e l'ho immaginato desideroso di giustizia, di equilibrio, insomma un uomo che cerca la verità quella indiscutibile, e questo è veramente una buona notizia.
Da un Dio (non so di quale religione) ci si aspetta almeno la verità.
Ho cercato con delicatezza di non offendere nessuno, nel finale il velocista chiede al mondo solo il silenzio.

o?

Uomo libero, amerai sempre il mare. Charles Baudelaire

Avatar utente
barbara78e
Pirata
Messaggi: 2690
Iscritto il: 22/02/2012, 14:09
Pirata o Piratessa: F
Contatta: Sito web

Re: Gli spunti di yukie 20) Scrivi ciò che sai?

12/06/2013, 17:28

Bella questa cosa dei nomi. In alcuni (molti) dei miei racconti, i nomi non sono simboli arbitrari: nel famoso vaso (perso nei meandri dell'editing ed è meglio che ci rimanga... :lol: ), i nomi erano tutti collegati al mondo mitologico greco. In un altro, ho usato i nomi scientifici di alcune piante: il racconto terminava con l'immagine di un erbario.

Hai ragione Steve, quando dici che scrivendo si imparano tante cose.
per esempio mi sono fatta una cultura sui sigari e le marche più prestigiose...

o! o! o!
...in cosa può sperare il raccolto se non nella cura del mietitore?

Avatar utente
Geara Tsuliwaënsis
Nostromo
Messaggi: 1033
Iscritto il: 11/06/2012, 15:05
Pirata o Piratessa: F
Località: Nùgoro
Contatta: Sito web Facebook

Re: Gli spunti di yukie 20) Scrivi ciò che sai?

12/06/2013, 18:50

La documentazione è fondamentale, anche perché "ciò che sai" è una goccia nel mare della conoscenza. Ed è pure una goccia piccina piccina.

Però, per quanto mi riguarda, mi rendo conto che il documentarsi sia un'arma a doppio taglio. Mi faccio prendere dalla sete di conoscenza e perdo di vista l'obiettivo che è quello di scrivere e soprattutto di divertirmi mentre lo faccio.

Puntualmente, finisco in una spirale frustrante di documentazione, salto da un argomento all'altro, ma alla fine raggiungo una sorta di pace dei sensi che dura mezzo secondo perché mi lamento di non aver scritto niente.

Esempio della serie Macchimel'offaffare?: controllare su gugolmaps tutto il territorio tra Samarcanda e Delhi per fare un calcolo approssimativissimo del tempo che avrebbe impiegato un esercito (elefanti, cavalieri, fanti, carriaggi considerando soste notturne, quindi montaggio e smontaggio tende se non per tutti almeno per i nobili) a coprire la distanza.
E se un elefante si gira male e schiaccia il comandante? E se nel mezzo ci sono mercenari prezzolati anche dall'avversario per far tardare il contingente? E se nevica? Ma un elefante come se la cava a 0°? Ma non sono un po' troppi 3000 km? Ma quanti elefanti sto spostando? Cosa mangia un elefante in alta montagna? Quanti carri di cibo per gli elefanti servono? E se li lasciassimo a casa 'sti elefanti? Ma li faccio andare prima da Samarcanda a Delhi o da Dehli a Samarcanda? E se faccio morire gli elefanti strada facendo? E poi le carcasse di elefante non è che passino inosservate, anche se l'esercito ha di che mangiare. Ma quasi quasi porto solo i cavalieri, piuttosto l'hai chiuso il gas?
Devo ancora rispondermi.
Si has perdido el rumbo escúchame, llegar a la meta no es vencer, lo importante es el camino y en él, caer, levantarse, insistir, aprender.
La posada de los muertos - Mägo de Oz

Avatar utente
MasMas
Pirata
Messaggi: 10171
Iscritto il: 18/06/2011, 21:30
Pirata o Piratessa: M
Località: Imola
Contatta: Sito web Facebook Google+

Re: Gli spunti di yukie 20) Scrivi ciò che sai?

12/06/2013, 19:07

:lol:
Da vicino nessuno è nOrMaLe
La vita è una corsa, e io sto cercando una panchina
Una risata vi seppellirà

Avatar utente
yukie
Pirata vincitore
Pirata vincitore
Messaggi: 1624
Iscritto il: 28/04/2011, 18:03
Pirata o Piratessa: F

Re: Gli spunti di yukie 20) Scrivi ciò che sai?

12/06/2013, 19:55

Anch’io mi faccio prendere la mano con la documentazione. Per scrivere “La bottega delle meraviglie” ho cercato su più siti tutto il procedimento per creare bambole di porcellana, il tempo che occorre, gli strumenti, ecc… Poi non tutto quello che ho appreso l’ho usato nel racconto, però mi è servito saperlo, per calarmi meglio nel personaggio. E alla fine è uno dei racconti che ha ricevuto più apprezzamenti, forse anche il lavoro “nascosto” ha il suo peso nel merito.

Avatar utente
FreeWolf91
Pirata
Messaggi: 866
Iscritto il: 30/07/2011, 15:11
Pirata o Piratessa: M
Località: BN/AV

Re: Gli spunti di yukie 20) Scrivi ciò che sai?

12/06/2013, 20:41

Geara Tsuliwaënsis ha scritto:La documentazione è fondamentale, anche perché "ciò che sai" è una goccia nel mare della conoscenza. Ed è pure una goccia piccina piccina.

Però, per quanto mi riguarda, mi rendo conto che il documentarsi sia un'arma a doppio taglio. Mi faccio prendere dalla sete di conoscenza e perdo di vista l'obiettivo che è quello di scrivere e soprattutto di divertirmi mentre lo faccio.

Puntualmente, finisco in una spirale frustrante di documentazione, salto da un argomento all'altro, ma alla fine raggiungo una sorta di pace dei sensi che dura mezzo secondo perché mi lamento di non aver scritto niente.

Esempio della serie Macchimel'offaffare?: controllare su gugolmaps tutto il territorio tra Samarcanda e Delhi per fare un calcolo approssimativissimo del tempo che avrebbe impiegato un esercito (elefanti, cavalieri, fanti, carriaggi considerando soste notturne, quindi montaggio e smontaggio tende se non per tutti almeno per i nobili) a coprire la distanza.
E se un elefante si gira male e schiaccia il comandante? E se nel mezzo ci sono mercenari prezzolati anche dall'avversario per far tardare il contingente? E se nevica? Ma un elefante come se la cava a 0°? Ma non sono un po' troppi 3000 km? Ma quanti elefanti sto spostando? Cosa mangia un elefante in alta montagna? Quanti carri di cibo per gli elefanti servono? E se li lasciassimo a casa 'sti elefanti? Ma li faccio andare prima da Samarcanda a Delhi o da Dehli a Samarcanda? E se faccio morire gli elefanti strada facendo? E poi le carcasse di elefante non è che passino inosservate, anche se l'esercito ha di che mangiare. Ma quasi quasi porto solo i cavalieri, piuttosto l'hai chiuso il gas?
Devo ancora rispondermi.


Forse è per questo che dicono: scrivi di quel che sai. :P
Non avendo esperienze dirette in questo campo, secondo me, avrai sempre difficoltà.
Lo dice uno che voleva scrivere un western, eh... Vuole essere una critica costruttiva.
Mentre mi documentavo mi sono reso conto del fatto che tante cose non le avrei potute conoscere mai. Tutta quella serie di piccole impressioni personali che servono a rendere tuo il testo.
Bumerang!
https://aniellotroiano.wordpress.com/bumerang/

Il romanzo si legge d’un fiato, i personaggi escono fuori benissimo e i dialoghi sono perfetti. Mi dispiace quasi che sia corto, ne avrei letto un altro po’!
Gianluca Morozzi

Avatar utente
Geara Tsuliwaënsis
Nostromo
Messaggi: 1033
Iscritto il: 11/06/2012, 15:05
Pirata o Piratessa: F
Località: Nùgoro
Contatta: Sito web Facebook

Re: Gli spunti di yukie 20) Scrivi ciò che sai?

12/06/2013, 22:45

Freewolf, il problema è proprio scrivere di quel che so :P

Perché io adesso posso fare il calcolo arbitrario e poi scrivere che un reggimento con elefanti & co. impiega cinque mesi, da Samarcanda a Delhi. Se nell'economia del racconto mi serve solo per comunicare che quei poveri soldati sono un po' stanchi perché stanno sgambettando da cinque mesi, tutto il resto non mi serve.
Il problema è che dopo aver ottenuto l'informazione che mi serviva, sono andata a considerare come variabile la possibilità che ci fossero dei traditori che rallentassero la marcia. O che un elefante imbizzarrito ciancicasse il comandante o il papiro di sopra. Anche se tornassi indietro nel tempo e chiedessi al capo carovana, credo che non farebbe niente di più che scrollare le spalle e dirmi di chiedere alle divinità.
(Ufficialmente l'informazione mi servirebbe per dare verosimiglianza a un racconto fantasy, quindi alla fine è più capriccio, perché se 3000 chilometri li faccio in cinque mesi o in dieci non importa, dato che non devo neanche mostrarlo il viaggio).

Sarebbe come decidere di andare a trascorrere una giornata al mare, però, prima di salire in macchina, devo sapere se dietro la tale curva troverò una vacca coricata. E se ci sono le meduse? E se metto il tallone sopra una tracina? E se invece ci metto l'alluce? E se arrivano dodicimiliardi di vespe appena tiro fuori il panino con la mortazza? E se affogo? E se decido di pescare e ho dimenticato come legare l'amo alla lenza? E, peggio, se mi vien voglia di pescare e non ho portato l'attrezzatura?

Per quanto si possa essere previdenti nella vita reale (e nell'accingersi a scrivere un bel raccontone/romanzone) alla fine c'è una percentuale d'incertezza.
Magari arrivo in spiaggia e un frammento di meteorite mi trapassa il cranio da parte a parte, e dire che mi ero portata la canna da pesca. Magari scrivendo i dubbi si risolvono da soli, magari ne vengono di peggiori, magari quella sensazione di "ma che voglio scrivere di un elefante se l'ultima volta che ne ho visto uno ha tentato di portarsi via mio fratello, dannati pachidermi, dovete fare la fine dei mammuth" svanisce appena inizi a scrivere. E le informazioni che hai raccolto ti aiutano a fare questo:
yukie ha scritto: Poi non tutto quello che ho appreso l’ho usato nel racconto, però mi è servito saperlo, per calarmi meglio nel personaggio.


Tu volevi scrivere un western e ti sei reso conto di non sapere un fracco di cose. Però, per dire, hai provato a scrivere qualcosa con quello che sapevi?
Te lo chiedo perché è una specie di perfezionismo deviato che sto cercando di combattere.
Nonostante i dubbi terribili (che magari ho capito male io, magari hanno tradotto male, magari lo storico è un bugiardo, magari questa vicenda è una favola che raccontavano 500 anni fa e noi la prendiamo per realtà, magari c'erano 10 elefanti in tutto il mondo e ne ho messi 15 solo lì), provo a scrivere. Poi, se non mi convince, correggo o cestino o lascio perché i posteri possano deridermi.

Difficoltà ne avrò sempre un mucchio, ma d'ora in poi mi chiederò perché non ti ho dato retta! :lol:

Sono prolissa, scusatemi. Non lo faccio apposta, è la mia natura blaterare.
Si has perdido el rumbo escúchame, llegar a la meta no es vencer, lo importante es el camino y en él, caer, levantarse, insistir, aprender.
La posada de los muertos - Mägo de Oz

Avatar utente
MasMas
Pirata
Messaggi: 10171
Iscritto il: 18/06/2011, 21:30
Pirata o Piratessa: M
Località: Imola
Contatta: Sito web Facebook Google+

Re: Gli spunti di yukie 20) Scrivi ciò che sai?

13/06/2013, 8:49

Ok, adesso do un nuovo siginficato al termine "perfezionismo". :)
Da vicino nessuno è nOrMaLe
La vita è una corsa, e io sto cercando una panchina
Una risata vi seppellirà

Torna a “CORSO DI SCRITTURA: Gli spunti di Yukie”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite