Avatar utente
yukie
Pirata vincitore
Pirata vincitore
Messaggi: 1624
Iscritto il: 28/04/2011, 18:03
Pirata o Piratessa: F

Gli spunti di yukie: 14) La regola del 3

21/01/2013, 8:31

Secondo la regola del tre l’uso di una serie di tre elementi è più efficace e soddisfacente rispetto a quella di altri gruppi numerici. Pare che le persone siano più propense ad assimilare le informazioni se vengono date in gruppi di tre, cosa che sanno bene gli oratori, che usano frasi in tre parti per creare quelle che Max Atkinson chiama ‘trappole per applausi’. Anche Steve Jobs utilizzava la regola del 3 per rendere i suoi discorsi più fruibili.

Una legge della pubblicità dice che il prodotto deve essere menzionato almeno tre volte per essere sicuri che si fissi saldamente nel cervello del consumatore.

E i motti formati da tre parole sono quelli che restano più impressi. Pensiamo al “Veni, vidi, vici” di Giulio Cesare, al “Sangue sudore e lacrime” di Winston Churchill o al più recente “Yes, we can” di Obama.

I gruppi di tre hanno un loro peso anche nei parametri del divertimento. Chi non ha mai ascoltato/raccontato una barzelletta che inizia con “Ci sono un inglese, un francese e un italiano…”?

“Omne trium perfectum” (Tutto ciò che viene a tre è perfetto) dicevano i latini.

Nella letteratura infantile questa regola del 3 è molto sfruttata. Nelle fiabe il terzo figlio (quasi sempre il più giovane) è il protagonista: il terzo figlio del mugnaio è quello che eredita il gatto con gli stivali, Cenerentola ha due sorellastre, tre sono i porcellini, Riccidoro va nella casa dei tre orsi (e tutta la fiaba è giocata sulla triade: le tre sedie, le tre ciotole di minestra, i tre lettini…), tre sono le prove da superare per ottenere dei benefici.
E ancora: ne “La storia infinita” di Michael Ende, Atreyu deve passare tre porte per raggiungere l’Oracolo del Sud. Nella saga di Harry Potter, Harry, Ron e Hermione formano il trio del bene, mentre Malfoy è affiancato da Tiger e Goyle, a formare la triade malvagia.

Ma anche nella narrativa per adulti molti autori hanno fatto ricorso alla regola del tre: Isaac Asimov, per esempio, ha scritto le tre leggi della robotica, nel “Canto di Natale” di Charles Dickens il vecchio Scrooge riceve la visita di tre spiriti (quello del Natale Passato, del Natale Presente e del Natale Futuro), la “Divina Commedia” di Dante non solo è un poema diviso in tre cantiche, ma anche in multipli di tre (33 canti, 3 terzine, 9 cerchi). Dante aveva ben presente che il tre è il numero perfetto: quello della trinità cristiana.

Quali altri opere conoscete che seguono la regola del tre? E voi, avete mai usato triadi nei vostri racconti (tre protagonisti, tre prove da superare, un elemento che ricorre tre volte…)?

Come esercizio: chi ne ha voglia può cimentarsi in un breve brano contenente una triade.

Avatar utente
MasMas
Pirata
Messaggi: 10187
Iscritto il: 18/06/2011, 21:30
Pirata o Piratessa: M
Località: Imola
Contatta: Sito web Facebook Google+

Re: Gli spunti di yukie: 14) La regola del 3

21/01/2013, 9:17

Beh, intanto si fanno delle gra triologie, no?
Da vicino nessuno è nOrMaLe
La vita è una corsa, e io sto cercando una panchina
Una risata vi seppellirà

Avatar utente
Black Bart
Capitano
Messaggi: 7135
Iscritto il: 15/02/2011, 13:45
Pirata o Piratessa: M
Località: Bologna
Contatta: Sito web Facebook

Re: Gli spunti di yukie: 14) La regola del 3

21/01/2013, 10:37

Bentornati gli spunti di Yukie!
<3
Siamo sporchi, bastardi e cattivi... Siamo Pirati.

Avatar utente
barbara78e
Pirata
Messaggi: 2690
Iscritto il: 22/02/2012, 14:09
Pirata o Piratessa: F
Contatta: Sito web

Re: Gli spunti di yukie: 14) La regola del 3

21/01/2013, 10:38

Bentornati Spunti (spuNti!!! :roll: ) di Yukie!!!
_|

Ricordo che a scuola (centinaia di migliaia di anni fa...), l'insegnante diceva che assieme al tre, anche il sette era ricorrente nelle storie (sette nani, sette re di Roma, gli stivali delle sette leghe...).
Sette sono anche i colori dell'arcobaleno, sette le note, sette le virtù, i peccati capitali, sette i chakra, sette le meraviglie del mondo, sette i libri della saga di HP, sette le spose per i sette fratelli, sette le sfere del drago di drangonball z...
Va beh, la pianto di dare i numeri.

Avete assistito all'estrazione del sette! Per quella delLotto, ci si sente domani.
o!
...in cosa può sperare il raccolto se non nella cura del mietitore?

Avatar utente
MasMas
Pirata
Messaggi: 10187
Iscritto il: 18/06/2011, 21:30
Pirata o Piratessa: M
Località: Imola
Contatta: Sito web Facebook Google+

Re: Gli spunti di yukie: 14) La regola del 3

21/01/2013, 12:42

Trixi entrò nel bar dello spazioporto tre. Dopo tre ore di viaggio in astronave, aveva voglia di riposarsi un po'.
Ormai erano le tre di notte, aveva passato Fintrish e Untriar e si era fermato sulla luna Citrix. Ok, non era solo per riposarsi: il bar dello spaziporto di Citrix, a quell'ora, esibiva lo spettacolo di Kitrina, la ballerina spogliarellista preferita dai suoi amici Dutrin e Dutriex, esperti in materia; molto esperti.
Come un ladro scivolò giù per la scala immergendosi nel fumo, nella penombra, nel peccato. I suoi occhi ci misero un po' ad abituarsi all'ambiente. Non si soffermò minimamente sugli altri avventori, meglio non sapere nemmeno chi fossero i suoi compagni di trasgressione. Rimase con gli occhi alti a fissare la piattaforma che si allungava in mezzo al locale dal palco in fondo, proprio sotto i tavolini.
Ne individuò uno proprio davanti, in prima fila. Si affrettò: un essere verde piuttosto grosso e uno spilungone secco e giallastro lo stavano puntando come lui. Ma lui era più vicino e riuscì ad arrivare per primo.
Proprio mentre la musica cominciava. Le luci si abbassarono ancora, così che rimase il solo palco illuminato da fasci di luce rossa.
"Ta ta ta!" un ritmo pulsante accompagnò l'entrata di Kitrina, una sinuosa aliena dal corpo di sirena, una Triniana: somigliava a una terrestre ma la sua fisinomia era a forma triangolare.
Sulla testa tre occhi ammicavano languidi verso di loro, di lui. Tre bocche carnose, tre braccia ballavano a ritmo come una ballerina di danza del ventre. "Ta ta ta!"
Quello di mezzo dei tre veli che la coprivano scivolò a terra, scoprendo tre ombelichi. "Ta ta ta!" Kitrina avanzò e arrvò fino sotto di lui. "Ta ta ta!" faceva la musica.
Il secondo dei tre veli cadde, il sangue rimbombò nelle vene. Ecco cosa c'è di meglio di due tette: tre tette.
La musica incalzò, i seni saltavano, il caldo aumentava.
Il terzo velo scivolò sulle cosce. E fecero il loro ingresso in scena, tra tre gambe, tre grossi ... sui trenta. Per tre, novanta centimetri, riuscì solo a pensare. Il caldo lasciò il posto a brividi di gelo.

Una cavolata ma mi è tenuta così... Per dire, magari non è sempre positivo il tre...
Da vicino nessuno è nOrMaLe
La vita è una corsa, e io sto cercando una panchina
Una risata vi seppellirà

gazza998
Pirata
Messaggi: 1812
Iscritto il: 31/08/2011, 10:44
Pirata o Piratessa: M
Contatta: Sito web

Re: Gli spunti di yukie: 14) La regola del 3

21/01/2013, 12:54

I tre uomini bevevano sambuca nel più malfamato bar di Padova.
- Bisogna fare qualcosa - disse Black Bart.
- Già, quando il gioco si fa duro chi dura di più è quello più duro - disse Gazza.
- Devo aver mangiato qualcosa di avariato, vado in cesso, scusate - disse MasMas. Aveva la faccia di chi ha appena subito una colonscopia.
- Aspettiamo che torni e vediamo come fare - disse Black.
MasMas tornò dopo dieci minuti, stringendosi di due buchi la cintura. - Molto meglio adesso.
- Come facciamo? disse Black.
- Togliamo un due, e giochiamo - rispose Gazza mescolando un mazzo di carte da briscola.
- No, bisogna trovare un quarto, oppure è uno schifo - esclamò Bart.
- Già, tre è il numero perfetto, a parte per la briscola - disse MasMas.
http://www.facebook.com/NordestFarwest

Avatar utente
barbara78e
Pirata
Messaggi: 2690
Iscritto il: 22/02/2012, 14:09
Pirata o Piratessa: F
Contatta: Sito web

Re: Gli spunti di yukie: 14) La regola del 3

21/01/2013, 13:11

@MasMas: accipicchia! Era un trEns...
:lol: :lol: :lol:

@Gazza: niente da dire sul "trio dee ombre"...
_| _|
...in cosa può sperare il raccolto se non nella cura del mietitore?

Avatar utente
MasMas
Pirata
Messaggi: 10187
Iscritto il: 18/06/2011, 21:30
Pirata o Piratessa: M
Località: Imola
Contatta: Sito web Facebook Google+

Re: Gli spunti di yukie: 14) La regola del 3

21/01/2013, 13:21

Ma insomma, dovremo cercare di essere anche un po' seri...
Da vicino nessuno è nOrMaLe
La vita è una corsa, e io sto cercando una panchina
Una risata vi seppellirà

Avatar utente
Elisa
Nostromo
Messaggi: 1537
Iscritto il: 28/07/2011, 18:50
Pirata o Piratessa: F

Re: Gli spunti di yukie: 14) La regola del 3

21/01/2013, 13:36

si sice anche che, nella scrittura, suona meglio mettere tre aggettivi (bello, brutto e cattivo). Non due, non quattro, ma tre. Pare funzioni di più, dico bene?
Gazza, Mas, ma un po' seri no eh? :D
Un pensiero è ciò che manca a una banalità per essere un pensiero (Kraus)

Avatar utente
yukie
Pirata vincitore
Pirata vincitore
Messaggi: 1624
Iscritto il: 28/04/2011, 18:03
Pirata o Piratessa: F

Re: Gli spunti di yukie: 14) La regola del 3

21/01/2013, 14:58

Che classe scalcinata :lol: meno male che c’è Elisa.

Riguardo agli aggettivi le scuole di scrittura dicono di non abusarne, quindi uno solo basta. Pensa se ogni sostantivo fosse seguito da una sfilza di aggettivi! Però se si vuole abbondare consapevolmente, proprio per caratterizzare un personaggio o un oggetto allora sì, pare che tre sia il numero perfetto per dare forza al concetto e fissarlo nella mente del lettore.
Anche la pubblicità fa uso di questo stratagemma. Alcuni esempi:
Altissima, Purissima, LEVISSIMA
Liscia, gassata o FERRARELLE?
Chiara, fresca, SPRITE


Spassosissime le prove di Gazza e di MasMas (ti sei fatto prendere un po’ la mano, eh? :mrgreen: )

E Barbara sì, è vero, anche il sette è un numero largamente usato. Ora cerco se esiste una “regola del sette” in narrativa. o?

Torna a “CORSO DI SCRITTURA: Gli spunti di Yukie”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti