Avatar utente
Black Bart
Capitano
Messaggi: 7135
Iscritto il: 15/02/2011, 13:45
Pirata o Piratessa: M
Località: Bologna
Contatta: Sito web Facebook

Romanzo in scrittura: Elisa.

18/09/2012, 14:14

Apro un nuovo argomento e quindi un nuovissimo lavoro di Scrittura Assistita.
Il testo sarà un romanzo molto particolare di Elisa, la ns Elisa, quella che amiamo alla follia.
Mi mandò il primo capitolo prima dell'estate dicendo che stava scrivendo una commedia teatrale ambientata a Firenze. Subito mi sembrava parecchio ingarbugliata, tantissimi personaggi che entravano nello stesso appartamento, facevo fatica a focalizzare chi parlava. Però c'era un clima di sottofondo che mi piaceva moltissimo, mi ricordava (e me lo ricorda ancora) la famiglia Malaussene di Pennac, avete presente?
Elisa è una garanzia, anche se non l'ho mai vista all'opera in scritture lunghe. A suo tempo mi aveva colpito al cuore con un racconto che per me rimane una delle perle di Spazio Autori: "Un infinito di carta bianca" (cercatelo!). Oppure in "Freak". Su lavori più lineari forse deve farsi ancora un po' le ossa, dosare i punti di vista, essere più leggibile, facile, arrivare al lettore senza confonderlo.
Ma scommetto su di lei, ha talento!
Ah, naturalmente il suo primo capitolo, un po' rivisto dalla prima stesura, è piaciuto a tutti nello staff e tutti hanno dato il parere positivo per inserirlo qui.

Lascio la parola all'autrice augurandole buon lavoro!

Ah, una nota di servizio.
Abbiamo pensato che Scrittura Assistita deve tornare a ciò che si era pensato all'inizio, cioè un supporto che si da all'autore in fase di scrittura o revisione di un romanzo. Supporto significa un feedback di lettura con note più o meno tecniche sul capitolo. Non è editing frase per frase.
Spero che partecipiate in tanti, c'è molto da imparare e anche da divertirsi!

Ecco a voi i Bencini! (ovazione)
Siamo sporchi, bastardi e cattivi... Siamo Pirati.

Avatar utente
Elisa
Nostromo
Messaggi: 1537
Iscritto il: 28/07/2011, 18:50
Pirata o Piratessa: F

Re: Romanzo in scrittura: Elisa.

18/09/2012, 16:02

ecco i primi due capitoli, 5 pagine in tutto
Allegati
Tutta colpa di Gabo - Primo Capitolo.doc
(30.5 KiB) Scaricato 41 volte
Un pensiero è ciò che manca a una banalità per essere un pensiero (Kraus)

Avatar utente
Elisa
Nostromo
Messaggi: 1537
Iscritto il: 28/07/2011, 18:50
Pirata o Piratessa: F

Re: Romanzo in scrittura: Elisa.

18/09/2012, 16:04

Grazie per la splendida presentazione capitano! _|
Come diceva Raymond Carver, mi sono sempre cimentata in racconti brevi perché non avevo il tempo di dedicarmi a qualcosa di più lungo e impegnativo così mi sono 'specializzata' nel genere breve nel senso che ho acquisito dimestichezza. Il mio modo di lavorare sui testi è a dir poco stravagante. Scrivo senza sapere dove andrò a parare, poi correggo 100 volte fino a che non mi sembra perfetto (e il testo non è mai o quasi mai perfetto) e ogni volta che rileggo inizio dal principio, per re-immedesimarmi nella storia. Una faticaccia!
Un romanzo è ben altro affare, è ovvio, per me rappresenta una sfida, spero di riuscire a portare a termine questa sorta di lungo metraggio senza incappare in quei momenti oscuri tipici di chi ha il tempo risicato.
Come ha detto Bart volevo scrivere un testo teatrale, ma mio marito, dopo aver letto i primi capitoli mi ha fatto notare che somiglia un po' a Benvenuti in casa Gori, perciò niente testo teatrale!
Siate sinceri, fatemi sapere se leggendo queste prime 5 pagine siete invogliati ad andare avanti, se i personaggi sono ben delineati, se non ci sono troppi falli di confusione, etc.
Bart mi ha già dato una mano, mi ha aiutato a smussare qualche spigolo dandomi la sua opinione di lettore e di scrittore,
orsù dunque, buona lettura ai volenterosi!
Un pensiero è ciò che manca a una banalità per essere un pensiero (Kraus)

Avatar utente
peta
Pirata vincitore
Pirata vincitore
Messaggi: 1990
Iscritto il: 16/08/2011, 9:48
Pirata o Piratessa: F

Re: Romanzo in scrittura: Elisa.

19/09/2012, 18:11

Dunque l'avevo già letto e ora l'ho riletto. Mi piace e sono curiosa di sapere il seguito... certo devo fare un po' di mente locale perché in sole 5 pagine, hai presentato diversi personaggi... però mi sembra che ognuno di loro abbia delle caratteristiche ben delineate e particolari. Segnatele per bene nella tua mente e nel tuo quaderno degli appunti :D
Non ho capito se ci sarà un personaggio principale o se tutto il romanzo girerà sempre intorno a tutta la famiglia...
comunque scrivi molto bene. _|
A breve spero di metterti il mio editing... che farà abbastanza schifìo... ma ti accontenterai :D ;)

Avatar utente
Elisa
Nostromo
Messaggi: 1537
Iscritto il: 28/07/2011, 18:50
Pirata o Piratessa: F

Re: Romanzo in scrittura: Elisa.

19/09/2012, 18:40

Peta! sono felicissima che tu abbia letto il testo! <3
la storia ruota intorno alla famiglia anche se il personaggio principale, quelllo che fa e disfà le sorti di tutti è l'Argisa, la nonna. Ma gli altri personaggi non sono mai secondari. Il romanzo è in corso d'opera, ho scritto 60 pagine (sob...) e accetto consigli anche sul personaggio che piace di più a voi lettori e che potrebbe diventare protagonista. E a breve arriverà anche un'altra famiglia (dello Sri Lanka) con cui i Bencini si sconteranno e si confronteranno. Aspetto il tuo editing!
Un pensiero è ciò che manca a una banalità per essere un pensiero (Kraus)

Avatar utente
MasMas
Pirata
Messaggi: 10187
Iscritto il: 18/06/2011, 21:30
Pirata o Piratessa: M
Località: Imola
Contatta: Sito web Facebook Google+

Re: Romanzo in scrittura: Elisa.

20/09/2012, 14:06

Per quanto riguarda i vari personaggi, io sono il tuo lettore ideale, o melgio la tua nemesi ideale.
Perchè ho poca memoria e sono distratto, e con i nomi mi confondo di continuo. Faccio delle figuracce, al lavoro coi colleghi dopo dieci anni vado in un ufficio anzichè un altro, o cerco al telefono uno ed era la persona sbagliata e non riesco più a risalire a chi mi aveva cercato. Coi cinni piccoli amici di mio figlio li chiamo con dei nomi sbagliati, li confondo... loro mi guardano storto, poi poverini stanno zitti, ma io capisco cosa pensano.
Per cui, se ci capirò io ci capiranno tutti ;)
Detto ciò, penso a tanti fantasy con molti personaggi in cui mi sono perso e che ho dovuto leggere e rileggere. Ne Il signore degli anelli ad esempio; ne Le cornache di Dragonlance credo ci sia un'appendice con l'elenco, o forse me l'ero fatto io; in Dracula (sfido chiunque a dire non sia un fantasy) il dottore, l'avventuriero e il lord fino ad un certo punto credevo fossero due, poi forse quattro. Tutti e tre bellissimi libri.

Io l'avevo già letto. Non ricordo come era ma questa versione non mi ha sconcertato molto. Forse mi sono confuso un attimo tra i tre fratelli (sono tre) e la nonna con la mamma. Però niente di che. Sono convinto che, eventualmente, con il procedere della lettura e il presentarsi e ripresentarsi dei personaggi le cose diventino sempre più chiare.

I personaggi sono presentati in un ordine, uno per volta, ognuno il suo spazio, prima di cominciare a mescolarli, in modo da risultare abbastanza leggibili. Mancano però papà e mamma, che non hanno un minimo di descrizione all'inizio. In effetti entrano in scena sul serio al secondo capitolo. Forse beneficerebbero di un loro spazio prima? Però non vorrei appensantire invece di chiarire. In effetti il punto che più mi ha incasinato è quando alla fine del secondo capitolo parlano nonna e mamma, avevo proprio confiso l'Argisa con la Franca.
Forse, se si volesse usare un trucco, si potrebbe provare a 'mettere all'erta' il lettore. Dato che mi pare ci sia una forma di narratore onnisciente che commenta di tanto in tanto, si potrebbe provare a marcare, quasi all'inizio, il fatto che si sta presentando una famiglia numerosa. O roba del genere.
Altra cosa, come ho detto alle volte ho faticato tra la nonna e la mamma. Potrebbe magari essere che abitualmente in casa Bencini, oppure di pressi nel romanzo, la mamma e la nonna vengono spesso appellate come nonna Argisa o mamma Franca (soprattutto nonna mi pare adeguato). Butto sempre lì delle idee così, sia chiaro.
In generale, soprattutto nel primo capitolo, ho sentito forse la mancanza di una caratterizzazione dei luoghi. La focalizzazione dei personaggi c'è, però non descrivi un minimo le stanze, la cuncina, la sala. Questo mi ha un po' scombussolato. Non ho sentito il nonno da un'altra parte, ad esempio. Forse una (breve breve) caratterizzazione dei luoghi aiuterebbe un po' ad essere più cinematografici, così forse si renderebbe più 'visuale' la situazione e faciliterebbe la memorizazione.
Nel primo capitolo, ti segnalo come io non sappia che faccia ha Garfunkel. Nel senso che se doveva essere per dare un volto a Matteo a me non mi è servito. Io sono anche scemo, oltre che confusionario. Per cui posso farti anche da test per questo.
Il secondo capitolo, lì entrano in scena Nico e Pia. Anche qui mi ha lasciato un po' confuso sulle posizioni dei prsonaggi. La nonna è in cucina e adesso è in sala (certo, arriva quando sente suonare). Però magari qui si potrebbe ricontestualizzare i personaggi, ricapitolare, dire tipo che quando entrano vedono la fila delle persone. O anche solo qualcuno che fa le presentazioni lineari: ?questo è mio padre, questa mia madre, i fratelli'. Un moto, uno che viene e che va. Boh, sempre spunti.
Non ho capito la frase di Nico sul Papa.
Anche la parte della scena da rotocalco non mi è chiara (ma io non leggo rotocalchi quindi colpa mia, sempre il fatto che sono scemo).
Il secondo capitolo mette un paio di agganci per il continuo della storia, ma sono un paio o è lo stesso? Chi leggerà...
Ah, l'ultima cosa: e Gabo? Rimane fuori, vero?

In conclusione: ho scritto anche troppo. Forse era più chiaro se lo editavo 8-)
Da vicino nessuno è nOrMaLe
La vita è una corsa, e io sto cercando una panchina
Una risata vi seppellirà

Avatar utente
Elisa
Nostromo
Messaggi: 1537
Iscritto il: 28/07/2011, 18:50
Pirata o Piratessa: F

Re: Romanzo in scrittura: Elisa.

20/09/2012, 14:53

Caro Mas Mas innanzitutto grazie per aver letto il mio testo. <3
Le tue osservazioni sono tutte pertinenti, in fondo il lettore sei tu e se rimani confuso o spiazzato da certi elementi e sono gli stessi elementi su cui anche altri rimangono confusi o spiazzati allora sarà il caso di intervenire sul testo. Per la descrizione delle stanze cercherò di porre rimedio subito mi sembra un'ottima osservazione. Io ho in mente tutti i luoghi, ma chi legge no. Non è indispensabile descriverli, in molti libri lo scrittore si concentra soprattutto sui personaggi e sulle azioni e meno sul contesto lasciando libero il lettore di immaginare ciò che non viene descritto.
A volte in un romanzo ciò che all'inizio sembra caotico si dipana man mano che si prosegue nella lettura, forse, prima di mettere di nuovo le mani sul testo, preferirei che andaste avanti nella lettura e se dopo la pagina 20 (per fare un esempio) qualcuno di voi è ancora confuso allora metterò le mani sul testo per rendere certi passaggi più comprensibilì. Arriva un momento in cui i personaggi della famiglia sono solo sei. Poi subentrerà un'altra famiglia ;) sono sicurissima che ce la puoi fare :D
Prendo nota di tutte le tue osservazioni e di quelle degli altri lettori.
Mi piacerebbe sapere se la storia ti piace e le poche righe lette ti invogliano ad andare avanti, per me è molto importante.
Avervi come lettori è importante! _|
Un pensiero è ciò che manca a una banalità per essere un pensiero (Kraus)

Avatar utente
MasMas
Pirata
Messaggi: 10187
Iscritto il: 18/06/2011, 21:30
Pirata o Piratessa: M
Località: Imola
Contatta: Sito web Facebook Google+

Re: Romanzo in scrittura: Elisa.

20/09/2012, 17:44

per la tua ultima domanda, leggi la mia ultima frase: è una domanda sul continuo della storia... ;)
Certo, come ho premesso, sono osservazioni minime.
E, io sono poco buono, per cui verifica se le mie cose sono condivise. ;)
Per gli ambienti, era solo un'idea per arricchire. Certo giusto un cenno, un odore, un rumore.
Da vicino nessuno è nOrMaLe
La vita è una corsa, e io sto cercando una panchina
Una risata vi seppellirà

Avatar utente
yukie
Pirata vincitore
Pirata vincitore
Messaggi: 1624
Iscritto il: 28/04/2011, 18:03
Pirata o Piratessa: F

Re: Romanzo in scrittura: Elisa.

20/09/2012, 20:35

Mi piace un sacco l'Argisa :D
E in generale ho trovato i due capitoli simpatici e ho voglia di sapere come continua.
Per commenti meno da lettrice e più da editor, mi riservo di rileggerlo con calma e attenzione. Ma intanto volevo lasciarti un primo feedback, così a pelle. Mi ha strappato un sorriso, tra la stesura di un articolo per il giornale e l'accudimento di una cucciola influenzata.

Avatar utente
Elisa
Nostromo
Messaggi: 1537
Iscritto il: 28/07/2011, 18:50
Pirata o Piratessa: F

Re: Romanzo in scrittura: Elisa.

21/09/2012, 14:05

La cena e Gabo (il cane) sono gli elementi che mettonoin moto la storia. Che cosa intendi Mas Mas per 'rimane fuori?' (rfierito a Gabo). Comunque non hai risposto alla mia domanda :( se non ti piace dillo :mrgreen: mica mi offendo, anzi le tue acute osservazioni mi danno degli utili spunti di riflessione, lo sai
Grazie Yukie, lieta di averti strappato un sorriso :D
Un pensiero è ciò che manca a una banalità per essere un pensiero (Kraus)

Torna a “Scritture concluse”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite