Avatar utente
MasMas
Pirata
Messaggi: 10186
Iscritto il: 18/06/2011, 21:30
Pirata o Piratessa: M
Località: Imola
Contatta: Sito web Facebook Google+

Violenza in parlamento

01/02/2014, 8:45

In questi giorni in cui la violenza, sulle donne e non solo, torna alla ribalta delle pagine di cronaca, vorrei ricordare a tutti una donna che ha subito in silenzio, da decine d'anni ormai, senza mai lamentarsi: la nostra mamma costituzione.
Da decenni viene stuprata nei suoi principi fondamentali: una carta che sancisce uno stato spiccatamente proporzionale, con tre organi separarti e paritetici, fatto salvo un lieve predominio del parlamento, in quanto organo eletto direttamente dai cittadini.
E invece, anche in questa attuale legislatura, ecco le violenze private, perpetrate dai figli parlamentari alla loro madre direttamente dentro le mura domestiche dei palazzi del potere: il primo sfregio già all'atto dell'insediamento delle camere, quando pareva impossibile che il parlamento legiferasse, per esempio una legge elettorale, senza che ci fosse un governo. Poi, dopo, una legislatura che procede a suon di decreti legge e iniziative ministeriali, espressione di un governo il cui compito non è, nei dettami di mamma costituzione, quello di fare le leggi. Ancora, adesso, stanno varando una legge elettorale maggioritaria, ovviamente opposta ai principi di proporzionalità, fatta per garantire una governabilità al paese.
Certo, mamma costituzione ha ormai sessanta anni, va verso i settanta. Alla sua età, noi tentiamo di andare in pensione. Allora, se così non è più adeguata, mandiamola a fare la nonna, questa mamma costituzione, sono d'accordo. Facciamone una nuova, moderna, rampante, coi vestiti alla moda, anche un po' sgnoccolona, perchè no. Ma facciamola fatta bene. Studiamo qualcosa di nuovo: in settantanni vuoi che il genere umano in grado di concepire l'iPad e Beautiful non sia stato in grado di studiare processi decisionali che siano davvero democratici, che diano una parte di ragione a ciascuno, che permettanno di trovare la giusta mediazione tra idee contrastanti? Chiamiamo degli esperti internazionali, dei cervelloni, dei professori. Seguiamo un processo democratico, davvero: è la mamma di tutti; chiediamo a ognuno come la vuole, la sua mamma.
E invece quello che i poteri forti faranno, senza chiedere niente a nessuno come se i giocatori di Inter e Milan decidessero le regole del campionato, sarà prendere mamma costituzione, già tumefatta di lividi e con gli occhi rigati di lacrime, e sottoporla a qualche intervento di chirurgia plastica, taglia quello e metti questo, sforbicia, tira e appiccicagli un pene fittizio con l'intento di trasformare la attempata ma ancora simpatica signora e mamma di tutti in un moderno e aitante giovane maschio, rampante e intraprendente.
E così ci ritroveremo come mamma un mostro di Frankenstein con il cervello di A. B. Normal, che per decenni indicherà la rotta che dovemo seguire, verso un futuro che non vedo roseo.
E allora ti dico: condividi questo appello, adotta una mamma costituzione, non lasciarla sola, fai un gesto d'affetto per una donna maltrattata, da decenni violentata e stuprata, che sta per subire un'operazione che farebbe rabbrividire Mengele. Proverà tanto dolore, e avrà bisogno di tante mani amiche per sopportare, non puoi non farle questo, non puoi non volere bene alla tua mamma costituzione, glielo dobbiamo, siamo figli suoi.
Se sei una persona con un minimo di umanità, se sei davvero mio amico su Facebook, se non vuoi che di cadano tutte le unghie dei piedi, fai girare questo appello.
Saldwai Rashiid non ha mandato questo appello a almeno 736491747 persone e adesso gli si è rovesciato il baricentro e gli tocca di camminare coi capelli e stringere le mani alla gente coi piedi.
Kwakilj Shrmillah Okkentorp ha mandato questo appello a 5726383617 persone e adesso per incanto il suo nome è mutato in Mario Rossi.
Grazie, so che anche tu vuoi bene alla tua mamma costituzione.

Fonti:
http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche ... 89030.html
http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche ... 84224.html
http://www.lastampa.it/2013/06/06/itali ... agina.html
https://www.ansa.it/legalita/static/itu ... i_02.shtml
Da vicino nessuno è nOrMaLe
La vita è una corsa, e io sto cercando una panchina
Una risata vi seppellirà

Avatar utente
barbara78e
Pirata
Messaggi: 2690
Iscritto il: 22/02/2012, 14:09
Pirata o Piratessa: F
Contatta: Sito web

Re: Violenza in parlamento

01/02/2014, 11:18

non so se ridere o se piangere...
MasMas ha scritto:in settantanni vuoi che il genere umano in grado di concepire l'iPad e Beautiful non sia stato in grado di studiare processi decisionali che siano davvero democratici,


appunto: il genere umano ha concepito Beautiful: non c'è speranza... :cry:
...in cosa può sperare il raccolto se non nella cura del mietitore?

wyjkz31
Pirata
Messaggi: 429
Iscritto il: 28/07/2013, 11:49
Pirata o Piratessa: F

Re: Violenza in parlamento

01/02/2014, 15:23

Altro che ora del tè. Un argomento che te lo fa andare di traverso, il tè...

che si può dire

quoto

bravo MasMas

Avatar utente
nonnaV.
Pirata
Messaggi: 647
Iscritto il: 13/11/2013, 17:37
Pirata o Piratessa: F
Località: Lazio
Contatta: Sito web

Re: Violenza in parlamento

03/02/2014, 15:20

Sono volontaria di Telefono rosa... La Costituzione è capofila delle donne maltrattate, lunghissima schiera!
"Sii quello che vorresti sembrare" (Carrol
Sei (hai) una nonna? Vieni (accompagnala) nel mio blog!

Avatar utente
Black Bart
Capitano
Messaggi: 7135
Iscritto il: 15/02/2011, 13:45
Pirata o Piratessa: M
Località: Bologna
Contatta: Sito web Facebook

Re: Violenza in parlamento

05/02/2014, 12:15

Bello il pezzo che hai scritto Mas.
Mi frullava in testa da un po' di giorni la stessa cosa!
Oltre a una certa dose di disgusto e demoralizzazione...
Siamo a dei livelli veramente bassi.
Povera la Costituzione!
(e poveri noi...)
Siamo sporchi, bastardi e cattivi... Siamo Pirati.

Torna a “News&Rum”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite