Avatar utente
bruno
Pirata
Messaggi: 732
Iscritto il: 13/03/2011, 18:06

Re: Romanzo in scrittura di Yukie

07/08/2011, 19:40

yukie ha scritto:Grazie Bruno.
In che senso troppo?

che sedimenta e aggiunge poco... ma devo rileggerlo senza ossessioni da correttore di bozze
Pensare è un verbo intransitivo, comunicare è un verbo intransigente

Avatar utente
Black Bart
Capitano
Messaggi: 7139
Iscritto il: 15/02/2011, 13:45
Pirata o Piratessa: M
Località: Bologna
Contatta: Sito web Facebook

Re: Romanzo in scrittura di Yukie

07/08/2011, 19:43

Ahaha Bruno, ti devi disintossicare dall'editing!!
Siamo sporchi, bastardi e cattivi... Siamo Pirati.

Avatar utente
yukie
Pirata vincitore
Pirata vincitore
Messaggi: 1624
Iscritto il: 28/04/2011, 18:03
Pirata o Piratessa: F

Re: Romanzo in scrittura di Yukie

09/08/2011, 9:53

Posto di nuovo il capitolo 4, perché ho fatto un'aggiunta al dialogo tra Margot e Jessica, che mi ha dato anche un suggerimento per il titolo del libro: FIORI NELL'ASFALTO Che cosa ne pensate?
Allegati
CAPITOLO 4.doc
(44 KiB) Scaricato 17 volte

Avatar utente
bruno
Pirata
Messaggi: 732
Iscritto il: 13/03/2011, 18:06

Re: Romanzo in scrittura di Yukie

17/08/2011, 11:21

ho riguardato il capitolo...
più che la faccenda del fiore trovo poco incisivi i racconti delle disavventure bici-motociclistiche alla psicologa
mi sembrano troppo comuni per essere significativi nella genesi del malessere di Jessica
Allegati
CAPITOLO 4bis_B.doc
(40 KiB) Scaricato 16 volte
Pensare è un verbo intransitivo, comunicare è un verbo intransigente

Avatar utente
yukie
Pirata vincitore
Pirata vincitore
Messaggi: 1624
Iscritto il: 28/04/2011, 18:03
Pirata o Piratessa: F

Re: Romanzo in scrittura di Yukie

18/08/2011, 10:09

bruno ha scritto:ho riguardato il capitolo...
più che la faccenda del fiore trovo poco incisivi i racconti delle disavventure bici-motociclistiche alla psicologa
mi sembrano troppo comuni per essere significativi nella genesi del malessere di Jessica

È proprio la banalità dell'episodio (una corsa in bici tra bambini con un piccolo incidente) a mettere in luce la reazione esagerata del padre. Jessica non ha episodi di violenza fisica o di abuso nel suo passato ma è vittima di un uomo svalutante, un padre che ha proiettato sulla figlia delle aspettative eccessive, impossibili da raggiungere, e che quindi le rimanda costantemente un'immagine negativa di sé.

Avatar utente
bruno
Pirata
Messaggi: 732
Iscritto il: 13/03/2011, 18:06

Re: Romanzo in scrittura di Yukie

19/08/2011, 12:36

yukie ha scritto:E' proprio la banalità dell'episodio (una corsa in bici tra bambini con un piccolo incidente) a mettere in luce la reazione esagerata del padre. Jessica non ha episodi di violenza fisica o di abuso nel suo passato ma è vittima di un uomo svalutante, un padre che ha proiettato sulla figlia delle aspettative eccessive, impossibili da raggiungere, e che quindi le rimanda costantemente un'immagine negativa di sé.


sì, ok, ma non ti sembra che il problema vero sia la fragilità di fronte ad atteggiamenti tutto sommato comuni? se Jessica si lascia annientare da un comportamento del padre che non è, appunto, né violento né estremo, non è soprattutto perché lei non ha capacità di reazione e di affermazione della propria indipendenza?
e non è vero che personalità simili a quella di Jessica si formano anche in famiglie che fanno della comprensione e della protezione il tratto fondamentale nel rapporto con i figli?
sono domande che mi interessano parecchio, a prescindere dal romanzo
la fragilità che vedo in tanti giovani, come l'arroganza ignorante di tanti altri, mi angosciano parecchio
Pensare è un verbo intransitivo, comunicare è un verbo intransigente

Avatar utente
yukie
Pirata vincitore
Pirata vincitore
Messaggi: 1624
Iscritto il: 28/04/2011, 18:03
Pirata o Piratessa: F

Re: Romanzo in scrittura di Yukie

19/08/2011, 14:37

bruno ha scritto:sì, ok, ma non ti sembra che il problema vero sia la fragilità di fronte ad atteggiamenti tutto sommato comuni? se Jessica si lascia annientare da un comportamento del padre che non è, appunto, né violento né estremo, non è soprattutto perché lei non ha capacità di reazione e di affermazione della propria indipendenza?

Oh yes! Hai centrato il punto. Jessica ha di suo un carattere fragile e insicuro e il fatto di crescere in una famiglia dove da sempre si è sentita dare dell'incapace non l'ha aiutata a sviluppare delle difese.

(Un classico: il padre proietta sulla figlia i suoi desideri di riscatto e di perfezione, si ritrova una bambina debole e insicura, le getta addosso la propria delusione, rimandandole un'immagine di perdente che rende la bambina sempre più debole e insicura... Un gatto che si morde la coda.)

Tentare il suicidio se vogliamo è stato il suo primo vero moto d'indipendenza, sbagliato ok, ma è stato il primo segnale di volersi affrancare da una vita tracciata per lei da altri.
Ora questo gesto ha dato il via a una serie di cose (trasloco, psicologa, fisioterapia...) a cui Jessica reagisce inizialmente nel modo che le è abituale, cioè lasciandosi trasportare da persone e situazioni, senza prendere in mano la propria vita. Un po' perché non si sente capace di farlo e un po' perché è più facile mantenere una situazione preesistente, anche quando questa ti fa soffrire, che trovare il coraggio di rompere gli schemi. Però stavolta si trova inserita in un ambiente positivo e propositivo, che la incoraggia a reagire, e un po' alla volta Jessica acquisirà la sicurezza necessaria alla propria autoaffermazione: si troverà un lavoro, prenderà coscienza dei propri desideri, imparerà a lottare per ciò in cui crede... Ma dovrà fare in fretta perché, a un certo punto della storia, l'autrice bastarda ( :lol: ) la metterà in una situazione da cui non potrà scappare e non avrà altre alternative che reagire o soccombere.

bruno ha scritto:e non è vero che personalità simili a quella di Jessica si formano anche in famiglie che fanno della comprensione e della protezione il tratto fondamentale nel rapporto con i figli?

A questa domanda non so rispondere ma immagino che il temperamento, tratto presente già alla nascita e non plasmabile come il carattere, possa incidere sulla personalità di un individuo a prescindere dall'ambiente in cui è inserito.

Avatar utente
yukie
Pirata vincitore
Pirata vincitore
Messaggi: 1624
Iscritto il: 28/04/2011, 18:03
Pirata o Piratessa: F

Re: Romanzo in scrittura di Yukie

19/08/2011, 15:23

Capitolo 5.
Ho scoperto che mi è più facile descrivere un tentato suicidio che un'infatuazione, cosa vorrra dire? :lol:
Conto sui vostri editing per migliorarlo.
Allegati
CAPITOLO 5.doc
(46 KiB) Scaricato 17 volte

Avatar utente
bruno
Pirata
Messaggi: 732
Iscritto il: 13/03/2011, 18:06

Re: Romanzo in scrittura di Yukie

21/08/2011, 13:06

editing canicolare:
Allegati
CAPITOLO 5_editing_B.doc
(43.5 KiB) Scaricato 14 volte
Pensare è un verbo intransitivo, comunicare è un verbo intransigente

Avatar utente
Black Bart
Capitano
Messaggi: 7139
Iscritto il: 15/02/2011, 13:45
Pirata o Piratessa: M
Località: Bologna
Contatta: Sito web Facebook

Re: Romanzo in scrittura di Yukie

22/08/2011, 10:35

Ho fatto il mio editing strutturale.
Ho qualche perplessità...
Non mi piace come jessica approccia i genitori di alessandro, mi sembra improbabile e anche un po' stupido da parte sua.
E nel complesso questo capitolo è quello che mi piace meno, non aggiunge granché alla storia, narrativamente un po' piatto? Nessun flash back, tutto visto dal punto di vista di jessica ( a aprte le ultime 5 righe).. Jessica in questo capitolo la trovo senza verve... va al bar con un tizio che non sopporta... accetta un lavoro senza entusiasmo... approccia i genitori con un tatto improbabile... piange dopo che alessandro si arrabbia (che si aspettava?)...
Bho.
Però tutto sommato si legge, possiamo anche dire che non tutti i capitoli devo essere fantastici e il fatto che comunque si legge bene è positivo. Quindi lo metterei come capitolo di transizione, però migliorabile.
Allegati
CAPITOLO 5_edBB.doc
(36.5 KiB) Scaricato 16 volte
Siamo sporchi, bastardi e cattivi... Siamo Pirati.

Torna a “Progetti in Stand by”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti