Avatar utente
redlie
Pirata
Messaggi: 578
Iscritto il: 15/04/2011, 22:49
Pirata o Piratessa: F
Località: Mantova

Re: I need a dollar, a dollar is what I need di Steve.

17/01/2012, 17:55

Black, aspettiamo solo te zac
Alla maledetta CLAYMORE!!!

Freaky child in the garden (cit. Freewolf)

Quando hanno distribuito il dono-della-sintesi io non ero in fila

Avatar utente
Black Bart
Capitano
Messaggi: 7139
Iscritto il: 15/02/2011, 13:45
Pirata o Piratessa: M
Località: Bologna
Contatta: Sito web Facebook

Re: I need a dollar, a dollar is what I need di Steve.

17/01/2012, 22:57

Il mio editing.
Gli ho dato una sgrossata, ci sono alcuni passaggi poco comprensibili, li ho evidenziati. Andrebbero chiariti o tolti ma è una valutazione che spetta all'autore. Mancano tutti gli spazi dopo le virgolette o dopo la punteggiatura, tanti li ho segnalati ma va controllato tutto sul doc originale. Anche la punteggiatura è da sistemare, e alla fine il dialogo è un po' confuso.
Va sicuramente riletto nel suo complesso dopo revisione.
Ah, la prima parte... E' scritta al passato mi pare con narratore esterno, poi si passa al presente dalla voce di Mia. Ci può stare? Non so... Anche per quetso mi riservo di rileggerlo dopo sgrossatura.
Cmq la seconda parte, quella al supermercato mi piace molto, è concitata, demente, fa ridere, i personaggi sono sopra le righe.
Ecco. Fatto.
Allegati
I NEED A DOLLAR.doc
(419 KiB) Scaricato 39 volte
Siamo sporchi, bastardi e cattivi... Siamo Pirati.

Avatar utente
STEVE70
Pirata
Messaggi: 359
Iscritto il: 21/03/2011, 14:51
Pirata o Piratessa: M
Località: Roma

Re: I need a dollar, a dollar is what I need di Steve.

18/01/2012, 9:50

:geek:
Appena posso, mi metto a lavoro sui due editing ricevuti. Però secondo me a Bruno e al Capitano sono avanzati i petardi di capodanno e li hanno usati per il mio racconto. Naturalmente scherzo, grazie delle correzioni.
o?

Uomo libero, amerai sempre il mare. Charles Baudelaire

Avatar utente
Black Bart
Capitano
Messaggi: 7139
Iscritto il: 15/02/2011, 13:45
Pirata o Piratessa: M
Località: Bologna
Contatta: Sito web Facebook

Re: I need a dollar, a dollar is what I need di Steve.

18/01/2012, 9:58

Per quanto un testo possa sembrare a posto quando lo editi è sempre così... Se vedi l'editing di quello di parachute ci sono tante cose anche lì, eppure è stato scelto come primo classificato. Popi nel mio editing ci sono cose da correttore di bozza oltre che da editing, tutti gli spazietti dopo le virgole ecc... se togli quella robina lì non è un massacro!
Siamo sporchi, bastardi e cattivi... Siamo Pirati.

Avatar utente
redlie
Pirata
Messaggi: 578
Iscritto il: 15/04/2011, 22:49
Pirata o Piratessa: F
Località: Mantova

Re: I need a dollar, a dollar is what I need di Steve.

18/01/2012, 13:28

E il racconto non è ancora passato da me... zac :mrgreen:
Alla maledetta CLAYMORE!!!

Freaky child in the garden (cit. Freewolf)

Quando hanno distribuito il dono-della-sintesi io non ero in fila

Avatar utente
redlie
Pirata
Messaggi: 578
Iscritto il: 15/04/2011, 22:49
Pirata o Piratessa: F
Località: Mantova

Re: I need a dollar, a dollar is what I need di Steve.

18/01/2012, 13:37

Scherzi a parte, Steve, per piacere, aspetta anche la mia versione di editing, così dopo hai la conta completa di quanti petardi ci siamo risparmiati a capodanno... :lol:
Alla maledetta CLAYMORE!!!

Freaky child in the garden (cit. Freewolf)

Quando hanno distribuito il dono-della-sintesi io non ero in fila

Avatar utente
redlie
Pirata
Messaggi: 578
Iscritto il: 15/04/2011, 22:49
Pirata o Piratessa: F
Località: Mantova

Re: I need a dollar, a dollar is what I need di Steve.

22/01/2012, 13:34

Buongiorno Steve e tutti qui a pescepirata,

eccomi con le idee leggermente schiarite su "I need a dollar..."
Quando ho letto la prima volta questo brano, poco dopo aver postato il mio per il contest, la sensazione è stata che la prima parte non c'entrasse nulla e fosse stata messa lì per errore, tipo con un copia-incolla sbagliato.
Questo perchè c'è un salto esagerato tra il racconto del prologo e la storia vera e propria. Il cambio di POV, io narrante, tempo, stile sono davvero troppo. Se la prima lettura può lasciare sgomenti, poi riprendendo da capo si capiscono bene le intenzioni di Steve, ma già è tanto se il lettore ci dà una sola possibilità. Anche Meggie, l'ho trovata subito troppo aggressiva, un po' snaturata, rispetto alla Meggie che viene descritta nel bando, mentre invece un crescendo "brava moglie-moglie disperata-moglie aggressiva-moglie catatonica", potrebbe dare più spessore al personaggio. Una cosa che per esempio per me è fuori luogo è la battuta iniziale di Meggie con Blondie per descrivere Sammy... in un'ambientazione bigotta i panni sporchi si lavano in famiglia e di certo non si sbandierano all'amica intrigante.

L'introduzione è il problema principale del racconto e secondo me va eliminata.
Nella versione che propongo l'ho integrata nel testo e ho messo le parole in bocca a Mia, è ovvio che si tratta di una mia interpretazione e che si può fare anche in modo differente, ciò che va livellato il più possibile è il salto tra la prima e la seconda parte, comunque.
Nella mia versione sicuramente sono rimasti refusi, errori di battitura e altre cose da sistemare... vorrei che fosse considerata intanto una proposta di "struttura", e se a Steve dovesse piacere come idea, un work in progress da editare ancora.

Detto questo, forse è il caso che spieghi perchè in tutti i racconti (gazza, in parte, parachute, tizio e ora steve) ho cercato di livellare i salti temporali, limitare i flash back, semplificare.
Penso che la brevità del racconto non ammetta virtuosismi, soprattutto non li permette a persone che, come tutti noi, stanno imparando. Non possiamo permetterci di dare al lettore il pretesto per staccarsi: se siamo in grado di legarlo, di portarlo fino in fondo senza maledirci (di portare a casa dignitosamente la storia, come mi piace dire), allora vedrà che scriviamo bene e che abbiamo idee originali. Ma se lo perdiamo dopo la prima pagina, difficilmente ci darà un'altra possibilità in seguito. Quando saremo bravi, ma bravi davvero, quando la nostra tecnica sarà consolidata, allora sì che potremo iniziare a sperimentare.
Insomma, sarò tradizionalista, ma prima di improvvisarci "Picasso" della narrativa, magari è meglio se impariamo a fare un bel ritratto.
Cosa ne dite?

Ok... Steve, non maledirmi troppo, :shock:
Allegati
Steve-redlie.doc
(76 KiB) Scaricato 46 volte
Alla maledetta CLAYMORE!!!

Freaky child in the garden (cit. Freewolf)

Quando hanno distribuito il dono-della-sintesi io non ero in fila

Avatar utente
STEVE70
Pirata
Messaggi: 359
Iscritto il: 21/03/2011, 14:51
Pirata o Piratessa: M
Località: Roma

Re: I need a dollar, a dollar is what I need di Steve.

23/01/2012, 15:23

Nella prima versione iniziava così, con Mia sotto il portico che annusa i guantoni. Probabilmente la versione finale che terrà conto di tutti gli editing sarà simile a questa. o?

Uomo libero, amerai sempre il mare. Charles Baudelaire

Avatar utente
redlie
Pirata
Messaggi: 578
Iscritto il: 15/04/2011, 22:49
Pirata o Piratessa: F
Località: Mantova

Re: I need a dollar, a dollar is what I need di Steve.

23/01/2012, 15:36

Ciao, Steve, ok, aspettiamo tue notizie.
:)
Alla maledetta CLAYMORE!!!

Freaky child in the garden (cit. Freewolf)

Quando hanno distribuito il dono-della-sintesi io non ero in fila

Avatar utente
Black Bart
Capitano
Messaggi: 7139
Iscritto il: 15/02/2011, 13:45
Pirata o Piratessa: M
Località: Bologna
Contatta: Sito web Facebook

Re: I need a dollar, a dollar is what I need di Steve.

31/01/2012, 10:57

Steve (bestia!), come sei messo?
Vorremmo chiudere i lavori di editing e portare avanti tutto quello che ruota intorno all'antologia.
Se non hai ancora il racconto pronto riesci a darci una data presunta in cui lo posterai?
Grazie!!
Siamo sporchi, bastardi e cattivi... Siamo Pirati.

Torna a “Antologia Black Comedy”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite