Avatar utente
grilloz
Capitano
Messaggi: 1871
Iscritto il: 20/10/2014, 19:41
Pirata o Piratessa: M
Località: Dresda
Contatta: Facebook Google+

Re: Ivrin

23/03/2017, 9:27

Allora vado con gli insulti? :twisted: :lol:
L'impressione generale è che ci sia materiale per 20 pagine (anche di più) altro che sei... (non ti preoccupare, faccio sempre lo stesso errore anche io), mi è sembrato quasi di trovarmi di fronte ad appunti più che a un racconto compiuto, c'è un po' questo saltare da un punto all'altro, col tempo che scorre troppo velocemente saltando da un evento all'altro senza una malgama che tenga tutto insieme, mancano descrizioni d'ambiente e dei personaggi. Quindi il mio consiglio in tutto questo e di mostrare i più e raccontare di meno, guida il lettore attraverso le immagini e conducilo dove vuoi tu.
Poi ci sarebe da fare attenzione ai tempi verbali, in qualche punto mi è parso che la consecutio si sia un po' persa.
La prefazione: davvero la ritieni necessaria? Mi è sembrato più un appunto a te stesso. Perchè invece nonti dedichi di più al narratore? Come usava nei vecchi romanzi, insomma. (Ogni tanto mi vien voglia di scrivere qualche contributo sulla figura del narratore, ma poi vince la pigrizia :P ). Anche perchè in alcuni punti sembra che tu scelga la terza persona e poi torni in prima.
Infine restano alcuni dettagli, tipo:
aveva aspettato sulla soglia della porta

E di cos'altro se no?
Ma i dettagli si mettono a posto poi con calma ;)

<|>

Avatar utente
grilloz
Capitano
Messaggi: 1871
Iscritto il: 20/10/2014, 19:41
Pirata o Piratessa: M
Località: Dresda
Contatta: Facebook Google+

Re: Ivrin

23/03/2017, 9:29

Ah dimenticavo (che non di soli insulti vive il pirata, ma anche di patate, fritte, se è fortunato)
Il personaggio della demonessa mi piace, con le sue cornette (andrebbero approfonditi anche i suoi studi di alchimia) e l'ambientazione mi sembra promettente.

<|>

Avatar utente
ArtiXmi
Pirata vincitore
Pirata vincitore
Messaggi: 485
Iscritto il: 26/10/2016, 22:23
Pirata o Piratessa: M
Località: La città un pò stretta
Contatta: Facebook

Re: Ivrin

23/03/2017, 10:43

grilloz ha scritto:Allora vado con gli insulti? :twisted: :lol:
L'impressione generale è che ci sia materiale per 20 pagine (anche di più) altro che sei... (non ti preoccupare, faccio sempre lo stesso errore anche io), mi è sembrato quasi di trovarmi di fronte ad appunti più che a un racconto compiuto, c'è un po' questo saltare da un punto all'altro, col tempo che scorre troppo velocemente saltando da un evento all'altro senza una malgama che tenga tutto insieme, mancano descrizioni d'ambiente e dei personaggi. Quindi il mio consiglio in tutto questo e di mostrare i più e raccontare di meno, guida il lettore attraverso le immagini e conducilo dove vuoi tu.
Poi ci sarebe da fare attenzione ai tempi verbali, in qualche punto mi è parso che la consecutio si sia un po' persa.
La prefazione: davvero la ritieni necessaria? Mi è sembrato più un appunto a te stesso. Perchè invece nonti dedichi di più al narratore? Come usava nei vecchi romanzi, insomma. (Ogni tanto mi vien voglia di scrivere qualche contributo sulla figura del narratore, ma poi vince la pigrizia :P ). Anche perchè in alcuni punti sembra che tu scelga la terza persona e poi torni in prima.
Infine restano alcuni dettagli, tipo:
aveva aspettato sulla soglia della porta

E di cos'altro se no?
Ma i dettagli si mettono a posto poi con calma ;)

<|>


La prefazione no, non è necessaria. Sarà il primo taglio che faccio.
Si, il materiale non manca ma la mia idea è di invogliare il lettore con questi racconti brevi per ritrovarne un riscontro.
Per i dettagli mi ha già frustato Masmas XD ma uno scudisciata la si accetta di buon grado.

grilloz ha scritto:Ah dimenticavo (che non di soli insulti vive il pirata, ma anche di patate, fritte, se è fortunato)
Il personaggio della demonessa mi piace, con le sue cornette (andrebbero approfonditi anche i suoi studi di alchimia) e l'ambientazione mi sembra promettente.

<|>


Per gli studi potrei farci qualcosa ma non vorrei trovarmi a appesantire lo scritto.
L'ambientazione c'è ma sfruttarla bene non credo di esserne capace XD.
Spero che la pigrizia si faccia battere dalla voglia di spiegarmi la storia di un narratore. Di certo conoscere non fa mai male. Mica son mozzo per nulla.
Daje Grilloz che non sarei l'unico a farne tesoro.

conosco il posto dove Masmas tiene una botte di rum, te la porto subitissimo!
Il Mozzo.
https://www.facebook.com/ArtiXmi
Comunque, senza il lupo non esisterebbe nessuna fiaba

Avatar utente
grilloz
Capitano
Messaggi: 1871
Iscritto il: 20/10/2014, 19:41
Pirata o Piratessa: M
Località: Dresda
Contatta: Facebook Google+

Re: Ivrin

23/03/2017, 11:11

ArtiXmi ha scritto:conosco il posto dove Masmas tiene una botte di rum, te la porto subitissimo!

:shock: e come l'hai scoperto? :shock:
ArtiXmi ha scritto:Si, il materiale non manca ma la mia idea è di invogliare il lettore con questi racconti brevi per ritrovarne un riscontro.

Se vuoi scrivere racconti allora focalizzati sui racconti: mira dritto al bersaglio e lascia stare tuto quello che c'è intorno, ovvero racconta solo l'episodio, lasciando fuori il resto, gli antefatti, i personaggi secondari, ecc, ma tenendoli bene a mente e inserendoli come piccoli dettagli qui e lì per dare forma e colore alla storia.
ArtiXmi ha scritto:L'ambientazione c'è ma sfruttarla bene non credo di esserne capace XD.

Sù forza, mica per niente ti abbiamo fatto pelare tutte quelle patate? Hai presente? dai la cera, togli la cera...
:P
<|>

Avatar utente
ArtiXmi
Pirata vincitore
Pirata vincitore
Messaggi: 485
Iscritto il: 26/10/2016, 22:23
Pirata o Piratessa: M
Località: La città un pò stretta
Contatta: Facebook

Re: Ivrin

23/03/2017, 17:22

grilloz ha scritto:
ArtiXmi ha scritto:conosco il posto dove Masmas tiene una botte di rum, te la porto subitissimo!

:shock: e come l'hai scoperto? :shock:
ArtiXmi ha scritto:Si, il materiale non manca ma la mia idea è di invogliare il lettore con questi racconti brevi per ritrovarne un riscontro.

Se vuoi scrivere racconti allora focalizzati sui racconti: mira dritto al bersaglio e lascia stare tuto quello che c'è intorno, ovvero racconta solo l'episodio, lasciando fuori il resto, gli antefatti, i personaggi secondari, ecc, ma tenendoli bene a mente e inserendoli come piccoli dettagli qui e lì per dare forma e colore alla storia.
ArtiXmi ha scritto:L'ambientazione c'è ma sfruttarla bene non credo di esserne capace XD.

Sù forza, mica per niente ti abbiamo fatto pelare tutte quelle patate? Hai presente? dai la cera, togli la cera...
:P
<|>


Sono un mozzo e per lustrare la nave ho accesso a posti che neanche i capitani conoscono.
era la tua botte di rum che ho girato a Masmas e ora la riporto a te come regalo u.u

Mira dritto al bersaglio... Con la scrittura, nel mio caso, è come scoccare una freccia su un bersaglio a 15 metri e vedere la freccia piantata a due passi da me :(
E io sono quello che ha pelato le vele.
Ho dato il "c'era", è finito in " una volta..."
Il Mozzo.
https://www.facebook.com/ArtiXmi
Comunque, senza il lupo non esisterebbe nessuna fiaba

Avatar utente
ArtiXmi
Pirata vincitore
Pirata vincitore
Messaggi: 485
Iscritto il: 26/10/2016, 22:23
Pirata o Piratessa: M
Località: La città un pò stretta
Contatta: Facebook

Re: Ivrin

03/04/2017, 22:41

Testo rettificato.
Attendo un nuovo giro d'insulti, quelli sono come le patate. Non finiscono mai.

Ivrin.docx
(23.57 KiB) Scaricato 26 volte
Il Mozzo.
https://www.facebook.com/ArtiXmi
Comunque, senza il lupo non esisterebbe nessuna fiaba

Avatar utente
Gattoula
Pirata vincitore
Pirata vincitore
Messaggi: 898
Iscritto il: 28/02/2017, 15:28
Pirata o Piratessa: F

Re: Ivrin

06/04/2017, 14:06

Non mancheremo di insultarti a dovere <3
(Però non prometto di leggerti prima di lunedì!)
La vita non consiste soprattutto - e nemmeno in gran parte - in fatti e avvenimenti.
Consiste soprattutto nella tempesta di pensieri che infuria senza posa nella nostra mente.
(Mark Twain)

Avatar utente
MasMas
Pirata
Messaggi: 10180
Iscritto il: 18/06/2011, 21:30
Pirata o Piratessa: M
Località: Imola
Contatta: Sito web Facebook Google+

Re: Ivrin

10/04/2017, 13:54

L'ho letto. Questa volta tutto d'un fiato.

La scrittura è valida, lo stile buono.
Però posso dire una roba?
Rileggendolo tutto insieme, mi sono accorto di aver colto del tutto la trama solo adesso. Sembra la trama di un libro (anzi due), ogni riga succedono cose, anzi vengono accennate. Per me che sono un po' tardo ci sono volute tre letture per capirlo tutto. Un po' il contrario dell'Immemore, dove invece il tempo è dilatato, c'è molta narrazione di contorno.
Qui, io dovessi metterci le mani penserei a spiegare un pochino di più cosa succede, tutta la trama che si svolge.
Che ne dite? (Artix e gli altri)
Da vicino nessuno è nOrMaLe
La vita è una corsa, e io sto cercando una panchina
Una risata vi seppellirà

Avatar utente
ArtiXmi
Pirata vincitore
Pirata vincitore
Messaggi: 485
Iscritto il: 26/10/2016, 22:23
Pirata o Piratessa: M
Località: La città un pò stretta
Contatta: Facebook

Re: Ivrin

10/04/2017, 17:03

...
Grilloz aveva pronosticato una ventina di pagine.
Qualche altro... senza fare nomi ( e indicando una Geara a caso) ne ha viste molte di più.
Ora mi trovo fermo a un palo.
Sedutoci sopr ehm coff Coff.
Sembra più una sinossi che un racconto breve.
Ho scritto la traccia del secondo racconto, ne uscirebbe un nuovo libro.
Mi sono fermato con un punto interrogativo: che faccio?
L'80% e più, di Ivrin è tell don't show, questo servirebbe a dare luce allo scritto?
E la domanda a cui non trovo risposta, dopo aver visto le pecche immense de L'Immemore, riuscirei a gestire uno scritto più corposo?
La mia semplice risposta è: non lo so.
Da giovedì non tocco il pc.
Il Mozzo.
https://www.facebook.com/ArtiXmi
Comunque, senza il lupo non esisterebbe nessuna fiaba

Avatar utente
Titty
Pirata vincitore
Pirata vincitore
Messaggi: 1773
Iscritto il: 30/07/2016, 16:10
Pirata o Piratessa: F

Re: Ivrin

10/04/2017, 20:14

Se non tocchi PC da giovedì per scrivere hai fatto bene.
Lo ripeto a oltranza come un mantra che ci si deve staccare da uno scritto.
Avrai una mente più lucida per sapere cosa fare.
"Di una cosa sono convinto: un libro deve essere un'ascia per il mare ghiacciato che è dentro di noi".

F. Kafka

Torna a “Scrittura Assistita”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite