Avatar utente
Jacopo
Pirata
Messaggi: 145
Iscritto il: 19/03/2012, 17:44
Pirata o Piratessa: M

Colpa di quel nuovo freddo

18/04/2018, 11:17

Sotto la grigia tettoia della fermata del bus, un bello spaccato di umanità infagottato nei propri giubbotti.
Renzo li osservò di sottecchi prima di mischiarsi fra loro.
Una folata di vento gelido gli arricciò la barba lunga e l’uomo mise le mani in tasca un po’ per lenire la pelle spaccata dal freddo, un po’ per riscaldarsi il petto con del fumo.
Le sue tasche però, erano vuote: di tabacco, filtri e cartine, neppure l’ombra.
Colpa di quel nuovo freddo, così improvviso e penetrante. Così nordico e tagliente. Così feroce da costringerlo ad uscire di casa col suo cappottone da neve, quello che usava per la settimana bianca, e non col suo spolverino di sempre, quello dell’ufficio e del bar, quello dove teneva il fumo e i biglietti accartocciati da pendolare
Sbuffò e uno dei giubbotti si girò verso di lui. Nel suo interno, una ragazza di forse diciannove anni. Aveva gli occhi castani dietro le lenti spesse e un ciuffo biondo faceva capolino da sotto al cappello. Naso e bocca non c’erano, solo una enorme sciarpa rossa. Era più bassa dell’uomo, ma di poco, forse cinque centimetri e portava scarpe in tela, decisamente inadatte a quel clima boreale.
Renzo le sorrise e abbassò lo sguardo e lei concordò che quella fosse proprio una giornata di merda.
- Si, brutto tempo - ammise Renzo.
- Non solo.
L’uomo la guardò perplesso e non riuscì a capire se sorridesse o meno dietro la sciarpa.
- Già - disse dopo poco, - ho lasciato il tabacco a casa.
- Oh, ma quello non è un problema - fece lei e dalla borsa che portava a tracolla tirò fuori una manciata di drum sfuso, filtri e cartine.
Glieli porse tutti assieme, tenendoli sul palmo teso.
Renzo prese un filtro e se lo infilò in bocca e poi una cartina e la tenne tra indice e medio della mano destra e con la sinistra agguantò il drum e lo adagiò sulla cartina aperta e bisbigliò un grazie e stavolta lei sorrise anche se lui non la vide.
Compattò il tabacco sparso contro la carta semilucida e fece cadere il filtro poco dietro, ma quando arrivò il momento di chiudere la sigaretta le sue dita si rifiutarono di eseguire. Il pollice non si piegava e l’indice non voleva saperne di scivolare verso il palmo. Non riusciva a rullare. Troppo freddo, non sentiva più neppure la punta delle dita. Un po’ di tabacco cadde da un’estremità e Renzo si lasciò sfuggire un verso di frustrazione.
Levò il capo verso la ragazza che lo studiava assiduamente.
- Puoi?
Quella gli tolse la sigaretta sfatta dalle mani e la chiuse abilmente. Leccò la colla, arrotolò e strappò via la cartina in eccesso. Gliela ripassò, un tubicino perfettamente cilindrico, liscio e candido, costantemente compatto in ogni suo punto.
- Grazie - le disse ancora Renzo e rimase così, con la sigaretta in bocca e le mani in tasca.
Alcune gocce, e alcuni fiocchi, cominciarono a cadere. Il loro ticchettio rimbombava assordante sotto la tettoia della fermata. La ragazza fissò Renzo per ancora qualche istante e poi scoppiò a ridere di gusto, abbastanza da doversi piegare in due.
Schiuse le labbra più volte, forse nel tentativo di dirgli qualcosa, ma fra le lacrime ed il riso convulso non gli riuscì. Si schermò il volto arrossato con una mano e, senza nemmeno guardarlo, gli passò un bic rosso che aveva recuperato dal fondo della sua tracolla.
Renzo lo prese, accese, tirò una boccata e sentì il fumo bruciarli gola e petto. Glielo restituì.
Poi venne il quattordici e la ragazza ci salì sopra. Renzo aspettò il diciassette fumando.
Silly monkeys... give them thumbs, they forge a blade.

Avatar utente
MasMas
Pirata
Messaggi: 10180
Iscritto il: 18/06/2011, 21:30
Pirata o Piratessa: M
Località: Imola
Contatta: Sito web Facebook Google+

Re: Colpa di quel nuovo freddo

22/04/2018, 10:34

Carino questo spaccato di vita, che forse suggerisce un seguito, chissà. In poche battute un bel quadretto.
C'è una lunga frase al centro in cui metterei un po' di punteggiatura per aggiungere una pausa.
Da vicino nessuno è nOrMaLe
La vita è una corsa, e io sto cercando una panchina
Una risata vi seppellirà

Avatar utente
samy74
Nostromo
Messaggi: 938
Iscritto il: 06/10/2014, 19:22
Pirata o Piratessa: F
Località: Roma
Contatta: Sito web Facebook Skype Twitter

Re: Colpa di quel nuovo freddo

01/05/2018, 8:39

bello questo inale che lei sale e lui aspetta. il fumo che fa da contorno. Uno spaccato reale di vita quotidiana.

Torna a “SPAZIO AUTORI”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite