Simy11
Messaggi: 2
Iscritto il: 29/07/2016, 11:24
Pirata o Piratessa: F

F.

25/02/2018, 0:02

Salve a tutti,
non so se definirlo esattamente un racconto questo pezzo, è più una dedica che ho voluto fare ad una mia amica e alle sue insicurezze per quanto riguarda il suo aspetto fisico (insomma, i soliti complessi di noi ragazze :D ).
I riferimenti alla passione per il make-up li ho inseriti proprio perché questa mia amica è una truccatrice, lo specifico perché forse letto così non rende tanto.

Ecco qui, risale all'anno scorso quindi potreste provare qualche imperfezione, ma mi giustifico dicendo che sono ancora giovane hahah.
Sbatté le palpebre più più e volte.
Come se volesse accettarsi che l'immagine riflessa allo specchio fosse proprio la sua.
Minuti che parvero interminabili li trascorse a contemplare quella figura che tanto detestava.
Possibile che quei suoi occhi dalle tonalità cangianti, sebbene dotati di chiarezza splendente, fossero così ciechi?
Non curanti della bellezza esibita dallo specchio.
Federica non comprendeva, si guardava senza vedersi davvero.
Soffermandosi su dettagli che credeva le impedissero di potersi definire davvero bella.

Sul pavimento di marmo del bagno giacevano asciugamani e flaconi di shampoo, scaraventati a terra pochi attimi prima durante una crisi di rabbia.
Dal rubinetto, un po' arrugginito, gocce di acqua suonavano una monotona sinfonia, un ticchettio continuo che ricordava quello dell'orologio.
Federica era stesa sul letto della sua stanza, disordinata, aria satura dell'odore del fumo di sigaretta che proveniva dalla stanza del fratello.Si chiedeva spesso perché non potesse fuggire via, in un luogo non infestato dai fantasmi del suo passato e al sicuro dalle minacce del futuro.
Tatuaggi sul corpo e cicatrici su un cuore, preso di mira troppe volte da chi con i suoi sentimenti ci aveva giocato troppo a lungo.
Mente ottenebrata da ricordi dolorosi, sguardo velato di tristezza, sorriso forzato custode di dolore dissimulato.

Federica avrebbe voluto nascondere col trucco, passione che tanto amava, tutte le imperfezioni di un'adolescenza vissuta troppo in fretta.
Dare colore alla propria vita così come il rossetto esaltava delle labbra spente e sottili.
Federica non capiva.
Federica non vedeva.
Non vedeva che quel corpo verso il quale provava tanta avversione era il corpo di una donna, la bellezza della sinuosità, della carnalità.
Sui suoi occhi aleggiavano quelle nuvole di nebbia generati dall'errore della società, che imponeva canoni, schemi, regole.
La società stessa non ricordava che la bellezza non segue dettami, né soggiace a leggi.
La bellezza è un ente ben più superiore, e Federica ne ha da vendere.
Federica non capisce quanto è bella quando sorride, è convinta che viene bene in foto solo con un broncio.
Federica ama far risaltare i suoi occhi tirati con eyeliner e mascara, ma non capisce che sono belli anche solo illuminati dalla luce del sole di una mattina primaverile.

Federica un giorno avrà ciò che si merita, gioia, soddisfazione, felicità, calma, equilibrio.
Federica deve avere pazienza, deve essere forte perché la vita le sorriderà quando lei sorriderà alla vita.
Federica è parte integrante della natura che copre ogni parte del pianeta, essenza di vera bellezza.
Lei cela nella sua anima quel coraggio che ogni tanto viene meno, quella forza che ogni tanto si indebolisce, quella passione che la spinge ad alzare ogni volta la spada e a continuare a lottare.

Avatar utente
Nils Desperandum
Pirata vincitore
Pirata vincitore
Messaggi: 68
Iscritto il: 30/12/2017, 12:35
Pirata o Piratessa: M

Re: F.

06/03/2018, 13:03

Ciao Simy11,
sante parole le tue. Per quanto la lettera termini con una nota un po' ingenua, andrebbe mandata a tante persone.

Non potendo commentare su trama e intreccio, mi limiterò a commentare lo stile. Magari non te ne frega niente, ma penso sia un buon esercizio sia per me che per te. Io penso che scrivere sia un'attività che richiede molta attenzione ai dettagli e quest'ultima più la si allena e meglio è o?

Simy11 ha scritto:Sbatté le palpebre più più e volte.

più e più

Simy11 ha scritto:Come se volesse accettarsi

accertarsi

Simy11 ha scritto:Federica non comprendeva, si guardava senza vedersi davvero.
Soffermandosi su dettagli che credeva le impedissero di potersi definire davvero bella.

Io metterei la virgola tra le due frasi, sono troppo connesse per un punto secondo me.

Simy11 ha scritto:Federica era stesa sul letto della sua stanza, disordinata

Nella prima frase il soggetto è Federica, ma poi parli della stanza giusto?
Messa così stai dicendo che Federica è disordinata.

Simy11 ha scritto:Federica era stesa sul letto della sua stanza, disordinata, aria satura dell'odore del fumo di sigaretta

Mi sembra scorra meglio con "l'aria satura della puzza di sigaretta".

Simy11 ha scritto:che proveniva dalla stanza del fratello.Si chiedeva spesso perché non potesse fuggire via

Manca lo spazio.

Simy11 ha scritto:Tatuaggi sul corpo e cicatrici su un cuore, preso di mira

Non suona meglio "Tatuaggi sul corpo e cicatrici sul cuore, un cuore preso di mira"?

Simy11 ha scritto:preso di mira troppe volte da chi con i suoi sentimenti ci aveva giocato troppo a lungo.

Troppi "troppo" :lol:

Simy11 ha scritto:sorriso forzato custode di dolore dissimulato

Questa frase non scorre bene.

Simy11 ha scritto:La società stessa non ricordava che la bellezza non segue dettami

Magari è una questione di opinioni, ma qui mi apri il tema complesso delle cattive influenze della società e me lo chiudi con una questione di scarsa memoria. Troppo comodo zac

Simy11 ha scritto:viene bene in foto solo con un broncio

"con il broncio"?

Simy11 ha scritto:avrà ciò che si merita, gioia, soddisfazione, felicità, calma, equilibrio

"merita: gioia"

A rileggerti!
o!

Avatar utente
paolino66
Nostromo
Messaggi: 747
Iscritto il: 19/01/2013, 7:08
Pirata o Piratessa: M

Re: F.

06/03/2018, 18:42

Beata te che sei giovane! Cominciamo dunque dall'inizio. Lo dico in senso letterale, perché chi legge il tuo post deve andarsi a cercare il vero inizio.

Scrivi giusto per passatempo? Hai intenzione di fare qualcosa di più, p.es. partecipare a concorsi letterari, puntare in seguito alla pubblicazione di qualcosa?

Considera che io sono un rompiscatole, mi occupo dell'Area Didattica...


Paolino
Io stimo più il trovar un vero, benché di cosa leggiera, che 'l disputar lungamente delle massime questioni senza conseguir verità nissuna.

(G. Galilei)

Torna a “SPAZIO AUTORI”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite