Catia Capobianchi
Pirata
Messaggi: 6
Iscritto il: 19/12/2017, 17:59
Pirata o Piratessa: F

Uomini in vetrina

26/01/2018, 16:12

Uomini in vetrina



«Buongiorno, posso?» chiesi timidamente.
«Dica, dica.» rispose il negoziante.
«Vorrei un’informazione.»
«Dica, dica.»
«Ehm.. dove posso trovare un uomo?»
«Come lo vuole?»
«Ah! Posso scegliere?» domandai imbarazzata.
«Sì, certo!» rispose con naturalezza.
«Ehm.. dunque.. vediamo.»
«Vuole dare un’occhiata il catalogo, o, entrare direttamente ai reparti?» domandò gentilmente.
«Preferirei andare ai reparti!»
«Allora prego, vada avanti e vedrà sulla destra un reparto, dove potrà scegliere uomini di razza bianca e, alla sinistra, uomini di razza nera. Si accomodi.» m’invitò indicandomi la direzione.
«Scusi.» Notai un atro reparto, e fui curiosa di informarmi di cosa si trattasse.
«Dica, dica.»
«Mi sembra di scorgere un reparto centrale.. dove c’è molta gente, e lì cosa c’è?»
«Ehm.. c’è una via di mezzo.»
«Ossia?» insistetti.
«Mah.. non saprei definire, diciamo tra un uomo e una donna!»
«Ah! Grazie per la gentilezza, allora vado?»
«Prego, vada vada!»
«Bene signorina, ha scelto?»
«Direi di sì!»
«Dica dica!»
«Ehm..»
«Non sia timida, sono qui apposta, dica!» m’incoraggiò il negoziante.
«Sì, dico!»
«Allora?»
«Avrei scelto Luca.»
«Codice d’identificazione?»
«Q.l.2.» risposi frettolosamente.
«Vediamo.. dunque, razza bianca, dolce, Q.I.2. Eccolo! Oh! Mi dispiace, è esaurito.»
«Noo!»
«Sì.» rispose dispiaciuto.
«Se vuole, può andare a dare un’altra occhiata.» suggerì il negoziante sorridendo.
«Ehm no, guardi se c’è L.R.5.»
«Subito! Allora, razza nera, super dotato, arrabbiato, L.R.5! Mi dispiace è fuori serie.»
«E perché?»
«Perché era troppo arrabbiato.»
«Ah!»
«Se vuole, può dare un'altra occhiata più avanti, potrà disporre di varie etnie.»
«Faccio subito.»
«Vada vada.»
«Bene signorina, stavolta spero di accontentarla.» attestò speranzoso.
«Speriamo! Dunque avrei deciso per P.E.4.»
«Allora vediamo razza indiana, schiavo prestante e voglioso P.E.4. Mi dispiace! Ma sa che lei è proprio sfortunata?»
«E si!» risposi avvilita.
«Allora cosa vuole fare?»
«E che ci sono talmente tanti uomini, ma quelli che voglio non ci sono.»
Il negoziante si sporse un poco dal bancone, e in confidenza disse: «Perché non prova sulla terza strada più avanti?»
«Cosa c’è lì?» chiesi stuzzicata.
«È un nuovo negozio, si chiama Robotmen.»
«Interessante.» asserì.
«Già, purtroppo!» confermò, lievemente abbattuto il negoziante.
«E allora perché me lo consiglia?»
«Tanto l’avrebbe visto.»
«Scusi.. » Non capivo.
«Dica dica.»
«Di cosa si tratta?» domandai incuriosita.
«Di uomini meccanici.»
«Ma.. sono robot?» sostenni incredula.
«Venga più vicino..»
«Sì.. » mi accostai.
«Sono più autentici degli uomini veri!»
«Ah.. davvero? Ma lei come fa a saperlo?»
«Prima che quel negozio aprisse, ero un uomo sposato.»
«E poi?» lo invitai a continuare.
«Mia moglie mi ha lasciato per Duca Robot 3!»
«Mi dispiace! Non è possibile, è pur sempre un robot!»
«Senta.. non ci sono mai entrato, ma da quello che ho sentito dire, se ne incontra uno per strada, non riesce a distinguere la differenza!»
«Così dicendo perderà la clientela!»
«Che ci posso fare, anche mia figlia ha preso un Robtmen, e l’ha sposato!»
«No!» non credevo alle sue parole.
«Sì, e le dirò di più! Non ho mai visto mia figlia così felice!»
«E sua moglie?»
«Mi dispiace ammetterlo, ma anche lei è felice.»
Pensai, che se sua figlia e la moglie, avevano fatto quella scelta trovando la felicità, forse anch’io avrei avuto qualche possibilità: «Mi ha convinto! Allora vado!»
«Vada vada.»
«Beh.. è stato un piacere.» dissi prima di andarmene. Fui un po’ dispiaciuta per il negoziante, all’apparenza sembrava un bravo uomo… ma non volli approfondire l’argomento.
«Piacere mio.»
«Spero che lei non debba chiudere!»
«Beh.. finché c’è richiesta nella corsia centrale, andiamo avanti!»
«Sì, sicuramente lì, la crisi non c’è!»
«Sa qual è il problema o meglio la mia paura?» intervenne il negoziante leggermente contrariato.
«Quale?»
«Spero che non facciano Robot unisex!»
«E già, non ci avevo pensato..»
«Anche perché ho pagato a mie spese, e lei intende ciò che voglio dire.. » affermò.
«Sì.»
«Nessuno si è mai lamentato di aver acquistato un Robotmen! Che tempi! La tecnologia si sta impossessando di noi, tra un po’ il mondo sarà di loro e noi saremmo rottamati!» concluse.
«Sì ha proprio ragione.. scusi sa, vado! Non vorrei trovare chiuso.»
«Sì, vada vada.»

Avatar utente
Nils Desperandum
Pirata vincitore
Pirata vincitore
Messaggi: 68
Iscritto il: 30/12/2017, 12:35
Pirata o Piratessa: M

Re: Uomini in vetrina

28/01/2018, 23:50

Ciao Catia,
ho trovato l'atmosfera del racconto molto particolare, piacevolmente surreale. Mi è piaciuto molto il commerciante! Come lati negativi, non ho ben capito la questione del reparto centrale e ho trovato la morale è un po' banale.

Al di là di qualche errore di battitura, che ti consiglio di identificare passando il testo per un qualsiasi editor con correzione ortografica, penso che ci sia qualche problema qua e là con l'uso delle caporali e la punteggiatura, tipo:
«Scusi.» Notai un atro reparto,

Che credo dovrebbe essere: "«Scusi». Notai un altro reparto,".

il mondo sarà di loro e noi saremmo rottamati!

Qui ci andrebbe: "il mondo sarà di loro e noi saremo rottamati!"

Altra questione piuttosto importante: usi molto spesso i due punti ma... non quadrano. O uno o tre.

A rileggerti, o!

Avatar utente
monia74
Pirata vincitore
Pirata vincitore
Messaggi: 1342
Iscritto il: 22/09/2015, 18:40
Pirata o Piratessa: F
Località: Correggio
Contatta: Facebook

Re: Uomini in vetrina

29/01/2018, 8:06

Ciao! Molto carino, bella l'idea (che l'uomo che cerchi è sempre esaurito :D)
Si è un po spento sul finale secondo me. Io avrei tagliato tutto il pezzo finale, fermandomi quando dice 'tanto l'avrebbe visto'
Tutto il resto per me è sottinteso e intuibile. Al massimo se h vuoi caratterizzare il venditore potresti anticiparlo prima, tra le battute, tipo 'ah pure lei cerca questo tipo... Quelli come me non vanno piu.' ( detta meglio ovviamente :))
Tutti i libri sono autobiografici nelle emozioni.

Torna a “SPAZIO AUTORI”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite