Avatar utente
Gattoula
Pirata vincitore
Pirata vincitore
Messaggi: 699
Iscritto il: 28/02/2017, 15:28
Pirata o Piratessa: F

La pastiera - (racconto a tema)

24/09/2017, 11:15

(da leggere con accento napoletano, se no sembrano errori grammaticali)


LA PASTIERA

Volevo preparare la pastiera. Lo so che siamo fuori stagione, ma le voglie sono voglie, e la pastiera è la pastiera! Esiste qualcosa di più irresistibbile?
Ho quindi chiesto quindici giorni di ferie al mio capo.
Vi chiedete perché quindici giorni? Eh, si vede che non siete napoletani! Si vede che siete di quelli che comprano il grano bagnato in scatola, puah!
Mo’ vi spiego: per preparare la pastiera, il grano va lasciato in ammollo per 12-14 giorni, a seconda della temperatura, del clima, dell’umidità... e volete che io me ne stia a lavorare durante questo processo alimentare tanto importante? Non sia mai!
Il mio capo ha fatto un po’ di storie, ma quando poi gli ho detto il motivo ha acconsentito subito senza batter ciglio: eh, la pastiera è la pastiera!
Dato che a settembre arance e cedri sono ancora in bella forma, ho chiesto gentilmente il permesso a Gennaro Scapece di servirmi nel suo frutteto. Tende ad essere piuttosto avaro, ma quando gli ho detto che avrei fatto i canditi freschi con la sua frutta, ha benedetto la mia pastiera e me fino alla quinta generazione.
Stessa cosa per le uova fresche delle galline di Don Ciro, e la sua benedizione viene direttamente dall’Altissimo! Non vi dico poi quanti secchi di latte appena munto mi ha regalato donna Carmela; ma quella, si sa, ha un debole per me, e prima o poi dovrò pure ringraziarla in qualche modo.
Il problema è giunto quando ho cercato di procurarmi la farina. Ah! Quel disgraziato di Raffaele Esposito fu Vincenzo, proprietario del mulino più prestigioso di tutti i Campi Flegrei, ha pensato bene di andare a sparare in faccia nientedimeno che ad Antonio Palmisano, cugino di quarto grado di Assunta Scognamiglio, che ha sposato in seconde nozze Ciccillo ‘o Francese, il quale è nipote a Massimo Calise, che non è necessario vi spieghi chi è. Insomma: quello mo’ si caca sotto in latitanza, e il mulino è lasciato fermo. E la farina non me la regala più. Chist’ cornuto!
E io da Luigi Di Meglio non ci vado, da quel giorno che si è permesso di dire che sono un pezzente, io! Ce ne stavamo belli belli in coda alle poste, io e Luigi e Carmine in libera uscita; passa ‘na guagliona bbella comm’a nu gelsomino, e mi sorride, mi fa perdere la capa, la seguo fuori mmiez’a via, chella se gira e me sorride n’ata vota, e chill’ strunzo ‘e Luigi le fa:
“Signurinella, ma ve piace Giuanni? eh, ma chill’è nu pezzente! ‘O vide? Esce dalle poste e manco la busta paga!”
Maaaronna! L’avrei accis’’e mazzate! E quella giustamente non s’è voltata più.
E quindi mo’, mi tocca andarmene a comprare la farina fino a Gaeta, da uno zio di mio padre buonanima. Che non lo vedo dalla prima comunione, perché poi si è appiccicato con la sorella di mammà e non si sono parlati più. Ma ora zia Rosina se ne sta volando al creatore, e quindi magari, con la scusa di una riconciliazione, zio Ferdinando la farina me la regala.
E quindi eccomi qua, che aspetto, seduto sul muretto di cinta della masseria. E non so se tornarmene dentro e fare una pazzia, o sprofondare nel golfo di Bàia!
Si, perché mentre me stavo bello bello a fare due chiacchere con zio Ferdinando, mi sono visto entrare alla masseria la femmina più bbella che Dio abbia messo ‘n terra, e mi ha pure sorriso!
Comm’ mi sorrise sett’anni fa alle poste...
Solo che non mi ha riconosciuto. O forse sì?
Chella se s’arricorda di me, si ricorda pure della frase di quello scostumato di Luigi!
E con che faccia posso farmi regalare la farina?
La vita non consiste soprattutto - e nemmeno in gran parte - in fatti e avvenimenti.
Consiste soprattutto nella tempesta di pensieri che infuria senza posa nella nostra mente.
(Mark Twain)

Avatar utente
MasMas
Capitano
Messaggi: 9875
Iscritto il: 18/06/2011, 21:30
Pirata o Piratessa: M
Località: Imola
Contatta: Sito web Facebook Google+

Re: La pastiera - (racconto a tema)

25/09/2017, 23:01

Molto carino il quadretto con commediola inclusa. Da per niente napoletano trovo molto azzeccato l'accento come pure tutto il contorno.
Mi è proprio piaciuto e mi ha divertito. :D
Da vicino nessuno è nOrMaLe
La vita è una corsa, e io sto cercando una panchina
Una risata vi seppellirà

Torna a “SPAZIO AUTORI”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti