Avatar utente
Titty
Pirata vincitore
Pirata vincitore
Messaggi: 1782
Iscritto il: 30/07/2016, 16:10
Pirata o Piratessa: F

Il vizio di Vanni

27/10/2016, 20:57

Vanni era un sessantenne ancora arzillo. Fisico asciutto, ancora attivo nei campi. Solo la chioma bianca e le rughe più accentuate tradivano la sua età. Per il resto era rimasto un giovanotto, non stava fermo un attimo. Quarant'anni di matrimonio alle spalle con Cecilia, moglie esemplare e madre dei suoi tre figli.
Sempre uniti, poche scaramucce. Ultimamente però la moglie non provava più il suo stesso interesse fisico.
L'unico momento piacevole era quando tirava fuori la pipa e si metteva a fumare di nascosto dalla moglie.

L'atmosfera tra i due si era freddata, nonostante ora vivevano soli, visto che i figli si erano costruiti una vita con le loro rispettive consorti. Avrebbero avuto più tempo per loro, ma non lo sfruttarono.
A dare movimento alla monotonia, arrivò Anna, amica di Cecilia che passò a trovarli. Mentre era affacciato alla finestra a fumare la pipa, la vide arrivare.

Subito spense la pipa, la lascio freddare un attimo e la misi alla meglio nella tasca dei pantaloni. Non vedeva l'ora di dare il benvenuto all'amica di sua moglie. E che amica.
Anna cinquantenne ben portati, occhi verdi, capelli rosso fuoco come le sue guance dopo averla vista.
Dopo le presentazioni, Anna si accorse che Vanni era eccitato. In realtà lo era, ma lei non sapeva che aveva la pipa in tasca visto che poi, per non farla cadere e per non farsi accorgere dalla moglie, l'aveva sistemata bene.
Lei rimase impressionata che un uomo, non più giovanissimo avesse ancora questa virilità.
La cosa non le dispiacque, anzi cerco di farsi notare ancor più, anche se aveva già fatto breccia in Vanni.
A lui non sembrava vero che una donna così affascinante stesse al gioco della seduzione.
Fatto sta che si ritirò nel suo studio, appoggiò la pipa sulla scrivania come un trofeo visto che l'aiutò molto nella conquista delle attenzioni di Anna.

La moglie lo chiamò, saltò come una molla.
Doveva andare in paese a far la spesa e poi dal dottore.
Gli disse di badare alla casa e di aiutare Anna se ne avesse avuto bisogno, tanto lei avrebbe fatto presto.
Non gli parse vero rimanere da solo con quella donna.
Salutò la moglie.
Si sistemò i capelli, i vestiti, si mise il profumo e chiamò Anna nel suo studio. Non prima di aver messo la pipa in tasca.

Oramai erano soli, si capiva che erano attratti l'uno dall'altro.
Lei notò di nuovo la sua virilità, anche se aveva una forma un po' strana.
All'improvviso entrò la moglie che stava per dire che aveva lasciato le chiavi.
La scena fu delle più buffe.
Più che arrabbiarsi disse che non lo aveva più visto così esuberante e dotato.
Cecilia si avvicinò e vide la pipa penzolare dalla tasca dei pantaloni e capì che era tutto fumo ( e niente arrosto) , lo stesso fumo che faceva quando fumava di nascosto, solo aria.
Gli diede la pipa in testa, mentre Anna rideva ripensando alle finte doti fisiche di Vanni.
"Di una cosa sono convinto: un libro deve essere un'ascia per il mare ghiacciato che è dentro di noi".

F. Kafka

Avatar utente
Titty
Pirata vincitore
Pirata vincitore
Messaggi: 1782
Iscritto il: 30/07/2016, 16:10
Pirata o Piratessa: F

Re: Il vizio di Vanni

27/10/2016, 20:59

Era un esercizio di scrittura. Non ho resistito a condividerlo perché mi ha divertito così tanto a scriverlo, che spero strappi una risata anche a voi.
P.s.= sul titolo sono incerta. Che dite, può andare?
"Di una cosa sono convinto: un libro deve essere un'ascia per il mare ghiacciato che è dentro di noi".

F. Kafka

Avatar utente
Rob
Pirata vincitore
Pirata vincitore
Messaggi: 160
Iscritto il: 17/05/2013, 16:41
Pirata o Piratessa: M
Località: Assisi

Re: Il vizio di Vanni

31/10/2016, 9:12

Racconto carino, simile a una semplice favola o a una novella.
Come mio gusto personale ti posso dire che reputandolo simile a una favoletta o a una novella (ad esempio potrebbe essere la nonna che lo racconta al nipote, senza scomodare Boccaccio), gli avrei dato una chiusa diversa tipo: di questa storia ognuno dei 3 potè farne uso diverso; la moglie la usò per burlarsi del marito; Anna la usò per sentirsi ancora desiderata e attraente; Vanni la usò negli anni successivi per pavoneggiarsi al bar coi suoi amici in pensione.

Avatar utente
Titty
Pirata vincitore
Pirata vincitore
Messaggi: 1782
Iscritto il: 30/07/2016, 16:10
Pirata o Piratessa: F

Re: Il vizio di Vanni

31/10/2016, 10:05

Forte!
Non male come idea.
Del titolo che ne pensi? Può andare?
"Di una cosa sono convinto: un libro deve essere un'ascia per il mare ghiacciato che è dentro di noi".

F. Kafka

Avatar utente
Rob
Pirata vincitore
Pirata vincitore
Messaggi: 160
Iscritto il: 17/05/2013, 16:41
Pirata o Piratessa: M
Località: Assisi

Re: Il vizio di Vanni

31/10/2016, 14:21

Dipende dal finale che scegli, ad esempio potrebbe diventare il vanto di Vanni se lui si pavoneggia con gli amici

Avatar utente
Titty
Pirata vincitore
Pirata vincitore
Messaggi: 1782
Iscritto il: 30/07/2016, 16:10
Pirata o Piratessa: F

Re: Il vizio di Vanni

31/10/2016, 18:58

Per il momento mi convince più il vizio di Vanni.
"Di una cosa sono convinto: un libro deve essere un'ascia per il mare ghiacciato che è dentro di noi".

F. Kafka

Giuseppe Novellino
Veterano vincitore
Veterano vincitore
Messaggi: 1761
Iscritto il: 07/08/2011, 11:55
Pirata o Piratessa: M

Re: Il vizio di Vanni

01/11/2016, 19:11

Il racconto è carino, basato su una situazione che contempla l'equivoco e una buona dose di umorismo.
Non mi piace tanto la frase finale che sa un po' di didascalico.

Avatar utente
Titty
Pirata vincitore
Pirata vincitore
Messaggi: 1782
Iscritto il: 30/07/2016, 16:10
Pirata o Piratessa: F

Re: Il vizio di Vanni

01/11/2016, 19:19

Dici?
È divertente.
Troppo schematico?
"Di una cosa sono convinto: un libro deve essere un'ascia per il mare ghiacciato che è dentro di noi".

F. Kafka

Avatar utente
Titty
Pirata vincitore
Pirata vincitore
Messaggi: 1782
Iscritto il: 30/07/2016, 16:10
Pirata o Piratessa: F

Re: Il vizio di Vanni

01/11/2016, 19:22

Del titolo che mi dici?
"Di una cosa sono convinto: un libro deve essere un'ascia per il mare ghiacciato che è dentro di noi".

F. Kafka

Avatar utente
Titty
Pirata vincitore
Pirata vincitore
Messaggi: 1782
Iscritto il: 30/07/2016, 16:10
Pirata o Piratessa: F

Re: Il vizio di Vanni

01/11/2016, 21:26

Grazie per i complimenti e i suggerimenti. :)
"Di una cosa sono convinto: un libro deve essere un'ascia per il mare ghiacciato che è dentro di noi".

F. Kafka

Torna a “SPAZIO AUTORI”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite