Avatar utente
samy74
Nostromo
Messaggi: 841
Iscritto il: 06/10/2014, 19:22
Pirata o Piratessa: F
Località: Roma
Contatta: Sito web Facebook Skype Twitter

Erotismo

23/10/2014, 10:44

Non si parla mai molto della scrittura di racconti erotici con tutte le sue sfumature. Da qualche anno ho intrapreso questa sfida. E sempre di più mi scontro con un mondo in evoluzione. Chi scrive erotico non ha per forza un chiodo fisso nel cervello ma nella penna dello scrittore, c'è sempre quella follia nel voler raccontare cosa succede in determinate circostanze. Ora piano piano costeggiano due correnti. La psicologia dietro l'erotismo o il sesso che viene esplicitamente scritto? Cosa vorreste leggere? Che genere di erotismo abbiamo?

Avatar utente
Black Bart
Capitano
Messaggi: 7135
Iscritto il: 15/02/2011, 13:45
Pirata o Piratessa: M
Località: Bologna
Contatta: Sito web Facebook

Re: Erotismo

23/10/2014, 11:04

Molto interessante.
Non so se può essere utile alla discussione ma io quando mi capita di leggere questo genere penso spesso che il materiale sia scarso dal punto di vista narrativo, letterario.
Mi spiego.
Ho letto pezzi erotici (da una scrittrice donna), molto eccitanti, conturbanti ma era una cosa fine a se stessa. Mancava la caratterizzazione dei personaggi, delel scene. Mancava un un bel finale.
Era come se la scrittrice si fosse concentrata solo sull aparte erotica ma non abbastanza nel costruire un racconto con tutti i crismi, gli ingredienti. Come se tanto il lettore non si sofferma certo sulla narrazione.

Sulla domanda che poni a me la scena scritta in modo volgare non attira. Sono più attratto dalla psicologia del sesso. Credo che un buon scritto erotico possa avere termini anche forti ma che non scadano nel volgare e non è semplice (perché poi non si può nemmeno leggere una scena dove il pena entra nella vagina :lol: )...
Siamo sporchi, bastardi e cattivi... Siamo Pirati.

Avatar utente
samy74
Nostromo
Messaggi: 841
Iscritto il: 06/10/2014, 19:22
Pirata o Piratessa: F
Località: Roma
Contatta: Sito web Facebook Skype Twitter

Re: Erotismo

23/10/2014, 12:00

Quella della narrazione erotica infatti la trovo un bel dilemma. Per scelgiere certi tipi di pratiche, vedi ora va il boundage, serve una psicologia del personaggio. Perchè lo sceglie? Perchè vuole fare la padrona o la sottomesssa? C'è un persorco che la porta a questo. Il più delle volte ho letto cose sbrigative. E siccome sto scrivendo erotico da un pò di tempo ho notato un abbandono alla lettura del personaggio. Si vuole il sbrigativo, il subito servito. Ma non lo trovo erotismo.

Avatar utente
mbbettella
Pirata
Messaggi: 231
Iscritto il: 19/12/2011, 16:49
Pirata o Piratessa: M

Re: Erotismo

23/10/2014, 12:17

Lei gli accarezzò i peli del petto, e poi afferrò tutto il terreno
incolto con le cinque dita per strapparlo dalla radice. «Più forte»
disse lui. Lei ci provò, fin dove sapeva di non fargli male, e poi fu
la sua mano quella che cercò la mano di lei persa nelle tenebre. Lui,
però, non si lasciò intrecciare le dita ma la prese per il polso e le
portò la mano lungo il suo corpo con una forza invisibile ma molto ben
diretta finché lei sentì il soffio ardente di un animale di carne
viva, senza forma corporea, ma ansioso e inalberato. Contrariamente a
quanto lui immaginò, compreso il contrario di quello che lei stessa
avrebbe immaginato, non tolse la mano né la lasciò inerte dove gliela
aveva messa lui, ma si raccomandò anima e corpo alla Santissima
Vergine, strinse i denti per paura di mettersi a ridere della sua
stessa follia, e incominciò a identificare con il tatto il nemico
impennato, conoscendone la grandezza, la forza dell'affusto,
l'estensione delle ali, spaventata dalla sua determinazione ma
commossa dalla sua solitudine, facendolo suo con una curiosità
minuziosa che qualcuno meno esperto di suo marito avrebbe confuso con
le carezze. Lui fece appello alle sue ultime forze per resistere alla
vertigine dello scrutinio mortale finché lei lo lasciò con una grazia
infantile, come se lo avesse tirato nella spazzatura.
«Non sono mai riuscita a capire come è quell'apparato» disse.


ho ricercato questo stralcio, proprio perché in genere non apprezzo la letteratura erotica.
secondo me per scrivere di erotismo bisogna essere non bravi, ma qualcosa di molto di più.
ma di fronte a questo _|
quando ero piccolo
giorni interi trascorrevo a costruire con il lego
ancora non sapevo a cosa stavo andando incontro

Avatar utente
paolino66
Nostromo
Messaggi: 661
Iscritto il: 19/01/2013, 7:08
Pirata o Piratessa: M

Re: Erotismo

23/10/2014, 13:24

Sì, l'argomento è interessante. Io non leggo testi "erotici", ma ci rifletto su quando trovo scene di erotismo in quello che sto leggendo.

La genitalità non mi interessa, e quasi mi infastidisce. La sensorialità, invece, sì. Mi piace leggere testi con suggestioni di ogni genere, ma che gìrino intorno a (genitali, altre significative parti del corpo, atti sessuali espliciti).

Cerco di fare qualcosa di analogo quando scrivo. Poiché tutti sappiamo "come funziona", perché ripetere cose molto, molto note e che spesso sortiscono effetti contrari a quelli presunti (vale a dire, generano fastidio invece di prurito)? Molto più interessante girarci intorno.

Paolino
Io stimo più il trovar un vero, benché di cosa leggiera, che 'l disputar lungamente delle massime questioni senza conseguir verità nissuna.

(G. Galilei)

Avatar utente
samy74
Nostromo
Messaggi: 841
Iscritto il: 06/10/2014, 19:22
Pirata o Piratessa: F
Località: Roma
Contatta: Sito web Facebook Skype Twitter

Re: Erotismo

24/10/2014, 10:46

mbbettella ha scritto:Lei gli accarezzò i peli del petto, e poi afferrò tutto il terreno
incolto con le cinque dita per strapparlo dalla radice. «Più forte»
disse lui. Lei ci provò, fin dove sapeva di non fargli male, e poi fu
la sua mano quella che cercò la mano di lei persa nelle tenebre. Lui,
però, non si lasciò intrecciare le dita ma la prese per il polso e le
portò la mano lungo il suo corpo con una forza invisibile ma molto ben
diretta finché lei sentì il soffio ardente di un animale di carne
viva, senza forma corporea, ma ansioso e inalberato. Contrariamente a
quanto lui immaginò, compreso il contrario di quello che lei stessa
avrebbe immaginato, non tolse la mano né la lasciò inerte dove gliela
aveva messa lui, ma si raccomandò anima e corpo alla Santissima
Vergine, strinse i denti per paura di mettersi a ridere della sua
stessa follia, e incominciò a identificare con il tatto il nemico
impennato, conoscendone la grandezza, la forza dell'affusto,
l'estensione delle ali, spaventata dalla sua determinazione ma
commossa dalla sua solitudine, facendolo suo con una curiosità
minuziosa che qualcuno meno esperto di suo marito avrebbe confuso con
le carezze. Lui fece appello alle sue ultime forze per resistere alla
vertigine dello scrutinio mortale finché lei lo lasciò con una grazia
infantile, come se lo avesse tirato nella spazzatura.
«Non sono mai riuscita a capire come è quell'apparato» disse.


ho ricercato questo stralcio, proprio perché in genere non apprezzo la letteratura erotica.
secondo me per scrivere di erotismo bisogna essere non bravi, ma qualcosa di molto di più.
ma di fronte a questo _|



mi piace molto questo stralcio. Hai ragione, bisogna essere super bravi. Perchè descrivere la passione o la sottomissione non è facile.

Avatar utente
samy74
Nostromo
Messaggi: 841
Iscritto il: 06/10/2014, 19:22
Pirata o Piratessa: F
Località: Roma
Contatta: Sito web Facebook Skype Twitter

Re: Erotismo

24/10/2014, 10:48

paolino66 ha scritto:Sì, l'argomento è interessante. Io non leggo testi "erotici", ma ci rifletto su quando trovo scene di erotismo in quello che sto leggendo.

La genitalità non mi interessa, e quasi mi infastidisce. La sensorialità, invece, sì. Mi piace leggere testi con suggestioni di ogni genere, ma che gìrino intorno a (genitali, altre significative parti del corpo, atti sessuali espliciti).

Cerco di fare qualcosa di analogo quando scrivo. Poiché tutti sappiamo "come funziona", perché ripetere cose molto, molto note e che spesso sortiscono effetti contrari a quelli presunti (vale a dire, generano fastidio invece di prurito)? Molto più interessante girarci intorno.

Paolino


Il dire tra le righe, non andando dritto al bersaglio. E' intrigante arrivarci piano, portare il lettore verso e attraverso e poi magari lasciare che l'immaginazione faccia il resto.
Trovate che l'erotismo raccontato dalle donne sia diverso da quello raccontato dagli uomini?

Avatar utente
mbbettella
Pirata
Messaggi: 231
Iscritto il: 19/12/2011, 16:49
Pirata o Piratessa: M

Re: Erotismo

24/10/2014, 11:14

samy74 ha scritto:

mi piace molto questo stralcio. Hai ragione, bisogna essere super bravi. Perchè descrivere la passione o la sottomissione non è facile.


quella vecchia lenza di gabriel garcia marquez, ne sa una più del diavolo ;)
quando ero piccolo
giorni interi trascorrevo a costruire con il lego
ancora non sapevo a cosa stavo andando incontro

Torna a “Allenamento per Scrittori, Editor e Lettori”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite