Avatar utente
MasMas
Capitano
Messaggi: 10028
Iscritto il: 18/06/2011, 21:30
Pirata o Piratessa: M
Località: Imola
Contatta: Sito web Facebook Google+

Riscrivi la storia 1 - MasMas

19/04/2012, 10:27

Ecco un'altra sfida che vi propongo.

L'idea, nata da qualcun altro, è questa: prendere un brano, una storia, proprio uno stralcio o solo una trama a memoria. Scriverci sopra un pezzo cambiando qualche elemento. Che so, scrivere la cosa dal punto di vista di qualcun altro, presente originariamente od inventato. Oppure cambiare qualche elemento, il buono con il cattivo, i tanti coi pochi, l'ambientazione, il tempo, un dettaglio più o meno importante, lo stile (un comico con un drammatico?), oppure aggiungere qualcosa non esplorato dalla trama originale.
Ognuno potrebbe usare una sua storia o magari si può partire tutti da una storia comune.

Il regolamento: per questa volta prendiamo La Metamorfosi di Kafka (http://it.wikipedia.org/wiki/La_metamorfosi, la conosceranno tutti ma in fondo c'è un link per il pdf, se si vuole).
Provate a scrivere un pezzo ispirandosi a questa storia ma cambiando un dettaglio, cambiando un punto di vista, modificando un elemento, con uno stile diverso, insomma come suggersice la fantasia.
Termine il 6 Maggio. Dopo quella data a insindacabile giudizio del promotore della sfida (IO, he he), verrà proclamato il vincitore che potrà lanciare un'altra sfida.

Per questa volta, metterò la mia interpretazione e quella del mitico Bruno, come esempi:
E allora o?
Da vicino nessuno è nOrMaLe
La vita è una corsa, e io sto cercando una panchina
Una risata vi seppellirà

Avatar utente
MasMas
Capitano
Messaggi: 10028
Iscritto il: 18/06/2011, 21:30
Pirata o Piratessa: M
Località: Imola
Contatta: Sito web Facebook Google+

Re: Riscrivi la storia 1 - MasMas

19/04/2012, 10:29

Ecco il contributo di Bruno (mi permetto di metterlo in vece sua):


Quella mattina lo scarafaggio si svegliò inquieto e per niente riposato. Aveva freddo e quando aprì gli occhi non riconobbe le pallide appendici che, dovette ammetterlo subito, spuntavano proprio dal suo corpo. Zampe tozze, coperte appena da una peluria biondastra, protese verso il soffitto di una stanza diventata improvvisamente piccola. Notò che aveva solo quattro zampe, brulicanti alle estremità di tozzi tentacoli.
Lo scarafaggio conosceva bene quelle forme, tante volte aveva spiato gli abitanti della casa da una fessura del battiscopa. Non aveva dubbi, quindi, sulla natura del fenomeno: durante la notte si era trasformato in uomo.

Uno scarafaggio è abituato a prendere la vita e le sue sventure con filosofia, però quello che gli stava accadendo superava le normali capacità di sopportazione di un insetto.
I minuti passavano e tutto quello che riusciva a fare erano movimenti senza senso degli arti sudati. Sentiva voci e rumori di passi dalle stanze accanto: in breve tempo qualcuno sarebbe entrato e avrebbe scoperto tutto.
Quando la disperazione stava per paralizzarlo definitivamente, un pensiero improvviso lo colpì. Ricordò un desiderio che l’aveva accompagnato per tutta la vita, un momento sempre immaginato che solo le sue dimensioni originarie avevano reso impossibile.
Vide la finestra che tante volte aveva sognato di aprire. A forza di movimenti scomposti si fece cadere dal letto, strisciò sul pavimento di legno fino alla parete, si aggrappò al termosifone e con un ultimo sforzo si mise in piedi.
Le gambe tremavano per lo sforzo e l’emozione quando riuscì ad aprire la finestra.
Un mondo nuovo apparve: tetti rossi e campanili, il cielo macchiato di nuvole, gli alberi e le voci della strada.
Respirò profondamente quell’aria nuova, chiuse gli occhi e forse riuscì a comporre un sorriso mentre si buttava di sotto.
Da vicino nessuno è nOrMaLe
La vita è una corsa, e io sto cercando una panchina
Una risata vi seppellirà

Avatar utente
MasMas
Capitano
Messaggi: 10028
Iscritto il: 18/06/2011, 21:30
Pirata o Piratessa: M
Località: Imola
Contatta: Sito web Facebook Google+

Re: Riscrivi la storia 1 - MasMas

19/04/2012, 10:30

Ed ecco il mio:


“Papà, ma è enorme!”
Grick alzò il naso più che poté, la bocca spalancata. Dietro di lui arrivò la mole del padre, anch’egli col naso all’insù. La bocca però serrata, gli occhi stretti. La voce uscì lenta: “Già. Non si vede dove finisce.”
Grick attese ancora un istante poi ripartì a correre intorno. “Mamma, mamma! Vieni a vedere!” Suo papà invece tenne ancora gli occhi fissi.
“Oh santo cielo!” la voce era invece quella di Isabela, sua sorella. Uscì anche lei e guardò in alto. “E’ veramente grande! Non ho mai visto nessuno così. Sembra un gigante!”
“Già cara,” commentò il papà: “E’ enorme, ed ingombrante, quanto meno...”
La mamma intanto arrivò alle spalle della famigliola, uscendo dalla tana: “Sarà pericoloso?” interruppe.
Il papà non la guardò. Rispose con una smorfia: “Credo di sì.”
In quel momento la montagna ribaltata sul dorso iniziò ad agitare le zampe, piccole a confronto dell’enorme addome ma ognuna lunga molte volte l’intera lunghezza di papà. I movimenti scomposti fecero agitare il carapace ribaltato, che dondolò prima di qua, poi di là.
“Aiuto!” gridò Grick, poi corse dietro il padre.
“Tranquillo,” disse quello spingendo Grick un passo indietro per protezione: “è molto lento; spostiamoci in casa, al massimo si ribalterà in piedi.”
La famiglia si affrettò nel piccolo buco tra le piastrelle e la base del muro, dove una crepa dava accesso ad una intercapedine; la casa dove erano nati Grick ed Isabela. La blatta sul dorso, grande quanto la poltrona, ondeggiò sempre più forte, sotto la spinta ritmica dello sferzare degli arti. Uno, due, tre scossoni, e si poggiò su di un angolo, rimase in bilico un momento poi si ribaltò atterrando sulle zampe. Un momento per prendere stabilità poi fu fermo. In piedi sulle sei appendici esoscheletriche, le antenne sulla testa che sferzavano qua è là.
Il papà guardò dal bordo della tana. Gli altri avevano la bocca spalancata, lui invece serrata. “Sarà meglio se facciamo le valigie, cara.” Disse.
“Tu pensi? Oddio, dovremmo cambiare casa?” Rispose la mamma, sfregando le zampe davanti l’una con l’altra.
“Io credo sia meglio, cara. Con quello qui, pensa, non ci sarà più cibo. Per non parlare di tutti i rischi che ci potrebbe procurare.”
Grick era sempre ammutolito. Lo sguardo fisso, ancora corse su è giù, da un lato ad un altro, lungo il profilo di quella creatura. “Ma non proviamo a parlargli? Chissà, magari ci capisce...”
“No.” Interruppe il padre. “Credo sia pericoloso.” Guardò intorno, nel resto della stanza. “Vedi? L’uomo che c’era ieri notte, oggi non c’è. Al suo posto, quel mostro. Vedi? Il letto è ancora sfatto. E’ lui, è mutato. Non so come, ma lo è. Quindi è pericoloso. Datemi retta. Non è più molliccio e biancastro come prima, adesso è come noi, ma questo non vuol dire non sia ancora cattivo come prima. Questa, credete a me, non non è più una casa adatta ad una rispettabile famiglia di scarafaggi come noi. Facciamo le valigie.”
Da vicino nessuno è nOrMaLe
La vita è una corsa, e io sto cercando una panchina
Una risata vi seppellirà

Avatar utente
FreeWolf91
Pirata
Messaggi: 866
Iscritto il: 30/07/2011, 15:11
Pirata o Piratessa: M
Località: BN/AV

Re: Riscrivi la storia 1 - MasMas

19/04/2012, 15:31

Come vedo l'idea dello scarafaggio che diventa umano non è venuta solo a me :lol:
Bumerang!
https://aniellotroiano.wordpress.com/bumerang/

Il romanzo si legge d’un fiato, i personaggi escono fuori benissimo e i dialoghi sono perfetti. Mi dispiace quasi che sia corto, ne avrei letto un altro po’!
Gianluca Morozzi

Avatar utente
MasMas
Capitano
Messaggi: 10028
Iscritto il: 18/06/2011, 21:30
Pirata o Piratessa: M
Località: Imola
Contatta: Sito web Facebook Google+

Re: Riscrivi la storia 1 - MasMas

20/04/2012, 9:37

Beh, sì, dai. Però la sua conclusione è sfiziosa.
Chissà tu come l'o metteresti giù... ;)
Da vicino nessuno è nOrMaLe
La vita è una corsa, e io sto cercando una panchina
Una risata vi seppellirà

Avatar utente
MasMas
Capitano
Messaggi: 10028
Iscritto il: 18/06/2011, 21:30
Pirata o Piratessa: M
Località: Imola
Contatta: Sito web Facebook Google+

Re: Riscrivi la storia 1 - MasMas

27/10/2014, 20:10

Abbiamo un'altra involontaria partecipante!
viewtopic.php?f=171&t=3972&p=49566#p49566
Da vicino nessuno è nOrMaLe
La vita è una corsa, e io sto cercando una panchina
Una risata vi seppellirà

Avatar utente
MasMas
Capitano
Messaggi: 10028
Iscritto il: 18/06/2011, 21:30
Pirata o Piratessa: M
Località: Imola
Contatta: Sito web Facebook Google+

Re: Riscrivi la storia 1 - MasMas

27/10/2014, 20:12

E il quarto c'era già stato: viewtopic.php?f=158&t=3678
Da vicino nessuno è nOrMaLe
La vita è una corsa, e io sto cercando una panchina
Una risata vi seppellirà

Robin
Pirata
Messaggi: 4
Iscritto il: 07/05/2015, 11:00
Pirata o Piratessa: F

Re: Riscrivi la storia 1 - MasMas

07/05/2015, 21:53

Gregor si svegliò di soprassalto e si ritrovò intrappolato nel suo letto. Anzi, a dire il vero non sembrava neppure il suo letto, piuttosto un sacco. Tentò di divincolarsi ma l'involucro era sigillato tanto che non filtrava neppure la luce. Gridò e continuò a scalciare tentando di forarlo. Si divincolò per ore in preda all'assurda convinzione di essere un sepolto vivo chiedendosi chi potesse avergli teso una simile trappola. Forse si trattava di un tragico errore.
Non sapeva quanto tempo era trascorso, gli sembrava di essere sempre stato lì dentro. Poi, come per miracolo, un raggio di luce penetrò la corazza che lo imprigionava. Usò le ultime forze che gli erano rimaste per allargare quel buco e guardare fuori. Quella non era la sua stanza: era un giardino. Guardò in basso e vide dei fiori colorati e invitanti. Non riuscì più a resistere: doveva uscire dal bozzolo. Aprì le ali e si gettò nel blu.

Avatar utente
MasMas
Capitano
Messaggi: 10028
Iscritto il: 18/06/2011, 21:30
Pirata o Piratessa: M
Località: Imola
Contatta: Sito web Facebook Google+

Re: Riscrivi la storia 1 - MasMas

08/05/2015, 17:43

Bellina come idea! Un finale molto più poetico dell'originale...
Da vicino nessuno è nOrMaLe
La vita è una corsa, e io sto cercando una panchina
Una risata vi seppellirà

Torna a “Allenamento per Scrittori, Editor e Lettori”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti