Avatar utente
MasMas
Capitano
Messaggi: 9414
Iscritto il: 18/06/2011, 21:30
Pirata o Piratessa: M
Località: Imola
Contatta: Sito web Facebook Google+

Re: post-to-post: Storiella a Tokyo a più mani?

06/02/2013, 14:58

La fronte dell'uomo imperlata di sudore tornò bassa a cucinare tra il vapore dell'acqua bollente.
"Almeno qui fa un po' caldo." tentai. Lui non si mosse. "Senti, scusa."
Il volto si alzò fissandomi con occhi sbarrati: "Che c'è signore? Gli spaghetti non vanno bene?" Poi fece un mezzo passo indietro: "Ti prego, signore, te li faccio nuovi, te li faccio più buoni. Guarda, ho già su la pentola..."
"No no, sono buonissimi grazie." lo interruppi. D'istinto sorrisi e piantai i miei occhi nella sua anima per instillargli la mia volontà, per calmarlo. Subito sotto quegli occhi però la mia volontà incontrò qualcosa di duro. Un muro di granito copriva il suo cuore. Provai ancora ma era come battere una montagna con un fuscello.
Il mio sorriso divenne più duro, non risucii a non rimanere colpita da quella resistenza arrogante. Ma continuai: "Volevo solo parlarti, tutto qui. Con la pancia piena due chiacchiere ci stanno proprio bene."
Gli occhi rimasero sbarrati: "Certo, lei è un cliente, mio compito è anche quello di intrattenerla."
Mi misi più comoda: "Hai un bel chiosco qui. Mi piace. Da quanto tempo sei qui?"
"Oh, da non molto. O forse da tanto, non so. Ultimamente ci sono cose che non capisco bene."
"Lascia stare. Piuttosto, mi sembra tu abbia paura, non devi aver paura. Non di me. Io sono qui per mangiare i miei spaghetti, e sono proprio buoni, sai?"
"Oh, grazie. Non devo avere paura, no. Non di lei. Bene." Con uno scatto un altro piatto mi finì davanti, qualche goccia mi schizzò anche addosso.
Trattenni una smorfia: "Senti, adesso ne ho abbastanza di spaghetti. Puoi smettere di lavorare. Vedi? Non c'è nessun altro."
"Sì, non ci sono molti clienti. Però è meglio se mi metto avanti. Dovessero arrivare. Devo guadagnare," Si immobilizzò: "o non risucirò a pagare l'affitto. Il signor Yamakai viene tutti i Giovedì. Oggi che giorno è? Non sarà Giovedì?"
"No no, non ti preoccupare, oggi è Sabato."
Riprese a lavorare: "Solo Sabato, sì."
Abbassai lo sguardo e presi un altro spaghetto: "Chi è questo Yamakai?"
Tornò a bloccarsi: "Yamakai?"
Mangiai lo spaghetto: "Conosco un tizio con quel nome. Se fosse lo stesso, potrei parlargli bene di te. Tu cosa gli dovresti dunque?"
L'uomo alzò la testa: "Oh... Il signor Yamakai è un grand'uomo. Lui mi ha prestato il denaro per aprire questo chiosco. Così posso mandare i soldi a casa. Se lavoro sodo per qualche anno, poi potrò riscattare il prestito e rivedere la mia famiglia."
Si interruppe. Non capii se tra il sudore e il vapore i suoi occhi fossero anche bagnati d'altro. Mi alzai prima che mi mettesse davanti un altro piatto.
"Grazie mio caro..."
"Hudo."
"Caro Hudo, adesso vado, ma tornerò."
Quello si inchinò altre mille volte mentre me ne andavo. Dannati umani, e ancora più dannate anime, che non si riescono a traviare con i miei poteri. Adesso avevo questo Yamakai da trovare. Bel nome da strozzino.

Dopo, pensavo di dargli trovare una degli altri demoni, uno di un altro elemento, che gli spiega come yamakai sarà di sicuro morto e non è lui da cercare. Infatti il tizio è rimasto legato perché e morto e non riesce più a mantenere la sua famiglia, non tanto per yamakai. Per cui si dovrà trovare un modo per fargli capire che loro stanno bene e che può smettere di lavorare.
Da vicino nessuno è nOrMaLe
La vita è una corsa, e io sto cercando una panchina
Una risata vi seppellirà

Avatar utente
Ria
Pirata
Messaggi: 526
Iscritto il: 16/11/2012, 14:09
Pirata o Piratessa: F

Re: post-to-post: Storiella a Tokyo a più mani?

06/02/2013, 15:37

Sta uscendo una storiella interessante!
Povero Hudo :cry:
'Io scrivo perché se no sclero' Caparezza

Torna a “AREA SFIDE”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti