Avatar utente
barbara78e
Pirata
Messaggi: 2689
Iscritto il: 22/02/2012, 14:09
Pirata o Piratessa: F
Contatta: Sito web

Post-to-Pos..so provarci?

23/02/2012, 17:48

:geek: eh-ehm...
(non gettatemi a mare, vi prego... tengo famiglia _| )

Il povero vichingo, catapultato in pieno selvaggio West da quel lampo infernale, sgranava gli occhi in cerca di qualcosa di famigliare. Attorno a lui, solo gente strana, con dei cappelli ridicoli, ma muniti di bastoni che facevano un tuono tremendo, peggio dei suoi dei quando litigavano! Lo sceriffo lo stava guardando accigliato: da dove caspita era piovuto questo buffo personaggio con i baffoni e l'elmo cornuto? Si recò allora a telegrafare in città, sperando che qualcuno nel frattempo avesse segnalato la scomparsa di un pazzo, vestito in modo strano. La risposta, arrivata tramite quel fantastico alfabeto morse, lo scoraggiò: nessun matto evaso dal manicomio! Avrebbe dovuto cavarsela da solo...


fiut
...in cosa può sperare il raccolto se non nella cura del mietitore?

Avatar utente
MasMas
Capitano
Messaggi: 9592
Iscritto il: 18/06/2011, 21:30
Pirata o Piratessa: M
Località: Imola
Contatta: Sito web Facebook Google+

Re: Post-to-Pos..so provarci?

23/02/2012, 21:55

Io, io, continuo io!
Datemi la notte per pensarci, ho mangiato peperoni.
Da vicino nessuno è nOrMaLe
La vita è una corsa, e io sto cercando una panchina
Una risata vi seppellirà

Avatar utente
barbara78e
Pirata
Messaggi: 2689
Iscritto il: 22/02/2012, 14:09
Pirata o Piratessa: F
Contatta: Sito web

Re: Post-to-Pos..so provarci?

24/02/2012, 9:28

muahahahahahahah :lol: :lol: :lol: :lol:



...per fortuna non erano fagioli...
...in cosa può sperare il raccolto se non nella cura del mietitore?

Avatar utente
MasMas
Capitano
Messaggi: 9592
Iscritto il: 18/06/2011, 21:30
Pirata o Piratessa: M
Località: Imola
Contatta: Sito web Facebook Google+

Re: Post-to-Pos..so provarci?

24/02/2012, 11:59

Eccomi:

Lo sceriffo McBullett, di solide origini scozzesi, pensò allora di prendersi una pausa per pensare, sal saloon. Quando poggiò le mani sulle ante di ingresso notò subito qualcosa di anomalo nel solito trambusto proveniente da dentro: una voce gutturale, somigliava forse ad un dialetto apachee.
Dentro le solite facce da poker e gli altri al bancone erano tutti imbambolati a guardare i fratelli Clutchmore e Penn Waterspoon lanciarsi un elmo cornuto, ridacciando. In mezzo il suo muscoloso cruccio saltellava per acchiapparlo, meno divertito.La mano, già un po' troppo vicina al manico dell'ascia bipenne attaccata alla sua schiena.
Lo sceriffo, per quanti indiani avesse visto, non ne ricordava un apiù grossa. Forse fosse una razza di strano pellerossa? Avrebbe potuto chiedere alle tribù dei dintorni.
Intanto si dovette preoccupare di quella di Penn, di pelle.
Da vicino nessuno è nOrMaLe
La vita è una corsa, e io sto cercando una panchina
Una risata vi seppellirà

Avatar utente
barbara78e
Pirata
Messaggi: 2689
Iscritto il: 22/02/2012, 14:09
Pirata o Piratessa: F
Contatta: Sito web

Re: Post-to-Pos..so provarci?

24/02/2012, 13:42

o?
non vedo l'ora di vedere come continua...
:D
...in cosa può sperare il raccolto se non nella cura del mietitore?

Avatar utente
MasMas
Capitano
Messaggi: 9592
Iscritto il: 18/06/2011, 21:30
Pirata o Piratessa: M
Località: Imola
Contatta: Sito web Facebook Google+

Re: Post-to-Pos..so provarci?

16/03/2012, 20:53

Io pure... (pirati fancazzisti, vi sputazzo su tutte le patate che pelo).
Da vicino nessuno è nOrMaLe
La vita è una corsa, e io sto cercando una panchina
Una risata vi seppellirà

Avatar utente
Ria
Pirata
Messaggi: 526
Iscritto il: 16/11/2012, 14:09
Pirata o Piratessa: F

Re: Post-to-Pos..so provarci?

03/11/2013, 20:32

Diamine, questa me l'ero persa!

Il nano peloso, così avevano cominciato a chiamarlo i due fratelli mentre si lanciavano lo strano cappello da un lato all'altro del saloon, si stava masticando le lunghe trecce bionde con irrequietezza.
Penn aveva iniziato a intonare (si fa per dire) una canzone country che parlava di una scimmia, e il Clutchmore gli strizzò un occhio in segno di intesa, prendendo il ritmo fischiettando.
"Oh, buoni, buoni, Waterspoon!" lo sceriffo McBullett diede un colpo di anca alle ante ed entrò. “Buon Dio, sono finito in casa di una lattante?”
Clutchmore frenò l’impulso di calciare il nano peloso; McBullett era tollerante, ma sapeva sparare come nessun’altro in città. Meglio non pizzicare il can che morde! “Woho, sceriffo! Avete visto che strano animale è venuto a ingozzarsi di whisky?”
Penn scoppiò a ridere. “Sì, lo strano animale!” fece eco.
Nel frattempo il vichingo si era ripreso il cappello, strappandolo di mano a Clutchmore. “Kerenti Swa? Gurite selti ghe te. Ussh!” farfugliò, avvicinandosi.
Lo sceriffo si trattenne a stento dal ridere, quando indossava la stella niente doveva farlo sembrare un umano, quindi ingoiò a forza la lingua e si sporse verso il barman. “Offri qualcosa di forte allo straniero! Non siamo mica dei barbari.”
“Sissignore!” disse l’oste mentre svitava il sughero da una bottiglia e versava del liquido color piscio in un bicchiere lercio. “Ecco, straniero.”
Il vichingo guardò l’oste, poi lo sceriffo.
“Bevi!” McBullett gli indicò il bicchiere e il vichingo borbottò qualcosa. Senza prenderlo in considerazione uscì dal saloon e si bloccò in mezzo alla strada. Un carretto coperto da un telo bianco si era appena fermato davanti all’emporio e il vento allontanò la nube di sabbia che aveva alzato durante il passaggio. Dalle costruzioni di legno si vedevano alcune teste uscire, chi dalle finestre, chi dalle verande, con gli sguardi indirizzati sul nuovo arrivato.
Herran Sigmund, il vichingo di cui nessuno avrebbe mai distinto il nome dal resto delle parole, si portò il suo elmo sulla testa e con fierezza lo inserì sulla nuca. Annuì e, spavaldo, si incamminò lungo la strada.
McBullett gli si mise davanti “Ehi, ma dico, sei pazzo per caso?”
Herran Sigmund lo squadrò dal basso al… basso e lo schivò, proseguendo per la sua strada.
McBullett si portò una mano sul largo cappello, l’altra sul cinturone. “Che testone.” bisbigliò. “Così ti farai ammazzare!”
Il nano peloso intanto continuava a camminare.
“Sceriffo, che diavolo è quel coso?” domandò il vecchio bottaio dalla veranda della sua bottega.
“Uno che non vivrà a lungo, credo.”
“Lo sa che sta per arrivare Jessy Sweet-Kill?”
McBullett scosse la testa. “E’ inutile, non capisce la nostra lingua.”
“Beh, io ho una botte appena sfornata, capo! In caso di bisogno…” diede un paio di colpetti alla sua nuova opera.
“Nah, ora gliene canto quattro e se non capisce lo stendo!” Spinse un pugno nel palmo dell’altra mano e il vecchio rise.
'Io scrivo perché se no sclero' Caparezza

Torna a “AREA SFIDE”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti