Avatar utente
ArtiXmi
Pirata vincitore
Pirata vincitore
Messaggi: 486
Iscritto il: 26/10/2016, 22:23
Pirata o Piratessa: M
Località: La città un pò stretta
Contatta: Facebook

Re: Cadere a terra (in sala torture)

17/03/2017, 20:02

Vi leggo di nascosto, sallatello... Sapevatelo ... Cosatelo insomma vi leggo.


Ci provero', datemi un po di tempo.
Il Mozzo.
https://www.facebook.com/ArtiXmi
Comunque, senza il lupo non esisterebbe nessuna fiaba

Avatar utente
Titty
Pirata vincitore
Pirata vincitore
Messaggi: 1782
Iscritto il: 30/07/2016, 16:10
Pirata o Piratessa: F

Re: Cadere a terra (in sala torture)

17/03/2017, 21:00

No...Ma fate con calma. Io e Paolino già abbiamo prenotato al tavolo...
Su, forza. A scrivere.
"Di una cosa sono convinto: un libro deve essere un'ascia per il mare ghiacciato che è dentro di noi".

F. Kafka

Avatar utente
MasMas
Pirata
Messaggi: 10187
Iscritto il: 18/06/2011, 21:30
Pirata o Piratessa: M
Località: Imola
Contatta: Sito web Facebook Google+

Re: Cadere a terra (in sala torture)

18/03/2017, 9:38

Anch'io vi leggo, e anch'io mi propongo di commentare ma voi siete già su un altro argomento.

Però sull'inverosimile posso dire, perché un po' l'ho sentito (e forse l'avevo già detto). Diciamo che volendo il csmbio di comportamento risulta un po' brusco. O meglio, se prima era tutto rose e fiori, risulta un po' artefatto diventi una bestia da un momento all'altro.
Ci si aspetterebbe di aver letto qualche accenno, qualche piccola nota, qualche sottinteso ignorato che avrebbe potuto lasciare intravedere qualcosa nella prima parte (e che il lettore però dovrebbe ritenere insignificante nella prima parte, di modo che quando arriva alla seconda dica "ah, ecco cos'era!") Facile? Per niente!
Oppure, e mi pare lo accenni anche, far capire che lei, come credo un po' accada in realtà, tenda a ignorare segnali, a non vedere, abbagliata dalla luce del sentimento fresco fresco.
O trovare qualche evento scatenante. Accenni alla gelosia, magari prima non l'aveva notato.
Da vicino nessuno è nOrMaLe
La vita è una corsa, e io sto cercando una panchina
Una risata vi seppellirà

Avatar utente
MasMas
Pirata
Messaggi: 10187
Iscritto il: 18/06/2011, 21:30
Pirata o Piratessa: M
Località: Imola
Contatta: Sito web Facebook Google+

Re: Cadere a terra (in sala torture)

18/03/2017, 9:57

Anche sui dialoghi mi piacerebbe provare, ma devo trovare il tempo.

Sui termini ricercati, forse c'e da tenere conto che c'è quel "ribattette" che fa saltare all'occhio la questione, e a qurl punto sei sensibilizzato e un po' come l'allergia basta annusare un fiore starnitusci fino alla prossima eclissi.
Io non ho percepito problemoni, magari solo un pochino.
Come per tutto, l'ottimale sarebbe adattare il linguaggio in funzione del testo. Per dire ArtiXmi nella sua opera omnia scrive con tanti accenni desueti, ma si tratta di fantasy medievaleggiante narrato in pseudo prima persona, in un mondo in cui nemmeno i padri danno del tu ai figli, per cui è uno stile adatto. Poi ancora non e facile per niente.

P.S.
Quando avete finito con Titty, anch'io ho bisogno di dare una pettinata a una cosa.
Da vicino nessuno è nOrMaLe
La vita è una corsa, e io sto cercando una panchina
Una risata vi seppellirà

Avatar utente
Titty
Pirata vincitore
Pirata vincitore
Messaggi: 1782
Iscritto il: 30/07/2016, 16:10
Pirata o Piratessa: F

Re: Cadere a terra (in sala torture)

18/03/2017, 10:11

Siamo più avanti, ma vi aspettiamo volentieri.
Ti ricordi il pezzo iniziale? Era corto e non spiegava per niente del cambio repentino. Mi era già stato fatto notare. Ed è giusta la tua osservazione di allora e di adesso. Il racconto mi piaceva e per adattarlo alla rivista mi era stato chiesto di allungare di tot battute.
Se vedi è un po' più spiegato in questa versione( gelosia, ex che picchiava) , ma evidentemente non basta.
Detto ciò, il racconto, secondo me, ha un potenziale, ma pecca in alcuni punti come in in alcuni dialoghi, errori grammaticali (che scappano ) e cose non approfondite. Avrei potuto chiedere una mano, di sicuro sarebbe venuto bene. Però è un bene per migliorarsi.
La scelta di sviscerarlo è ottima. Avrei dovuto farlo a suo tempo. Non ce n'era il tempo.
Non fa niente. Non va pubblicato ciò che non è perfetto, ed è giusto che sia così.
Il tema che ho trattato mi piace. Farlo bene è difficile.
Con i pareri che posso ricevere ora, è già un buon inizio d'apprendimento.
"Di una cosa sono convinto: un libro deve essere un'ascia per il mare ghiacciato che è dentro di noi".

F. Kafka

Avatar utente
Titty
Pirata vincitore
Pirata vincitore
Messaggi: 1782
Iscritto il: 30/07/2016, 16:10
Pirata o Piratessa: F

Re: Cadere a terra (in sala torture)

18/03/2017, 10:16

Allora non ti dispiace "ribattette".
Io mi trovo che non dico mai parole ricercate, ma la prima che mi passa in mente.
Vedere che Paolino mi faceva notare che erano parole ricercate, mi ha fatto sorridere e riflettere. Ho pensato:
"Come mi sono venute?". Sono una che scrive molto semplice, non acculturato, se vuoi.
In un certo senso mi ha fatto piacere, qualche tocco più ricercato mi è scappato. :D
"Di una cosa sono convinto: un libro deve essere un'ascia per il mare ghiacciato che è dentro di noi".

F. Kafka

Avatar utente
MasMas
Pirata
Messaggi: 10187
Iscritto il: 18/06/2011, 21:30
Pirata o Piratessa: M
Località: Imola
Contatta: Sito web Facebook Google+

Re: Cadere a terra (in sala torture)

18/03/2017, 10:32

Rileggendo il pezzo proposto da paolino mi sono anche balzati agli occhi tutti i vari "disse", "rispose", "confermò". Croce e delizia di molti.

Tra l'altro ho trovato un articolo carino sui verbi e i modi per usarli, lo butto qui così tanto per poter dire di aver fatto qualcosa: link
Da vicino nessuno è nOrMaLe
La vita è una corsa, e io sto cercando una panchina
Una risata vi seppellirà

Avatar utente
Titty
Pirata vincitore
Pirata vincitore
Messaggi: 1782
Iscritto il: 30/07/2016, 16:10
Pirata o Piratessa: F

Re: Cadere a terra (in sala torture)

18/03/2017, 10:38

È vero. Disse lo buttiamo ogni due per tre.
Buon articolo.
"Di una cosa sono convinto: un libro deve essere un'ascia per il mare ghiacciato che è dentro di noi".

F. Kafka

Avatar utente
ArtiXmi
Pirata vincitore
Pirata vincitore
Messaggi: 486
Iscritto il: 26/10/2016, 22:23
Pirata o Piratessa: M
Località: La città un pò stretta
Contatta: Facebook

Re: Cadere a terra (in sala torture)

18/03/2017, 22:53

“Smettila moccioso!” S’insinuo Filippo scocciato.
“E tu chi sei? Chi ti ha interpellato?” lo guardò con cipiglio serio.
“Sono quello pronto a buttarti fuori da qui e dalla sua vita, perché?” mosse un passo verso di lui.
“Allora tieniti quella gatta morta.”
“Allora non hai capito?” aggiunse un nuovo passo e (Come si chiama l’ex) se ne andò.
“Tutto ok?” Chiese mentre tornava al suo posto.
“Si… o almeno credo.” Mugugnai, persa fra paure ed emozioni.

Se sono solo in due a parlare non c'è bisogno dell'utilizzo del chiese, rispose a via dicendo. preferisco se possibile aggiungere la mimica del corpo. piccoli gesti che siano da legante alla frase "detta".
Non ne ho idea se sia giusto o meno ma ripetere all'infinito i termini di risposta mi sembra eccessivamente ridondante.
Il Mozzo.
https://www.facebook.com/ArtiXmi
Comunque, senza il lupo non esisterebbe nessuna fiaba

Avatar utente
Titty
Pirata vincitore
Pirata vincitore
Messaggi: 1782
Iscritto il: 30/07/2016, 16:10
Pirata o Piratessa: F

Re: Cadere a terra (in sala torture)

20/03/2017, 16:27

Eccomi. Non male, però lascio il giudizio a Paolino.
Quel "gatta morta" non mi entusiasma, anche perché se ti leggi la storia non è che aveva avuto chissà quanti ragazzi. E non c'è accenno di una ragazza facile. La gatta morta si "struscia" un po' di qua e un po' di là.
"Di una cosa sono convinto: un libro deve essere un'ascia per il mare ghiacciato che è dentro di noi".

F. Kafka

Torna a “Sala torture”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite