Avatar utente
MasMas
Pirata
Messaggi: 10187
Iscritto il: 18/06/2011, 21:30
Pirata o Piratessa: M
Località: Imola
Contatta: Sito web Facebook Google+

Re: Descrivere i gesti

08/04/2017, 10:46

Help needed. Ultima pagina del mio romanzo:

Il mercante prese con due dita il naso tra gli occhi e massaggiò


Si capisce che fa?
C'è un modo migliore?
Da vicino nessuno è nOrMaLe
La vita è una corsa, e io sto cercando una panchina
Una risata vi seppellirà

Avatar utente
ArtiXmi
Pirata vincitore
Pirata vincitore
Messaggi: 486
Iscritto il: 26/10/2016, 22:23
Pirata o Piratessa: M
Località: La città un pò stretta
Contatta: Facebook

Re: Descrivere i gesti

08/04/2017, 11:24

MasMas ha scritto:Help needed. Ultima pagina del mio romanzo:

Il mercante prese con due dita il naso tra gli occhi e massaggiò


Si capisce che fa?

Posso chiedere l'aiuto da casa?
Così, a naso... ehm...

Continua la frase oltre il "massaggiò"
Sembra manchino informazioni su cosa massaggia.
Tra gli occhi è superfluo.
Il mercante massaggiò il naso con due dita.
Il Mozzo.
https://www.facebook.com/ArtiXmi
Comunque, senza il lupo non esisterebbe nessuna fiaba

Avatar utente
Geara Tsuliwaënsis
Nostromo
Messaggi: 1035
Iscritto il: 11/06/2012, 15:05
Pirata o Piratessa: F
Località: Nùgoro
Contatta: Sito web Facebook

Re: Descrivere i gesti

08/04/2017, 13:18

MasMas ha scritto:Help needed. Ultima pagina del mio romanzo:

Il mercante prese con due dita il naso tra gli occhi e massaggiò


Si capisce che fa?
C'è un modo migliore?



Quale delle tre?

Sembra che il mercante abbia anche un naso che non sia tra gli occhi, cosa che potresti evitare specificando quale parte del naso e se non ho frainteso il gesto è il ponte del naso.

"Il mercante si massaggiò il ponte del naso" o "Il mercante strinse il ponte del naso con indice e pollice e massaggiò la zona tra gli occhi" o "Il mercante portò la mano al viso e si massaggiò il naso".
In base a quello che vuoi comunicare, puoi pure aggiungere sospiri, pungi contro i muri e/trasformazioni in creature assetate di sangue.

E comunque, per non dimenticare l'importanza dei gesti: https://www.youtube.com/watch?v=sD-44Cx1Iaw
Si has perdido el rumbo escúchame, llegar a la meta no es vencer, lo importante es el camino y en él, caer, levantarse, insistir, aprender.
La posada de los muertos - Mägo de Oz

Avatar utente
Titty
Pirata vincitore
Pirata vincitore
Messaggi: 1782
Iscritto il: 30/07/2016, 16:10
Pirata o Piratessa: F

Re: Descrivere i gesti

08/04/2017, 13:53

Avevo iniziato con questi video a studiare inglese.
Hahaha. :lol:
"Di una cosa sono convinto: un libro deve essere un'ascia per il mare ghiacciato che è dentro di noi".

F. Kafka

Avatar utente
MasMas
Pirata
Messaggi: 10187
Iscritto il: 18/06/2011, 21:30
Pirata o Piratessa: M
Località: Imola
Contatta: Sito web Facebook Google+

Re: Descrivere i gesti

08/04/2017, 14:39

Preferisco "il mercante massaggiò il naso con due dita." Il ponte del naso a me non dice molto, sarò ignorante magari, ma mi pare rischioso. Le altre sono più lunghe.
Però quella di Artixmi si capisce? O si potrebbe fraintendere?

Meglio segua il consiglio di Paolino e la smetta di voler descrivere i gesti non facendoglieli fare? :D
Da vicino nessuno è nOrMaLe
La vita è una corsa, e io sto cercando una panchina
Una risata vi seppellirà

Avatar utente
MasMas
Pirata
Messaggi: 10187
Iscritto il: 18/06/2011, 21:30
Pirata o Piratessa: M
Località: Imola
Contatta: Sito web Facebook Google+

Re: Descrivere i gesti

08/04/2017, 14:42

Vi lascio qualche indizio in più:
Jeremia colpiva il foglio nella sinistra con il dorso della destra: “Visto? È scritto qui. Ora ti è chiaro?”
Occhi piccoli si fecero ancor più piccoli: “No.”
Il mercante prese con due dita il naso tra gli occhi e massaggiò: “Hmmm!” E rimassaggiò.
“Lo sapete, nelle scartoffie non ci capisco molto, signore.”
“Allora, ripetiamo. Ma presta attenzione!”


Si accettano anche gesti o soluzioni alternative che espirimano il rischio di perdere la pazienza e lo aforzo di mantenere la calma.
Da vicino nessuno è nOrMaLe
La vita è una corsa, e io sto cercando una panchina
Una risata vi seppellirà

Avatar utente
monia74
Pirata vincitore
Pirata vincitore
Messaggi: 1344
Iscritto il: 22/09/2015, 18:40
Pirata o Piratessa: F
Località: Correggio
Contatta: Facebook

Re: Descrivere i gesti

08/04/2017, 18:58

Io direi:
"si massaggiò l'attaccatura del naso con due dita"

però non mi piace la frase prima:
colpiva il foglio nella sinistra con il dorso della destra

cioè, non è molto scorrevole. Ora, non so se questo romanzo è sperimentale e ti stai soffermando apposta sulla gestualità, ma se non è così, io starei più leggera,
ad esempio
picchiettava il foglio svolazzante con le nocche/una nocca [dell'altra mano]
Tutti i libri sono autobiografici nelle emozioni.

Avatar utente
MasMas
Pirata
Messaggi: 10187
Iscritto il: 18/06/2011, 21:30
Pirata o Piratessa: M
Località: Imola
Contatta: Sito web Facebook Google+

Re: Descrivere i gesti

09/04/2017, 10:38

Dai, "picchiettava il foglio svolazzante" è barocco.
Poi vi dirò cosa ne pensa l'editor. :D
Da vicino nessuno è nOrMaLe
La vita è una corsa, e io sto cercando una panchina
Una risata vi seppellirà

Avatar utente
MasMas
Pirata
Messaggi: 10187
Iscritto il: 18/06/2011, 21:30
Pirata o Piratessa: M
Località: Imola
Contatta: Sito web Facebook Google+

Re: Descrivere i gesti

09/04/2017, 10:42

Comunque sì, il personaggio è esagerato nella gestualità.
Se poi sarà la chiave per lo Strega o una fantozziana cagata pazzesca, me lo direte voi.
(Monia me lo recensisci?) :)
Da vicino nessuno è nOrMaLe
La vita è una corsa, e io sto cercando una panchina
Una risata vi seppellirà

Avatar utente
Geara Tsuliwaënsis
Nostromo
Messaggi: 1035
Iscritto il: 11/06/2012, 15:05
Pirata o Piratessa: F
Località: Nùgoro
Contatta: Sito web Facebook

Re: Descrivere i gesti

09/04/2017, 14:51

MasMas ha scritto:Vi lascio qualche indizio in più:
Jeremia colpiva il foglio nella sinistra con il dorso della destra: “Visto? È scritto qui. Ora ti è chiaro?”
Occhi piccoli si fecero ancor più piccoli: “No.”
Il mercante prese con due dita il naso tra gli occhi e massaggiò: “Hmmm!” E rimassaggiò.
“Lo sapete, nelle scartoffie non ci capisco molto, signore.”
“Allora, ripetiamo. Ma presta attenzione!”


Si accettano anche gesti o soluzioni alternative che espirimano il rischio di perdere la pazienza e lo aforzo di mantenere la calma.


Secondo me si capisce lo sforzo. E se posso permettermi, prenderei in considerazione il suggerimento di Monia sull'attaccatura del naso.
Si has perdido el rumbo escúchame, llegar a la meta no es vencer, lo importante es el camino y en él, caer, levantarse, insistir, aprender.
La posada de los muertos - Mägo de Oz

Torna a “Tecnica: domande e risposte”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite