Avatar utente
MasMas
Capitano
Messaggi: 10030
Iscritto il: 18/06/2011, 21:30
Pirata o Piratessa: M
Località: Imola
Contatta: Sito web Facebook Google+

Re: Ritmo della narrazione

09/12/2016, 21:40

Potresti provare a esercitarti.
Scrivere un racconto (buono per spazio autori) con momenti frenetici e altri lenti. Poi magari lo editiamo e vediamo come farebbero gli altri.
Da vicino nessuno è nOrMaLe
La vita è una corsa, e io sto cercando una panchina
Una risata vi seppellirà

Avatar utente
Titty
Pirata vincitore
Pirata vincitore
Messaggi: 1657
Iscritto il: 30/07/2016, 16:10
Pirata o Piratessa: F

Re: Ritmo della narrazione

09/12/2016, 21:45

Ci proverò. Non so quando perché sto rimandando due scritti. Uno è quello del concorso letterario sulle biciclette. Ve lo ricordate? Ho la storia, ma devo iniziarla.
"Di una cosa sono convinto: un libro deve essere un'ascia per il mare ghiacciato che è dentro di noi".

F. Kafka

Avatar utente
Geara Tsuliwaënsis
Nostromo
Messaggi: 1012
Iscritto il: 11/06/2012, 15:05
Pirata o Piratessa: F
Località: Nùgoro
Contatta: Sito web Facebook

Re: Ritmo della narrazione

10/12/2016, 1:07

Credo possa essere utile una citazione di tale Gary Provost, che non ho la minima idea di chi sia, ma ci sono incappata tempo fa su reddit, o goodreads, o pinterest. Su internet. E mi piace.

“This sentence has five words. Here are five more words. Five-word sentences are fine. But several together become monotonous. Listen to what is happening. The writing is getting boring. The sound of it drones. It’s like a stuck record. The ear demands some variety. Now listen. I vary the sentence length, and I create music. Music. The writing sings. It has a pleasant rhythm, a lilt, a harmony. I use short sentences. And I use sentences of medium length. And sometimes, when I am certain the reader is rested, I will engage him with a sentence of considerable length, a sentence that burns with energy and builds with all the impetus of a crescendo, the roll of the drums, the crash of the cymbals–sounds that say listen to this, it is important.”


Che è quello che ha detto Mas, ma Mas lo ha detto in italiano.
Ho fatto pure un'alliterazione.
Si has perdido el rumbo escúchame, llegar a la meta no es vencer, lo importante es el camino y en él, caer, levantarse, insistir, aprender.
La posada de los muertos - Mägo de Oz

Avatar utente
grilloz
Capitano
Messaggi: 1821
Iscritto il: 20/10/2014, 19:41
Pirata o Piratessa: M
Località: Dresda
Contatta: Facebook Google+

Re: Ritmo della narrazione

10/12/2016, 9:32

Geara Tsuliwaënsis ha scritto:Credo possa essere utile una citazione di tale Gary Provost, che non ho la minima idea di chi sia, ma ci sono incappata tempo fa su reddit, o goodreads, o pinterest. Su internet. E mi piace.

Avevo letto una citazione analoga su un liro di scrittura in italiano, che al momento però non ho sotto mano. L'unica differenza è che la frase iniziale in italiano era di 6 parole ;)

Avatar utente
MasMas
Capitano
Messaggi: 10030
Iscritto il: 18/06/2011, 21:30
Pirata o Piratessa: M
Località: Imola
Contatta: Sito web Facebook Google+

Re: Ritmo della narrazione

10/12/2016, 22:36

No beh lui dice cose più fiche in un modo più fico.

Per esempio, certo che anche l'alternanza ha la sua importanza. Evitare la monotonia anche, e con le frasi corte è un rischio.
Da vicino nessuno è nOrMaLe
La vita è una corsa, e io sto cercando una panchina
Una risata vi seppellirà

Avatar utente
Titty
Pirata vincitore
Pirata vincitore
Messaggi: 1657
Iscritto il: 30/07/2016, 16:10
Pirata o Piratessa: F

Re: Ritmo della narrazione

10/12/2016, 22:47

Per sapere se lui dice cose più "gajarde" devo tradurre tutto. Capito quasi tutto dall' inglese, ma mi soffermerei sull' italiano. Con la frase corte, tante c'è rischio di annoiare. Lo stesso parrebbe con orazioni infinite. Alternanza. Più o meno credo di aver capito. Anche la punteggiatura ha la sua dose di responsabilità. Se pensiamo che una virgola ti ferma per un secondo, un punto fermo per poco più. In paricolare le virgole aiutano nel dare il ritmo.
Allenarsi, allenarsi, allenarsi. Come? Scrivendo. Banale, eh? :D
"Di una cosa sono convinto: un libro deve essere un'ascia per il mare ghiacciato che è dentro di noi".

F. Kafka

Avatar utente
Geara Tsuliwaënsis
Nostromo
Messaggi: 1012
Iscritto il: 11/06/2012, 15:05
Pirata o Piratessa: F
Località: Nùgoro
Contatta: Sito web Facebook

Re: Ritmo della narrazione

11/12/2016, 1:39

grilloz ha scritto: L'unica differenza è che la frase iniziale in italiano era di 6 parole ;)

Andiamo bene!

MasMas ha scritto:No beh lui dice cose più fiche in un modo più fico.


Ecchepignolo!
Tizio di cui non ricordo il nome scrive manuali per scrittori e ci si aspetta che lo faccia in modo molto figo, ma il concetto è lo stesso.

Traduco per chi ne avesse necessità, l'importante è il succo quindi non fatemi fare il giro di chiglia per l'adattamento bruttarello.

Questa frase ha cinque parole. Anche questa ne ha cinque. Le frasi pentaparolate vanno bene. Ma alla lunga diventano noiose. Sentite cosa sta succedendo ora. Lo scritto sta diventando monotono. E il suono ne risente. È come un disco rotto. L'orecchio ha bisogno di varietà. Ora ascolta. Cambio la lunghezza delle frasi ed è così che creo musica. Musica. Lo scritto canta. Ha un ritmo piacevole, una cadenza, un'armonia. Uso frasi brevi. E uso frasi di media lunghezza. E qualche volta, quando sono certo che il lettore sia riposato, lo costringo a impegnarsi con una frase di considerevole lunghezza, una frase che brucia di energia e costruisce con l'impeto di un crescendo il rullo dei tamburi che termina con il fragore dei cimbali che dice: ascolta tutto questo, è importante.
Si has perdido el rumbo escúchame, llegar a la meta no es vencer, lo importante es el camino y en él, caer, levantarse, insistir, aprender.
La posada de los muertos - Mägo de Oz

Avatar utente
monia74
Pirata vincitore
Pirata vincitore
Messaggi: 1318
Iscritto il: 22/09/2015, 18:40
Pirata o Piratessa: F
Località: Correggio
Contatta: Facebook

Re: Ritmo della narrazione

14/12/2016, 18:26

oh ma che bella!
grazie per la traduzione, è molto musicale. MI piace :D
poi vien da pensare che l'orecchio o ce l'hai innato oppure... hai voglia ad allenarti. Ma noi non ci pensiamo, vero? e continuiamo a provare, che non si sa mai :P
Tutti i libri sono autobiografici nelle emozioni.

Avatar utente
grilloz
Capitano
Messaggi: 1821
Iscritto il: 20/10/2014, 19:41
Pirata o Piratessa: M
Località: Dresda
Contatta: Facebook Google+

Re: Ritmo della narrazione

14/12/2016, 18:50

monia74 ha scritto:poi vien da pensare che l'orecchio o ce l'hai innato oppure...

L'orecchio assoluto sì, ma ci sono bravi musicisti che non ce l'hanno ;)

Avatar utente
Titty
Pirata vincitore
Pirata vincitore
Messaggi: 1657
Iscritto il: 30/07/2016, 16:10
Pirata o Piratessa: F

Re: Ritmo della narrazione

15/12/2016, 11:27

Ci vuole orecchio ... come diceva Jannacci :P
"Di una cosa sono convinto: un libro deve essere un'ascia per il mare ghiacciato che è dentro di noi".

F. Kafka

Torna a “Tecnica: domande e risposte”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite