Avatar utente
monia74
Pirata vincitore
Pirata vincitore
Messaggi: 1318
Iscritto il: 22/09/2015, 18:40
Pirata o Piratessa: F
Località: Correggio
Contatta: Facebook

Cassare un capitolo

07/02/2016, 14:12

Non so dove scrivere questa domanda, confido che troverete il posto giusto dove spostarla o rispondere :)

Volevo chiedere a chi scrive o revisiona romanzi o racconti lunghi: sulla base di cosa decidete di cassare un capitolo?
La risposta base la conosco: "se non fa procedere la storia". Mi chiedo quanto questo debba essere rigoroso e se esistono altri criteri.
So che il "è un capitolo che mi piace davvero tanto" non conta :) . Eppure è vero: se davvero mi piace così tanto??
Se non fa procedere la storia ma mostra una sfaccettatura, un approfondimento, contribuisce a creare un'atmosfera...?

Lo sapete pure voi... tagliare è sempre difficile. Se non è una ridondanza ma un capitolo intero lo è ancora di più. Eppure dopo la fase creativa c'è la fase in cui si fa ordine e non tutto può rimanere. Insomma vi chiedo che criteri usate.
Grazie :P
Tutti i libri sono autobiografici nelle emozioni.

Avatar utente
MasMas
Capitano
Messaggi: 10033
Iscritto il: 18/06/2011, 21:30
Pirata o Piratessa: M
Località: Imola
Contatta: Sito web Facebook Google+

Re: Cassare un capitolo

08/02/2016, 20:32

Ti piace come ho fatto? :)

Se me lo chiedi nella mia veste di esperto revisionatore nonché colto conoscitore di letteratura, hai sbagliato persona, io sono solo un... pirla.

Come uno qualsiasi che dice la sua, invece, dico che immagino tu ti riferisca a un capitolo che non è importante nella trama, ma che come accenni dia informazioni secondarie, o additittura crei momenti di allentamento della tensione, fornisca colore, atmosfera.
Ci sta. Credo che questi genere di capitoli (o anche parti di capitoli, momenti nella narrazione, in generale) siano rischiosi, l'attenzione e la tensione del lettore sono la cosa che più è importante tenere alta, e perderla è un peccato.
Per cui devono essere fatti bene.
E no, il fatto che a te piacciano tanto tanto non è abbastanza, ahimè. Devono piacere tanto tanto agli altri, allora sì. :)

Venendo alla domanda, io casserei un capitolo se non mi dice niente, se mi pare noioso e inutile. Difficile trovare una vera e propria regola.
Ma come un capitolo, ripeto, una qualunque parte di un romanzo.
Da vicino nessuno è nOrMaLe
La vita è una corsa, e io sto cercando una panchina
Una risata vi seppellirà

Avatar utente
grilloz
Capitano
Messaggi: 1821
Iscritto il: 20/10/2014, 19:41
Pirata o Piratessa: M
Località: Dresda
Contatta: Facebook Google+

Re: Cassare un capitolo

11/02/2016, 13:46

Hemingway diceva in proposito: "uccidete i vostri cari" ovvero, se ti piace tanto quel pezzo, proprio perchè ti piace tanto taglialo.
Ma noi pirati siamo più tolleranti, no? zac
In un racconto ti direi tranquillamente "taglia senza pietà se non serve alla trama" se è poi tanto bello lo puoi sempre sfruttare da qualche altra parte.
In un romanzo la questione è un po' più delicata, se non serve proprio a niente allora non c'è scelta, la bellezza non conta, via, se invece quel brano ti serve per far emergere qualche caratteristica del personaggio, a definire meglio l'ambiente, insomma un qualcosa che se mancasse non toglierebbe nulla, ma messo aggiunge qualcosa allora puoi lasciarlo, a patto che non sia noioso (troppo noioso, poi guarda come fa ad esempio King che questi capitoli te li mette dopo aver lasciato un personaggio in una situazione di pericolo per cui tu, anche se fosse noiosissimo, lo divorerai per sapere cosa succede dopo) allora ci può stare.
Direi vietati, assolutamente vietati, i capitoli che servono solo per allungare il rum :P
fiut

Torna a “Tecnica: domande e risposte”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite