Avatar utente
paolino66
Nostromo
Messaggi: 664
Iscritto il: 19/01/2013, 7:08
Pirata o Piratessa: M

Spontaneità e ispirazione: qual è la loro importanza?

18/11/2015, 22:09

Ciao, pirat*,

inserisco qui questo argomento, perché più che un tema "didattico", è uno spunto per chiacchierare un po'.

Prendendo spunto da questa discussione, lancio la domanda in oggetto.

Supponiamo di voler misurare in percentuale l'importanza dei fattori necessari a una buona riuscita nella scrittura. Nella mia percezione, a questi due fattori messi insieme io assegno non più del 5%.

Voi?


Paolino
Io stimo più il trovar un vero, benché di cosa leggiera, che 'l disputar lungamente delle massime questioni senza conseguir verità nissuna.

(G. Galilei)

Avatar utente
grilloz
Capitano
Messaggi: 1821
Iscritto il: 20/10/2014, 19:41
Pirata o Piratessa: M
Località: Dresda
Contatta: Facebook Google+

Re: Spontaneità e ispirazione: qual è la loro importanza?

19/11/2015, 9:25

Difficile dare una risposta, credo che sia qualcosa di molto soggettivo. Ci sono autori più spontanei e altri più "strutturati", autori che modificano poco la prima stesura e altri che riscrivono competamente più volte lo stesso testo. Ad esempio Bucowski è un autore che mi pare molto "spontaneo". Poi penso anche che l'esercizio possa dare i suoi frutti rendendo spontanei alcuni trucchetti del mestiere.
Ricordo che ai tempi del liceo mi era venuto il pallino di scrivere poesie in metrica. Il metro è qualcosa che richiede un certo lavoro di rielaborazione, quando scrivi seguendo l'ispirazione non sei lì a contare le sillabe, eppure mi resi conto che dopo un po' i miei versi si attestavano sempre tra le 10 e le 12 sillabe, bastava quindi un piccolo ritocco, una d eufonica in più o in meno, un'elissione e il verso diventava con poco sforzo un endecasillabo.
Credo che lo stesso valga in letteratura, se si cerca ad esempio una scrittura più asciutta, all'inizio si dovrà fare attenzione in fase di riscrittura a tagliare gli aggettivi inutili, a elimiare gli avverbi ecc. ma dopo un po' scrivere in quel modo diventerà più naturale.
Però non ho risposto alla tua domanda :D forse 5% è poco, direi tra un 20% e un 50% a seconda dell'autore.

Avatar utente
Jacopo
Pirata
Messaggi: 137
Iscritto il: 19/03/2012, 17:44
Pirata o Piratessa: M

Re: Spontaneità e ispirazione: qual è la loro importanza?

19/11/2015, 10:03

Provo un secondino ad elaborare.

L'ispirazione è una fase che precede la scrittura ed è quella in cui si fonda il corpus tematico di ciò che si vorrà dire. È la genesi dell'idea e mi pare che abbia una rilevanza importante, sebbene non assoluta (se lo sviluppo è compromesso, l'idea di fondo può essere originale quanto vuoi ma non vien fuori). Sicuramente più del 5%

La spontaneità è un' ispirazione in itinere, un qualità che di solito vien fuori nel momento in cui idea e pratica si fondono e permeano in un unico momento creativo. Credo sia una pratica opinabile, assolutamente dipendente dallo spirito di chi scrive. Va bene uguale, magari uno e più strutturato, magari qualcuno è più lirico, magari qualcuno è più carnale. È il bello della letteratura: dietro c'è la vita delle persone e la sua enorme varietà. Quindi può essere importante al 100% come non lo può essere affatto in una prosa tutta reggimentata, Manzoniana, se vogliamo.

Se poi per spontaneità s'intende l'onestà intelletuale di aderire a ciò che si è anche in un momento d'estrema astrazione e catarsi come il momento letterario, allora a mio modesto vedere è importante al 100%. Per lo scrittore innanzitutto, perchè non esserlo significa mistificare la propria concezione di sè, per il lettore in secondo luogo poichè perde la possibilità di farsi un amico, e leggere è quello: trovarsi dei compagni di viaggio.
Silly monkeys... give them thumbs, they forge a blade.

Avatar utente
MasMas
Capitano
Messaggi: 10033
Iscritto il: 18/06/2011, 21:30
Pirata o Piratessa: M
Località: Imola
Contatta: Sito web Facebook Google+

Re: Spontaneità e ispirazione: qual è la loro importanza?

19/11/2015, 14:32

Nooo dai, troppo poco. Per me se non si parte da un buon prodotto non si arriva a un gran che. Se ciò che scrivi non è spontaneo nemmeno un po' e non sei ispirato, il risultato è privo di forza, secondo me si sente. Poi tutto è migliorabile con l'esercizio, ma...
Io dico almeno 25.
Da vicino nessuno è nOrMaLe
La vita è una corsa, e io sto cercando una panchina
Una risata vi seppellirà

Avatar utente
monia74
Pirata vincitore
Pirata vincitore
Messaggi: 1318
Iscritto il: 22/09/2015, 18:40
Pirata o Piratessa: F
Località: Correggio
Contatta: Facebook

Re: Spontaneità e ispirazione: qual è la loro importanza?

19/11/2015, 22:30

E nel resto cosa ci mettete quindi? Tutta tecnica? 95% di tecnica..? E' come dire che un libro si può scrivere a tavolino, anche senza grandi idee
o sbaglio?
Tutti i libri sono autobiografici nelle emozioni.

Avatar utente
MasMas
Capitano
Messaggi: 10033
Iscritto il: 18/06/2011, 21:30
Pirata o Piratessa: M
Località: Imola
Contatta: Sito web Facebook Google+

Re: Spontaneità e ispirazione: qual è la loro importanza?

22/11/2015, 7:03

Tecnica ce ne va tanta.
Ma sul libro a tavolino, grande mito ammmericano, ne possiamo parlare.
Io credo che in buona parte sia possibile, ahimè.
Da vicino nessuno è nOrMaLe
La vita è una corsa, e io sto cercando una panchina
Una risata vi seppellirà

Avatar utente
grilloz
Capitano
Messaggi: 1821
Iscritto il: 20/10/2014, 19:41
Pirata o Piratessa: M
Località: Dresda
Contatta: Facebook Google+

Re: Spontaneità e ispirazione: qual è la loro importanza?

22/11/2015, 12:36

MasMas ha scritto:Tecnica ce ne va tanta.
Ma sul libro a tavolino, grande mito ammmericano, ne possiamo parlare.
Io credo che in buona parte sia possibile, ahimè.

In effetti sarebbe un argomento di discussione interessanto.Magari si potrebbe tentare un esperimento? magari in scrittura collettiva? Non un romanzo, direi, troppo lungo, forse un racconto, e poi vedere cosa viene fuori.

Queen1997
Messaggi: 1
Iscritto il: 19/08/2016, 22:28
Pirata o Piratessa: F

Re: Spontaneità e ispirazione: qual è la loro importanza?

19/08/2016, 22:39

Secondo me entrambe sono importantissime per la scrittura. l'ispirazione è quella irrefrenabile voglia di scrivere qualcosa che ti passa per la testa..... Senza essa ogni discorso è inutile non si può scrivere un libro senza essere ispirato. Gli artisti sono ispirati. L'ispirazione e il tipo d'ispirazione credo che siano ciò che distingue un artista da tutti gli altri esseri umani. Se non hai ispirazione e come se scrivessi il vuoto. Per quanto riguarda la spontaneità dipende.... Molte volte risulta fare la differenza.... Si apprezza sempre più quello che è spontaneo e non l'artefatto.... La gente ama la semplicità e la spontaneità ciò che non è facile da comprendere è troppo faticoso da analizzare e la maggior parte della gente non ne ha voglia . Tuttavia la spontaneità non è sempre sinonimo di facile lettura è solo un qualcosa che rende vero ciò che si fa di certo è sempre più apprezzata

Torna a “Tecnica: domande e risposte”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite