Avatar utente
Ella
Pirata vincitore
Pirata vincitore
Messaggi: 72
Iscritto il: 01/10/2017, 18:58
Pirata o Piratessa: F

Re: Halloween #06

15/11/2017, 21:58

Eccomi, eccomi, eccomi! Ce l'ho fatta :mrgreen:


Dite "Halloween"!

– Danny, no! Quella è la casa della signora Jacobs – disse la ragazzina col costume da strega le cui brillanti decorazioni, viola e verdi, ne mettevano in risalto i capelli rossi. Il trucco sapientemente dosato evidenziava le lentiggini sul viso, ora contratto in una smorfia di preoccupazione mentre Annabelle guardava il suo amico dirigersi verso il campanello.
Con aria di sfida, Daniel, per l’occasione avvolto in bende logore dalla testa ai piedi, tese il braccio e sorrise beffardo alla volta del gruppo di creature più o meno spaventose che errava in cerca di dolcetti durante la notte più macabra dell’anno.
– E allora? Non ve la starete mica facendo sotto?
– Non è questo il punto. Di certo non avrà caramelle né altri dolci, stiamo solo perdendo tempo! – Wyatt fece del suo meglio per dissimulare la paura, ottenendo miseri risultati. Fu tradito dalla sua voce tremolante, poco adatta al maestoso ed elegante vampiro che impersonava quella sera. Del resto, neppure gli occhiali da vista si abbinavano molto bene a quel travestimento, ma Wyatt era stato categorico al riguardo: non avrebbe mai e poi mai toccato dei bulbi oculari, non aveva importanza se si trattava dei suoi. Le lenti a contatto erano “indiscutibilmente fuori questione, punto”. Lo ripeteva ogni volta che qualcuno provava a convincerlo, cosa che ormai accadeva quasi ogni giorno. Colpa di Catherine, detta Cathy, che aveva scelto un attillato costume da gatto nero nel tentativo di essere associata a un diminutivo più accattivante: Cat. “Ora che siamo al liceo possiamo essere chi vogliamo! Io sono stufa della dolce e timida Cathy” aveva sentenziato poco più di un mese prima, all’inizio della scuola “e tu Wyatt hai finalmente l’occasione per scollarti di dosso quell’enorme freccia luminosa che dice ‘nerd’ e punta dritta sulla tua faccia occhialuta!”. Tanto ossessionata dalle apparenze e dal giudizio altrui quanto insicura e sensibile.
– Dicono che l’ultimo bambino che è venuto qui a fare dolcetto o scherzetto non si sia più visto in giro – Cat, divertita, stuzzicò i suoi amici.
– Forse la signora Jacobs l’ha messo nel freezer e poi l’ha cucinato al posto del tacchino il giorno del Ringraziamento – Danny rincarò la dose. Con lo stesso sguardo furbo che accompagnava usualmente le sue bravate, mise un dito sul campanello e lo pigiò.
Din don.
Fece un passo indietro e si voltò a scrutare le espressioni sui visi dei suoi compagni, ammutoliti. Era calato un bizzarro silenzio: realizzarono in quell’istante di essere le uniche persone in tutto il lungo viale alberato nel quale si ergeva l’abitazione della signora Jacobs.
– Dovremmo andarcene, prima che venga ad aprire! – disse sottovoce Annabelle.
Nessuno si mosse, ciascuno paralizzato dai propri pensieri.
Non si era parlato d’altro, qualche anno prima, quando quel povero bambino vestito da ragnetto era scomparso proprio la notte di Halloween. Secondo gli adulti si trattava di una leggenda metropolitana, una sciocchezza. Ma tra i ragazzi le opinioni erano ben diverse. L’ipotesi più accreditata era quella che la signora Jacobs, come una moderna strega di Hansel e Gretel, mettesse all’ingrasso le sue vittime per poi farne deliziosi banchetti. Altri sostenevano che fosse un’assassina seriale che trucidava i giovanissimi nel tentativo delirante di salvarli da una società corrotta e indegna. Qualcuno fantasticava su una fattucchiera capace di trasformare i bambini in rospi. Insomma, le versioni erano variegate e i sedicenti testimoni oculari delle nefandezze compiute in quella casa ormai non si contavano più. Quel luogo così chiacchierato, complice la nebbia, ora pareva più tetro e inquietante che mai. I quattro amici erano intenti a immaginare quale scenario li attendesse là dentro, quando udirono uno scricchiolio. Lo spiraglio creato dalla porta socchiusa rivelò una mano raggrinzita poggiata sullo stipite. Una flebile ma gracchiante voce chiese, timorosa:
– Chi è?
– Dolcetto o scherzetto? – fecero eco gli inattesi ospiti trovandosi faccia a faccia con la signora Jacobs, che aveva aperto la porta e, con passi incerti, si era trascinata oltre l’uscio. Rimasero sorpresi nel constatare che non era affatto terrificante come si raccontava, anzi, tutt’altro. Lungi dall’essere il mostro che si erano prefigurati, la vecchina che li aveva accolti stava sorridendo loro con aria rassicurante.
– Oh, ragazzi miei, temo di dovervi deludere, non tengo dolciumi in casa. Ma sarò felice di darvi delle buone arance! Aspettatemi qui.
L’anziana signora, alta a malapena cinque piedi, con le spalle curve avvolte da uno scialle di lana color pesca e i candidi capelli raccolti in uno chignon, sparì nella penombra.
– Volete ancora darvela a gambe, fifoni? – Danny canzonò gli altri tre.
– Cavolo, dovremmo farci un selfie, domani a scuola non crederanno mai che siamo stati qui – fece Cat con una punta di esaltazione. Frugò nella zucca di plastica che usava a mo' di borsetta; avrebbe dovuto destinarla ai dolci ma, ligia alla dieta, Cat aveva rinunciato a tutte quelle inutili calorie, per la soddisfazione dei suoi amici che poterono incrementare il loro bottino di quella sera. Le avrebbero lasciato le arance, in compenso. Ne estrasse il cellulare e radunò accanto a sé Annabelle, Daniel e Wyatt, che si misero in posa insieme a lei di fronte alla porta ancora aperta.
– Dite “Halloween”!
Vennero illuminati dal flash e, prima che potessero riguardare la fotografia, la signora Jacobs li interruppe. Diede due arance ad ognuno si complimentò con loro per i bellissimi costumi e li congedò.
– Me ne torno al calduccio, le mie ossa non sono più quelle di una volta. E voi comportatevi bene. Buon divertimento.
I ragazzi salutarono educatamente e si allontanarono tra allegre risate.
– Che vi avevo detto? – esordì Wyatt – niente di zuccheroso qui!
– A parte lei! Avete visto che tenera? Non so proprio come qualcuno possa essersi inventato tutte quelle bugie sul suo conto – soggiunse Annabelle, guardandosi indietro. Solo allora si rese conto che qualcosa non tornava.
– Ragazzi ma... dov'è Danny?
Nessuno seppe rispondere.
La polizia e molti abitanti della città si mobilitarono nelle ricerche, che andarono avanti per settimane. Di Daniel non si ebbe più alcuna notizia, e non uno dei suoi amici notò mai l'ombra, immortalata nell'ultima foto che avevano scattato insieme, che dall'interno della casa alle loro spalle sembrava protendersi verso di lui.

Immagine

Avatar utente
samy74
Nostromo
Messaggi: 848
Iscritto il: 06/10/2014, 19:22
Pirata o Piratessa: F
Località: Roma
Contatta: Sito web Facebook Skype Twitter

Re: Halloween #06

16/11/2017, 10:05

E quindi miei cari ospiti abbiamo concluso questa sfida orripilante e a dir poco macabra. Chi vincerà? E chi vince avrà... :<8=:

Avatar utente
Gattoula
Pirata vincitore
Pirata vincitore
Messaggi: 826
Iscritto il: 28/02/2017, 15:28
Pirata o Piratessa: F

Re: Halloween #06

16/11/2017, 11:51

Si vota fino al 22/11?
1 voto a testa?
o-
La vita non consiste soprattutto - e nemmeno in gran parte - in fatti e avvenimenti.
Consiste soprattutto nella tempesta di pensieri che infuria senza posa nella nostra mente.
(Mark Twain)

Avatar utente
samy74
Nostromo
Messaggi: 848
Iscritto il: 06/10/2014, 19:22
Pirata o Piratessa: F
Località: Roma
Contatta: Sito web Facebook Skype Twitter

Re: Halloween #06

19/11/2017, 10:28

Pronti a votare pirati?
Fino al 27 Novembre, un voto secco a testa. Una sola preferenza. Una sola testa può essere decapitata. :<8=:

Ricordatevi
C'è una ragno piccolino in ogni angolo pronto per accarezzarvi la spalla.
Ai voti!

Avatar utente
Ella
Pirata vincitore
Pirata vincitore
Messaggi: 72
Iscritto il: 01/10/2017, 18:58
Pirata o Piratessa: F

Re: Halloween #06

19/11/2017, 10:43

Io voto per Dolcetti e scherzetti di MasMas! Mi ha fatto morir dal ridere, sei stato molto bravo a creare il contrasto tra la bambina zuccherina con tutte quelle paroline pucciosette che stavano cominciando a darmi sui nervi :lol: e gli improvvisi commenti "da camionista" :lol:

Menzione d'Onore per Gattoula e il suo racconto in rima: ottima prova stilistica ;)

Helena J. Rubino
Pirata vincitore
Pirata vincitore
Messaggi: 39
Iscritto il: 08/04/2017, 17:22
Pirata o Piratessa: F

Re: Halloween #06

20/11/2017, 11:50

Voto per "Dolcetti e scherzetti".
Complimenti a tutti! _|

Avatar utente
Gattoula
Pirata vincitore
Pirata vincitore
Messaggi: 826
Iscritto il: 28/02/2017, 15:28
Pirata o Piratessa: F

Re: Halloween #06

20/11/2017, 14:24

Io invece voto Il ragno di Calibano
(Calibano questa settimana sei il mio guru :LOLP: )

Belli anche gli altri!

In Dolcetti&scherzetti a un certo punto mi sono persa su chi fosse la bimba... e poi questo fatto dell'hotel mi ricorda un altro racconto di Mas Mas di qualche mese fa, VIC - very important client
viewtopic.php?f=54&t=5370
era una variazione Halloween? ;-)
La vita non consiste soprattutto - e nemmeno in gran parte - in fatti e avvenimenti.
Consiste soprattutto nella tempesta di pensieri che infuria senza posa nella nostra mente.
(Mark Twain)

Avatar utente
MasMas
Capitano
Messaggi: 10036
Iscritto il: 18/06/2011, 21:30
Pirata o Piratessa: M
Località: Imola
Contatta: Sito web Facebook Google+

Re: Halloween #06

20/11/2017, 19:07

Lo sai che io sono quello dei racconti seriali... Un'altra puntata.
Da vicino nessuno è nOrMaLe
La vita è una corsa, e io sto cercando una panchina
Una risata vi seppellirà

Avatar utente
Gattoula
Pirata vincitore
Pirata vincitore
Messaggi: 826
Iscritto il: 28/02/2017, 15:28
Pirata o Piratessa: F

Re: Halloween #06

20/11/2017, 19:43

:LOLP: :LOLP: :LOLP: ti adoro!
(Ma se riesco a farw il racconto del mese, vedrai che anch'io a modo mio lo sono ;-) )
La vita non consiste soprattutto - e nemmeno in gran parte - in fatti e avvenimenti.
Consiste soprattutto nella tempesta di pensieri che infuria senza posa nella nostra mente.
(Mark Twain)

Avatar utente
MasMas
Capitano
Messaggi: 10036
Iscritto il: 18/06/2011, 21:30
Pirata o Piratessa: M
Località: Imola
Contatta: Sito web Facebook Google+

Re: Halloween #06

20/11/2017, 22:21

Beh io voto sicuro Una strana alleanza: in rima, ma anche storia e filastrocca divertente e in tema. Clap!
Da vicino nessuno è nOrMaLe
La vita è una corsa, e io sto cercando una panchina
Una risata vi seppellirà

Torna a “MINI-SFIDE”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite