Avatar utente
ArtiXmi
Pirata vincitore
Pirata vincitore
Messaggi: 470
Iscritto il: 26/10/2016, 22:23
Pirata o Piratessa: M
Località: La città un pò stretta
Contatta: Facebook

Un'immagine, 250 parole. (3° parte)

27/02/2017, 22:50

Solito modus operandi.

Al mia via scatenante l'inferMo ehm... le penne.


Copertina.jpg
Il Mozzo.
https://www.facebook.com/ArtiXmi
Comunque, senza il lupo non esisterebbe nessuna fiaba

Avatar utente
MasMas
Capitano
Messaggi: 10033
Iscritto il: 18/06/2011, 21:30
Pirata o Piratessa: M
Località: Imola
Contatta: Sito web Facebook Google+

Re: Un'immagine, 250 parole. (3° parte)

27/02/2017, 22:54

Riassumo per i nuovi venuti: scrivete un racconto ispirato all'immagine di massimo 250 parole. Tempo una ventina di giorni e voteremo il migliore.
Si comincia al mio ahrrr.

...

Ahrrr! o?
Da vicino nessuno è nOrMaLe
La vita è una corsa, e io sto cercando una panchina
Una risata vi seppellirà

Avatar utente
Kiara
Pirata
Messaggi: 7
Iscritto il: 16/02/2017, 0:10
Pirata o Piratessa: F

Re: Un'immagine, 250 parole. (3° parte)

28/02/2017, 21:42

Apro le danze con il mio racconto... spero sia di vostro gradimento (e di aver contato bene... dovrebbero essere 247 parole)

<Maledizione!> sbotto tirandomi a sedere sul letto "tutte le notti la stessa storia" penso mentre mi passo la mano sugli occhi e rassegnato poggio un piede a terra. Ormai non ricordo nemmeno più l'ultima notte che ho passato a dormire senza che quello stupido sogno la interrompesse. Quando la luna è alta in cielo vedo sempre la stessa cosa: un drago che scende in picchiata da una rupe, dovrebbe volare ma non apre le sue grandi ali, io cerco di urlargli "stupido! Batti le ali e tutto andrà bene!" ma la voce non esce e la bestia è sempre più vicina al terreno fin quando non apro gli occhi boccheggiando un fiato che brucia in fondo alla gola. Quindi che fare? Mi alzo e inizio a vagabondare per le vie deserte dove i muri di pietra sembrano schiacciarmi, mi allontano dalla città fino ad arrivare al solito albero dove mi poggio e finalmente torno a respirare.
Da ragazzini giocavamo sempre in questa radura... e l'ultima volta mi nascosi con un mio amico dietro le rocce sopra la rupe, quando quello che si accecava (proprio a quest'albero) si fu allontanato noi uscimmo di scatto per correre verso la nostra salvezza... ma un rumore di sassi che scivolavano mi fece girare e vidi il mio amico a penzoloni nel vuoto, con solo una mano aggrappata ad una radice sporgente: <stupido! Aggrappati e tutto andrà bene!> gli gridai mentre tornavo indietro e mi piegavo su di lui troppo tardi...

Avatar utente
Titty
Pirata vincitore
Pirata vincitore
Messaggi: 1657
Iscritto il: 30/07/2016, 16:10
Pirata o Piratessa: F

Re: Un'immagine, 250 parole. (3° parte)

28/02/2017, 22:24

Era la terza notte che non chiudevo occhio. Mia moglie non si era neppure accorta che soffrivo d’insonnia ultimamente. Il sonno si spezzava a metà nottata fino ad arrivare sveglio per ora di colazione. Il dottore mi aveva prescritto un farmaco nuovo. Ieri sera non l’ho preso. Mi sono vestito e ho camminato fino al bosco. Una lunga camminata mi avrebbe stancato. Il fiato si spezzò, le gambe cominciavano a cedere. La quercia mi sostenne per il tempo di riprendere fiato. La casa era lontana. Avevo camminato più di quanto immaginassi. Se mia moglie si fosse svegliata, non sarei stato vicino a lei. Come avrei potuto spiegare la mia assenza? La sua irrequietezza di questi giorni mi spaventava. Non avrebbe ammesso che mi fossi allontanato da lei. La portai con me. Non riesco a capire le sue urla quando le ho detto di star zitta. Sarà stato il mio tono stranamente alto di voce o forse la corda stretta alle mani non era di suo gradimento. Mi sono ripreso e ti sei quietata. Ho scavato tanto e dopo ti sei placata. Ho messo più terra per coprirti bene. Mi ricordavo che eri freddolosa. Se ti fossi ricordata il golfino, non avrei dovuto coprirti così. Non potevo portarlo io; avevo già la pala per scavare e te da trainare. Sotto la quercia non hai più motivo di agitarti. Peccato che non potevi vedere le stelle. Stanotte mi paiono più luminose.

Chiudo gli occhi. Li riapro. Mia moglie mi porta la colazione.
"Di una cosa sono convinto: un libro deve essere un'ascia per il mare ghiacciato che è dentro di noi".

F. Kafka

Avatar utente
Titty
Pirata vincitore
Pirata vincitore
Messaggi: 1657
Iscritto il: 30/07/2016, 16:10
Pirata o Piratessa: F

Re: Un'immagine, 250 parole. (3° parte)

28/02/2017, 22:37

Leggendo il racconto di Kiara che ha messo il drago, ho rivisto di nuovo l'immagine. Non lo avevo visto il drago. Mi ero soffermata su altro. Pazienza. È uguale.
"Di una cosa sono convinto: un libro deve essere un'ascia per il mare ghiacciato che è dentro di noi".

F. Kafka

Avatar utente
ArtiXmi
Pirata vincitore
Pirata vincitore
Messaggi: 470
Iscritto il: 26/10/2016, 22:23
Pirata o Piratessa: M
Località: La città un pò stretta
Contatta: Facebook

Re: Un'immagine, 250 parole. (3° parte)

01/03/2017, 0:17

Lanciò la moneta, infilandola fra indice e pollice, per aria diverse volte.
Due facce di una medaglia. Come rispetto e disprezzo. Come una nemesi.
Rispetto, che parola profonda. Più dell’onore, dell’amore o dell’amicizia.
L’onore per poche monete muta in pugnalata.
L’amore, un sentimento troppo volubile.
L’amicizia … inutile disquisirne.
Ma il rispetto è un principio, uno scambio d’ideali.
“Abbiate rispetto giovinastra. Sempre”
“Perché andate via?”
“Io sono un fondamento come questo tronco. Sbandierato nel vostro stendardo, ma il rispetto?”
Ella scrollò le spalle.
Un sorrisetto sghembo dalle labbra secche, poi tirò la moneta verso la ragazza scalza.
“Pochi ne hanno una, fatene ciò che volete!” raschiò la gola, sputò in terra per poi lasciarla là, sola. Lui era così.
La giovine lo guardò allontanarsi. “Non mi scorderò di voi.” Stringendo ancor di più la moneta. “Lo giuro.”
Alcune foglie caddero in terra, forse anche lui lo salutò, a suo modo.
Una notte buia, adesso ancor più oscura. Un nuovo brutto ceffo per le vie, libero da antichi legami, come se si fosse scrollato radici che lo incatenavano in un luogo che non era il suo.
Lo sapeva lui, lo sapevano tutti. Nessuno credeva però potesse accadere.
L’atavico essere osservò silente la scena, provò pena per la donna e disprezzo per il vecchio.

L’I.

“Una leggenda? Un vecchio racconto? Una follia? Tutto riporta sempre due lettere in questo polveroso tomo, una L e una I. inframmezzate da un accento.”
Chiusi il libro con un tonfo per riportarli alla realtà.
Professore LI…vorì.
Il Mozzo.
https://www.facebook.com/ArtiXmi
Comunque, senza il lupo non esisterebbe nessuna fiaba

Avatar utente
Titty
Pirata vincitore
Pirata vincitore
Messaggi: 1657
Iscritto il: 30/07/2016, 16:10
Pirata o Piratessa: F

Re: Un'immagine, 250 parole. (3° parte)

01/03/2017, 7:50

L’I.

“Una leggenda? Un vecchio racconto? Una follia? Tutto riporta sempre due lettere in questo polveroso tomo, una L e una I. inframmezzate da un accento.”
Chiusi il libro con un tonfo per riportarli alla realtà.
Professore LI…vorì.

Con l'accento o con l'apostrofo?
L'ultima battuta non l'ho capita. Cosa vuol dire?
"Di una cosa sono convinto: un libro deve essere un'ascia per il mare ghiacciato che è dentro di noi".

F. Kafka

Avatar utente
ArtiXmi
Pirata vincitore
Pirata vincitore
Messaggi: 470
Iscritto il: 26/10/2016, 22:23
Pirata o Piratessa: M
Località: La città un pò stretta
Contatta: Facebook

Re: Un'immagine, 250 parole. (3° parte)

01/03/2017, 8:54

Mettiamo che siano pagine di un libro o di un diario dove l'unica firma è: L'i.
E casualmente il professore si chiami Li... vori... '
Boh, non ne ho idea :p
Il Mozzo.
https://www.facebook.com/ArtiXmi
Comunque, senza il lupo non esisterebbe nessuna fiaba

Avatar utente
Titty
Pirata vincitore
Pirata vincitore
Messaggi: 1657
Iscritto il: 30/07/2016, 16:10
Pirata o Piratessa: F

Re: Un'immagine, 250 parole. (3° parte)

01/03/2017, 8:58

Non ho capito. Ma la storia è buona.
"Di una cosa sono convinto: un libro deve essere un'ascia per il mare ghiacciato che è dentro di noi".

F. Kafka

Avatar utente
ArtiXmi
Pirata vincitore
Pirata vincitore
Messaggi: 470
Iscritto il: 26/10/2016, 22:23
Pirata o Piratessa: M
Località: La città un pò stretta
Contatta: Facebook

Re: Un'immagine, 250 parole. (3° parte)

01/03/2017, 10:30

Titty ha scritto:Non ho capito. Ma la storia è buona.


potrebbe essere lui stesso l'autoreeeee.
Esempio tipo: "hai letto quel libro?"
"Si, però l'assassino è il figlio, non me lo aspettavo!"
:D
Il Mozzo.
https://www.facebook.com/ArtiXmi
Comunque, senza il lupo non esisterebbe nessuna fiaba

Torna a “MINI-SFIDE”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite