Avatar utente
MasMas
Capitano
Messaggi: 10009
Iscritto il: 18/06/2011, 21:30
Pirata o Piratessa: M
Località: Imola
Contatta: Sito web Facebook Google+

Un'immagine, 250 parole II - Titty

24/01/2017, 6:48

Allora do un formato ufficiale a questa nuova veste del vecchio "Descrivere le immagini", giunto a suo tempo alla 20° edizione (stava in Allenamento).
Ricominciamo la numerazione con un formato rinnovato. Per cui:
1. Il vincitore della sfida precedente sceglie un'immagine e la propone;
2. I pirati scrivono un racconto di massimo 250 parole (lunghezza a scelta del proponente?);
3. Dopo 15 giorni (o 20, non stiamo ad essere fiscalissimi) si chiude la votazione;
4. Ogni pirata può indicare fino a tre preferenze;
5. Con democrazia piratesca il proponente sceglie il vincitore, a suo giudizio. :) (ovviamente valgono mazzette, chili di patate, promesse di quote di rum da non mantenere).

Per cui avanti con la prossima immagine di Titty. A voi o?

Immagine
Da vicino nessuno è nOrMaLe
La vita è una corsa, e io sto cercando una panchina
Una risata vi seppellirà

Avatar utente
Titty
Pirata vincitore
Pirata vincitore
Messaggi: 1652
Iscritto il: 30/07/2016, 16:10
Pirata o Piratessa: F

Re: Un'immagine, 250 parole II - Titty

24/01/2017, 7:50

Grazie mille, capitano.
Io sono pasticciona. Molto carino e ordinato così. Ecco il mio testo.

Da quando Giosuè è morto, non c’è stato più nessuno che si sia preso cura del faro. Mi ricordo ancora quando da bambino mi nascosi da lui. Rubai un orologio al negozio e corsi a perdifiato verso il mare. Giosuè mi vide, gli raccontai tutto e mi accolse dentro al faro. Rimasi a bocca aperta, là dentro c’era un mondo. Mi promise che non avrebbe detto niente del furto e in cambio avrei dovuto aiutarlo nella pulizia e gestione del faro stesso. Non mi ricordo se asserii, ma mi misi subito all’opera. Il giorno successivo non trovai più l'orologio che poggiai sul primo gradino, appena entrai. Non piansi nemmeno. Quell’estate ridipingemmo il faro. Tornai a casa tutto sporco di pittura; mia madre mi picchiò non capendo perché ero rosso e bianco da cima a fondo. Non tentai neppure di spiegarle, presi i ceffoni, mi lavai e mi addormentai sognando di accendere di notte la luce per i navigatori. I miei compagni volevano fare mestieri piene di avventure. Paolo, il mio migliore amico disse che sarebbe stato un marinaio. Gli promisi che gli avrei fatto luce tutte le notti da dentro il faro, dal vetro, poi, lo avrei salutato. Da quarant'anni il faro è spento. Giosuè morì la sera stessa ed io non volli più tornare al mare. Ritrattai la promessa a Paolo di illuminarlo nella notte. Oggi in una bancarella ho ritrovato lo stesso tipo d’orologio. Infilato al polso sono entrato dentro al faro e l’ho lasciato sul primo gradino.
"Di una cosa sono convinto: un libro deve essere un'ascia per il mare ghiacciato che è dentro di noi".

F. Kafka

Ester
Pirata vincitore
Pirata vincitore
Messaggi: 198
Iscritto il: 05/12/2016, 19:29
Pirata o Piratessa: F

Re: Un'immagine, 250 parole II - Titty

24/01/2017, 15:52

IL FARO

Sono stanco di essere una metafora: il faro nella notte che indica ai naviganti la rotta.
Non ho più niente da indicare, non più ho riparo da offrire.
Una volta era diverso.
Una volta aveva un senso questo mio stagliarmi solitario sulla spiaggia e salvare gli uomini dal mare.
Una volta le Sirene incantate irretivano marinai illusi, che si sarebbero schiantati contro gli scogli, se il mio occhio luminoso nella notte non avesse indicato il pericolo.
Una volta mostri terribili inghiottivano vascelli, e solo la mia luce poteva indicare loro il porto sicuro entro il quale ripararsi dalla tempesta perfetta.
Ora la mia luce solitaria illumina il deserto d’acqua che si increspa leggero all’orizzonte: le Sirene hanno perso il loro canto, e i mostri marini non fanno più paura.
Altre rotte seguono i marinai, in altri porti cercano rifugio.
Resto solo sulla spiaggia, inutile compagno di sventura del volo dei gabbiani.

Avatar utente
ArtiXmi
Pirata vincitore
Pirata vincitore
Messaggi: 465
Iscritto il: 26/10/2016, 22:23
Pirata o Piratessa: M
Località: La città un pò stretta
Contatta: Facebook

Re: Un'immagine, 250 parole II - Titty

28/01/2017, 22:36

Sono stato impegnato.
ho seguito una rotta che al momento richiedeva maggiore dedizione.
Però come non farsi attrarre da un faro?

Io ci provo.

La seguivo a perdifiato.
Aveva inforcato il viottolo che s’inerpicava al faro.
Aveva pochi minuti di vantaggio. L’avrei raggiunta prima che facesse qualche follia.
Avrei dovuto essere sincero con lei. Prima, non adesso.
Il tramonto arrivò mentre sono in prossimità del faro.
Quanti ne guardai assieme a lei, con i piedi nelle calde acque.
Il pesante portone è aperto. Nessuno entrava per timore delle leggende.
“Sei qui?” grido osservando le scale che salgono.
“Vattene. Non farti vedere mai più.” Dal tono riesco a sentire anche le sue lacrime.
Salgo le scale di corsa, spero di raggiungerla prima che giunga in cima.
“lasciami almeno spiegare!”
“Vattene, mi ha spiegato tutto lei.” Un rumore di una porta metallica che stride aprendosi.
Dovrei andarmene e lasciarla ragionare. Conoscendo la sua sensibilità potrebbe buttarsi giù.
E io adesso cosa provo? Credevo di non volerla più amare. Volerla amare … si può scegliere cosa volere, così a cuor leggero? Avevo conosciuto Grace allo studio, anche lei stanca del suo rapporto. Ci vedemmo qualche volta.
Arrivo in cima al faro. Lei in piedi alla balaustra, braccia poggiate al petto, occhi chiusi e un sussurro “ti ho sempre amato.”
La vidi buttarsi. Il cuore mancò un battito.
E infine lei riversa sugli scogli, il rosso del vestito seguiva la danza delle acque.
Adesso posso esserne certo. Io senza di lei non sono niente.
Balzai oltre.
Sarei morto al suo fianco.
La vidi alzarsi.
Mi aspettava.
A bocca aperta.
I canini in bella mostra.
La vampira avrebbe cenato.
Il Mozzo.
https://www.facebook.com/ArtiXmi
Comunque, senza il lupo non esisterebbe nessuna fiaba

Avatar utente
Titty
Pirata vincitore
Pirata vincitore
Messaggi: 1652
Iscritto il: 30/07/2016, 16:10
Pirata o Piratessa: F

Re: Un'immagine, 250 parole II - Titty

29/01/2017, 10:20

Che bello. Questo faro ha ispirato storie interessanti. Intanto già in tre abbiamo acceso il faro.
"Di una cosa sono convinto: un libro deve essere un'ascia per il mare ghiacciato che è dentro di noi".

F. Kafka

Avatar utente
Geara Tsuliwaënsis
Nostromo
Messaggi: 1012
Iscritto il: 11/06/2012, 15:05
Pirata o Piratessa: F
Località: Nùgoro
Contatta: Sito web Facebook

Re: Un'immagine, 250 parole II - Titty

29/01/2017, 17:36

Era il guardiano del faro, non poteva allontanarsi. Mai.
Durante i festeggiamenti per l’arrivo del nuovo anno, non resistette. Le note dei balli arrivavano fino alle sue orecchie, trasportate dal gelido vento dell’est, vento foriero di tempesta.
“Solo un’ora, due al massimo prima che il fuoco si spenga”, si disse mentre correva e macinava strada sotto le suole consumate, tenendo stretto con una mano il bavero della giacca.
“Dove corri?” gli urlò una ragazza con le guance rosse e gli occhi lucidi.
“Alla festa” le rispose.
Lei gli offrì la bottiglia di liquore. “Festeggiamo insieme, guardiano.”
Lo seguì al faro, divisero il letto e resero sopportabile il gelo della notte con baci e carezze. Lui dimenticò la solitudine stringendosi a lei e pregò che luna illuminasse il mare al suo posto, solo per quella notte.
Un urlo furioso svegliò il guardiano, lei, che dormiva accoccolata al suo petto, emise un versetto infastidito e si ritrasse mostrando la schiena nuda.
Il guardiano non fece in tempo ad aprire la porta, un uomo gli si scagliò addosso.
“Maledetto!” gridò furioso, colpendolo in piena faccia.
Il guardiano cadde all’indietro e batté la testa contro le assi di legno. Si rimise in piedi, dal naso colava copioso il sangue e solo quando ne vide il colore scarlatto, capì.
Il fuoco di segnalazione era spento e sulla scogliera giaceva il relitto di una nave con lo scafo distrutto.
“C’era mio figlio su quella nave!” l’uomo gli trapassò il cuore con uno stiletto.
Si has perdido el rumbo escúchame, llegar a la meta no es vencer, lo importante es el camino y en él, caer, levantarse, insistir, aprender.
La posada de los muertos - Mägo de Oz

Avatar utente
MasMas
Capitano
Messaggi: 10009
Iscritto il: 18/06/2011, 21:30
Pirata o Piratessa: M
Località: Imola
Contatta: Sito web Facebook Google+

Re: Un'immagine, 250 parole II - Titty

30/01/2017, 6:58

ArtiXmi a parte i tempi verbali mi sei piaciuto (cioè il racconto, non so se sei il mio tipo :) )
Da vicino nessuno è nOrMaLe
La vita è una corsa, e io sto cercando una panchina
Una risata vi seppellirà

Avatar utente
ArtiXmi
Pirata vincitore
Pirata vincitore
Messaggi: 465
Iscritto il: 26/10/2016, 22:23
Pirata o Piratessa: M
Località: La città un pò stretta
Contatta: Facebook

Re: Un'immagine, 250 parole II - Titty

31/01/2017, 12:21

Nel 99% dei casi non sei il mio tipoil restante 1%, peccato ma sono già sposato. :D
Il Mozzo.
https://www.facebook.com/ArtiXmi
Comunque, senza il lupo non esisterebbe nessuna fiaba

Avatar utente
Titty
Pirata vincitore
Pirata vincitore
Messaggi: 1652
Iscritto il: 30/07/2016, 16:10
Pirata o Piratessa: F

Re: Un'immagine, 250 parole II - Titty

31/01/2017, 15:15

Prima di esprimermi, aspetto che scrivano gli altri. :)
"Di una cosa sono convinto: un libro deve essere un'ascia per il mare ghiacciato che è dentro di noi".

F. Kafka

Avatar utente
MasMas
Capitano
Messaggi: 10009
Iscritto il: 18/06/2011, 21:30
Pirata o Piratessa: M
Località: Imola
Contatta: Sito web Facebook Google+

Re: Un'immagine, 250 parole II - Titty

01/02/2017, 7:03

Geara invece ha scritto un romanzo intero in così poco spazio! :o :)

Sono in ritardo ma arrivo anch'io!
Da vicino nessuno è nOrMaLe
La vita è una corsa, e io sto cercando una panchina
Una risata vi seppellirà

Torna a “MINI-SFIDE”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite