Avatar utente
Titty
Pirata vincitore
Pirata vincitore
Messaggi: 1773
Iscritto il: 30/07/2016, 16:10
Pirata o Piratessa: F

Un'immagine 250 parole, 12 - votazione fino al 23/04/2018

14/03/2018, 8:14

Ecco l'immagine per le 250 parole n.12 (la foto l'ho scattata io)
Buona scrittura!

[EDIT]
Regolamento: scrivete un racconto ispirato alla foto, massimo 250 parole, scadenza il 8/4/2018, unico obbligo: che sia BELLO! :lol:

Immagine
"Di una cosa sono convinto: un libro deve essere un'ascia per il mare ghiacciato che è dentro di noi".

F. Kafka

Avatar utente
MasMas
Pirata
Messaggi: 10180
Iscritto il: 18/06/2011, 21:30
Pirata o Piratessa: M
Località: Imola
Contatta: Sito web Facebook Google+

Re: Un'immagine 250 parole, 12 - scadenza 08/04/2018

14/03/2018, 14:16

A big white man! (credo sarà il titolo del mio racconto se riesco a scriverlo).

Allora facciamo che scriviamo entro l'8 aprile (volevo fare il primo ma è troppo presto).

:arrr!:
Da vicino nessuno è nOrMaLe
La vita è una corsa, e io sto cercando una panchina
Una risata vi seppellirà

Irene
Pirata
Messaggi: 5
Iscritto il: 12/03/2018, 18:20
Pirata o Piratessa: F

Re: Un'immagine 250 parole, 12 - scadenza 08/04/2018

14/03/2018, 17:54

Una volta scritto il testo, dove lo posso pubblicare per fare in modo che possa partecipare al concorso? grazie

Avatar utente
Gattoula
Pirata vincitore
Pirata vincitore
Messaggi: 898
Iscritto il: 28/02/2017, 15:28
Pirata o Piratessa: F

Re: Un'immagine 250 parole, 12 - scadenza 08/04/2018

15/03/2018, 16:35

Irene ha scritto:Una volta scritto il testo, dove lo posso pubblicare per fare in modo che possa partecipare al concorso? grazie

Qui sotto ;)
La vita non consiste soprattutto - e nemmeno in gran parte - in fatti e avvenimenti.
Consiste soprattutto nella tempesta di pensieri che infuria senza posa nella nostra mente.
(Mark Twain)

Irene
Pirata
Messaggi: 5
Iscritto il: 12/03/2018, 18:20
Pirata o Piratessa: F

Re: Un'immagine 250 parole, 12 - scadenza 08/04/2018

16/03/2018, 19:33

Un mondo dal basso.

Vedere quell’omino stilizzato di un color bianco gesso posto su di un asfalto risveglia in me sensazioni di amarezza, di tristezza e solitudine.
Esso infatti non viene mai preso in considerazione, in quanto superfluo.
Lo si calpesta, mentre lui è lì a vedere il mondo dal basso e non lo si degna neanche di uno sguardo.
Vi siete mai soffermati a pensare a come si sente?
Penso che la risposta sia che esso abbia la sensazione di essere trattato come una di quelle case abbandonate, avete presente? Quando sei in macchina e guardi fuori dal finestrino e ti capita di vedere abitazioni di cui la costruzione non è neanche finita. E ti domandi: “perché?”
Basterebbe una mano di vernice, qualche mobile, un fuoco acceso che emani calore. Eppure stanno lì, immobili, incomplete, perché qualcuno, per qualche ragione, ha deciso che non valeva la pena di spenderci tempo, denaro. Qualcuno ha pensato che non valeva la pena, sacrificarsi per completare l'opera. E allora quelle stesse case che avrebbero potuto essere bellissime, se solo qualcuno ne avesse dato loro l'occasione, stanno lì, in balia di se stesse, come questo povero omino.

Avatar utente
Titty
Pirata vincitore
Pirata vincitore
Messaggi: 1773
Iscritto il: 30/07/2016, 16:10
Pirata o Piratessa: F

Re: Un'immagine 250 parole, 12 - scadenza 08/04/2018

18/03/2018, 9:23

Storia di un amore non corrisposto

Lo vedo da lontano: una visione. Giubbotto largo, pantaloni comodi e guarda verso di me, ma un’occhiata la dà anche dall’altra parte. Rallento il passo (faccio sempre così in certi casi). Non sono il tipo che si vuole compromettere, anche se lo conosco, di vista, un po’. È molto più grande di me, potrebbe essere mio padre. Sembra sorridere, sembra che ricambi la cortesia e, in effetti, lo fa. Non intende la mia premura che, in realtà mi è dovuta, ma non per l’età, per prudenza. Sorrido e passo io, con calma. Non dovrei, ma lui insiste. Mi fa cenno con la mano di passare mentre io sono ferma davanti alle strisce pedonali per farlo attraversare. Non c’è comunicazione: il pedone non vuole attraversare e la mia gentilezza risulta vana. Storia di un amore non corrisposto: quello tra un pedone che non vuole attraversare e una guidatrice saggia e prudente.
"Di una cosa sono convinto: un libro deve essere un'ascia per il mare ghiacciato che è dentro di noi".

F. Kafka

Avatar utente
MasMas
Pirata
Messaggi: 10180
Iscritto il: 18/06/2011, 21:30
Pirata o Piratessa: M
Località: Imola
Contatta: Sito web Facebook Google+

Re: Un'immagine 250 parole, 12 - scadenza 08/04/2018

21/03/2018, 16:25

L'avevo promesso, così, al volo:

A big white man

Mutombo e mamma Biamba camminavano mano nella mano, a passi rapidi. La strada era di sampietrini, quel giorno si vedeva bene attraverso lo smog, ai minimi in quella giornata di primavera. A un metro, però, il fumo appiccicoso già oscurava i loro cappotti di cerata, ermetici, fino alle maschere antigas che appena si intravedevano tra il fumo.
Ai lati i muri dei palazzi di cemento. Sopra, il grigio perenne, punteggiato solo dalle luci del palazzo dei Padroni, alto come le stelle.
Mutombo era già un metro e venti, cresceva in fretta, ben pasciuto dalla mensa collettiva per gli Zeta, nei sotterranei di NeoLondra. Cominciava a essere curioso, e quando passarono sopra a un’immagine stilizzata di uomo dipinta col bianco chiese, ad alta voce per farsi sentire dalla maschera: “Perché è bianco?”
Biamba rallentò, stringendosi nella giacca per i cinque gradi costanti del clima post neoindustriale, e si chinò a rispondergli: “Quello è com’è un Padrone.”
“È un uomo, come noi?”
“Sì, la forma è quella, ma la sua pelle è bianca.”
Mutombo si fermò: “Bianca? Ma la pelle Zeta è nera!”
“Lui non è uno Zeta, ricorda, è un Padrone. Adesso forza, raggiungiamo in fretta il sotterraneo.”
Mutombo seguì la madre, sospirando: “Cavolo! Vorrei vederlo.”
Lei lo fulminò con lo sguardo: “Che dici! Potresti vederlo solo se venissi scelto.”
“Ma chi viene scelto poi non torna più. Cosa gli succede?”
Biamba non rispose, nessuno lo sapeva. Ma vivere all’ingrasso, da sempre, poteva implicare un solo destino.
Da vicino nessuno è nOrMaLe
La vita è una corsa, e io sto cercando una panchina
Una risata vi seppellirà

Avatar utente
Titty
Pirata vincitore
Pirata vincitore
Messaggi: 1773
Iscritto il: 30/07/2016, 16:10
Pirata o Piratessa: F

Re: Un'immagine 250 parole, 12 - scadenza 08/04/2018

04/04/2018, 9:37

Iuhu! Olllalalaiu! Faccio pure i segnali di fumo. :LOLP:
C'è nessuno che voglia scrivere sull'immagine in corso? Daje tutta! :lol:
"Di una cosa sono convinto: un libro deve essere un'ascia per il mare ghiacciato che è dentro di noi".

F. Kafka

Avatar utente
MasMas
Pirata
Messaggi: 10180
Iscritto il: 18/06/2011, 21:30
Pirata o Piratessa: M
Località: Imola
Contatta: Sito web Facebook Google+

Re: Un'immagine 250 parole, 12 - scadenza 08/04/2018

09/04/2018, 16:09

Beh allora pochi ma buoni!

Si vota, fino al 23 aprile compreso! Nominate il vostro racconto preferito.
Da vicino nessuno è nOrMaLe
La vita è una corsa, e io sto cercando una panchina
Una risata vi seppellirà

Avatar utente
samy74
Nostromo
Messaggi: 938
Iscritto il: 06/10/2014, 19:22
Pirata o Piratessa: F
Località: Roma
Contatta: Sito web Facebook Skype Twitter

Re: Un'immagine 250 parole, 12 - votazione fino al 23/04/2018

22/04/2018, 21:00

un mondo dal basso di Irene per l'introspezione e la ricerca di un punto di vista diverso ::-<:

Torna a “MINI-SFIDE”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite