Avatar utente
Black Bart
Capitano
Messaggi: 7139
Iscritto il: 15/02/2011, 13:45
Pirata o Piratessa: M
Località: Bologna
Contatta: Sito web Facebook

ETICA PIRATESCA

16/02/2011, 9:48

Codice etico piratesco.

Tutti i membri di pescepirata.it saranno di seguito indicati con il nome di “pirati”.

Ogni pirata si impegna moralmente a sostenere tutti gli altri pirati in quanto parte della stessa comunità, di seguito chiamata con il nome di “ciurma”.

I pirati-scrittori daranno il loro contributo agli altri pirati-scrittori collaborando all’editing dei testi altrui compatibilmente con il proprio tempo.

Mai un pirata abbandonerà in mare un altro pirata.

Se un pirata cade in mare la nave si ferma.

La solidarietà e la fratellanza piratesca sono motivo di vanto e orgoglio per ogni pirata che si rispetti.

Ogni lettore-pirata sarà tenuto a leggere e dare consigli ai pirati-scrittori.

Il pirata-editor nella gerarchia della società pirata è molto in alto e ben considerato da tutti, fa sempre i lavori migliori.

Il capitano dei pirati è il più cattivo di tutti, per questo merita un rispetto particolare.

Nessun pirata si lascia andare a polemica gratuita, arroganza e maleducazione verso un altro pirata, pena essere relegato a pulire il ponte della nave.

Tutti i pirati sono uguali di fronte al giudizio del… capitano.

Ogni pirata che entri volontariamente nella ciurma riceverà sempre la stima e la solidarietà piratesca di tutti gli altri pirati.

Vecchi e nuovi pirati hanno gli stessi diritti e gli stessi doveri, a parte gli editor-pirati che, come detto, sono trattati da pirati speciali.

La ciurma si ristora nella taverna dei pirati.

La taverna dei pirati è un posto pericoloso, da evitare se si è molto sensibili.

Nella taverna dei pirati è anche tollerata una certa libertà espressiva.

Ma se entra il capitano in taverna tutti i pirati fingono di parlare di balli ottocenteschi e nascondono il rum.

Se il capitano si ubriaca, bè, lui può.

Ma il capitano, a parte essere burbero e molto cattivo, ha sempre grande rispetto anche per l’ultimo dei pirati.

Se un pirata ha la fortuna di pubblicare un libro, gli altri pirati giurano di fronte al dio del mare di sostenerlo facendogli pubblicità e comprandone una copia.

Il Dio del mare sa essere molto vendicativo per le promesse mancate.

Tutta la ciurma di fronte alla pubblicazione di un’opera di un fratello pirata brinda bevendo più del solito.
Siamo sporchi, bastardi e cattivi... Siamo Pirati.

Avatar utente
Black Bart
Capitano
Messaggi: 7139
Iscritto il: 15/02/2011, 13:45
Pirata o Piratessa: M
Località: Bologna
Contatta: Sito web Facebook

Re: ETICA PIRATESCA

05/11/2011, 15:32

bruno ha scritto:PESCEPIRATA VISTO DA BRUNO


PescePirata è una community che gravita intorno all'omonimo forum letterario.
Nata nei primi mesi del 2011, conta oggi circa 200 iscritti.
Elemento aggregante è l'interesse per i libri e la scrittura.
Attività principali espresse nel forum sono la scrittura, la lettura, la revisione dei testi, la discussione e recensione di opere narrative di ogni genere, dal classico all'inedito.
Il forum ha sezioni aperte a tutti e altre in cui l'accesso è subordinato all'iscrizione (gratuita).
La gestione e organizzazione di PescePirata è affidata ai fondatori del forum e a un gruppo di moderatori nominati da questi.
Caratteristica peculiare del forum è la possibilità per gli autori di testi, non solo di pubblicare i propri lavori, ma di sottoporli al giudizio e alla revisione della comunità stessa.

PescePirata è una community basata sull'impegno volontario e gratuito, priva di entrate e mezzi propri. Il passaparola, il volantinaggio, la partecipazione a eventi pubblici e l'uso dei canali di comunicazione offerti da Internet sono oggi gli unici strumenti a disposizione della comunità per promuovere sé stessa e diffondere i principi e le idee che la animano.


Dentro a pescepirata vige l'informalità e la rilassatezza dei rapporti tra utenti, che prende i Fratelli della Costa storici come simbolo di aggregazione libera fondata sulla collaborazione e la solidarietà.
PescePirata è composto da appassionati che si aiutano vicendevolmente a scrivere meglio, trovare libri di valore, sostenere i rapporti con l'editoria sia in veste di autore che di lettore. Ognuno con un bagaglio di conoscenze, idee ed esperienze diverse da mettere a disposizione, senza atteggiamenti di superiorità né complessi di inferiorità verso gli altri.
La critica, anche dura, è ben accetta solo se esercitata nei confronti delle opere e non delle persone.
Lo spirito è quello di una comunità che non si prende troppo sul serio ma lavora seriamente.
Siamo sporchi, bastardi e cattivi... Siamo Pirati.

Torna a “REGOLAMENTI E FILOSOFIA PescePiratA.it”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite