Avatar utente
Nils Desperandum
Pirata vincitore
Pirata vincitore
Messaggi: 68
Iscritto il: 30/12/2017, 12:35
Pirata o Piratessa: M

Re: Un consiglio...non letterario

25/02/2018, 19:24

Io invece capisco abbastanza l'idea di confidarsi con dei (benevoli) sconosciuti. Non necessariamente ne esce qualcosa di utile, ma è bello sentire il parere di qualcuno completamente fuori dal proprio contesto. Detto questo, concordo con la maggior parte dei commenti altrui: hai accesso a un parere professionale, sarebbe sbagliato entrare in competizione con esso.

Quindi non ti darò dei consigli, ma - visto che il tuo dilemma ha analogie forti coi miei dilemmi di quando avevo la tua età - ti dirò qual è la lezione più importante che ho imparato: non sottovalutare la forza dell'attrazione. Pur non avendo mai veramente superato le mie insicurezze ed essendo tutt'altro che un adone, ho periodicamente incontrato nella mia vita delle persone che ricambiavano l'attrazione che provavo per loro e con loro certi problemi non si sono neanche posti. Grazie a questa connessione data dall'attrazione, le mie (e le loro) insicurezze sono entrate a far parte dell'equazione senza che neanche ce ne accorgessimo.

Come diceva qualcun altro, siamo tutti diversi. Quella che ti ho raccontato non è la storia di qualcuno che esce la sera e "rimorchia". E' più la storia di qualcuno che ha una vita sociale attiva, sia di persona che online e che ha una certa dose di pazienza :LOLP:

Avatar utente
paolino66
Nostromo
Messaggi: 746
Iscritto il: 19/01/2013, 7:08
Pirata o Piratessa: M

Re: Un consiglio...non letterario

26/02/2018, 5:49

No, Titty, mi sono spiegato male per la fretta: non intendevo far riflettere Starless sulla necessità di scriverci su, ma su quella di viverci su. Perché non considerare le prime parole che un ragazzo scambia con una ragazza, allo stesso modo di come un incipit viene considerato ai fini dell'economia di un romanzo? Vale a dire: che dica subito come stanno le cose, che porti nel mezzo della tempesta, e che faccia venire la voglia (alla ragazza, s'intende...) di vedere come va a finire la faccenda?

Paolino
Io stimo più il trovar un vero, benché di cosa leggiera, che 'l disputar lungamente delle massime questioni senza conseguir verità nissuna.

(G. Galilei)

Avatar utente
Titty
Pirata vincitore
Pirata vincitore
Messaggi: 1773
Iscritto il: 30/07/2016, 16:10
Pirata o Piratessa: F

Re: Un consiglio...non letterario

26/02/2018, 12:45

Potrei aver capito male io. Comunque sicuramente deve viverla. Io dico anche di scriverci su. Poi non so, ognuno ha il suo modo di risolvere i problemi. Vedi il mio commento: preferisco tacere e riflettere in solitudine che parlare dei miei casini agli altri. Ognuno è differente. L'importante è risolvere il problema (se lo è per il diretto interessato) e trovare la serenità.
"Di una cosa sono convinto: un libro deve essere un'ascia per il mare ghiacciato che è dentro di noi".

F. Kafka

Avatar utente
Geara Tsuliwaënsis
Nostromo
Messaggi: 1035
Iscritto il: 11/06/2012, 15:05
Pirata o Piratessa: F
Località: Nùgoro
Contatta: Sito web Facebook

Re: Un consiglio...non letterario

27/02/2018, 18:34

Posto che dovresti parlarne con lo psicologo, dato che ti sta già seguendo, sicuramente è in grado di darti consigli e farti riflettere molto più di quello che possiamo fare noi piratuzzi con le sciabole spuntate.

Detto questo, trovo molto valido il consiglio di Paolino, cui mi permetterei di aggiungere una cosetta: prova a scrivere un racconto immedesimandoti in questa ragazza che ti piace, e cerca motivazioni per cui le tue esperienze pregresse dovrebbero avere peso. La conclusione potrebbe sorprenderti!

Inoltre, con ogni persona si ricomincia da zero, quello che si faceva con un compagno/compagna precedenti si cambia con quello/a nuova. È come una prima volta ogni volta, e non necessariamente si è più smaliziati o capaci anche dopo mille mila affondi. Quindi ti direi di andare tranquillo e non preoccuparti, non dare alla prima volta troppo misticismo. Alla fine, il 90% della bellezza dell'atto dipende da quanto vi piacete (e vedi quello che ti ha detto Niels) e da quanto siete disposti a farvi reciprocamente contenti. Il restante 10% è un'appendice in un orifizio, niente di così incredibile.

Quindi, per concludere: non metterti fretta e parlane con terapista. Grazie per aver condiviso questo frammento d'anima con noi.
Si has perdido el rumbo escúchame, llegar a la meta no es vencer, lo importante es el camino y en él, caer, levantarse, insistir, aprender.
La posada de los muertos - Mägo de Oz

Avatar utente
Titty
Pirata vincitore
Pirata vincitore
Messaggi: 1773
Iscritto il: 30/07/2016, 16:10
Pirata o Piratessa: F

Re: Un consiglio...non letterario

02/03/2018, 19:16

@Geara Paolino diceva di vivere l'esperienza dicendo alla ragazza (che verrà) subito della sua verginità, come faresti con un incipit. Io dicevo di scriverci, Paolino di viverlo (il momento).

Mi chiedevo: come va? Va meglio dopo i nostri consigli da pirati? o?
"Di una cosa sono convinto: un libro deve essere un'ascia per il mare ghiacciato che è dentro di noi".

F. Kafka

Stefano65
Pirata vincitore
Pirata vincitore
Messaggi: 148
Iscritto il: 07/02/2013, 10:05
Pirata o Piratessa: M

Re: Un consiglio...non letterario

03/03/2018, 18:04

Titty ha scritto:@Geara Paolino diceva di vivere l'esperienza dicendo alla ragazza (che verrà) subito della sua verginità, come faresti con un incipit. Io dicevo di scriverci, Paolino di viverlo (il momento).

Mi chiedevo: come va? Va meglio dopo i nostri consigli da pirati? o?


Anch’io me lo chiedo, ci sono andato giù un po’ pesantuccio, ma è quello che direi a un mio amico, anche se con un mio amico sarei stato ancora più diretto. Io sono fatto così, spero non si sia offeso.

Avatar utente
Titty
Pirata vincitore
Pirata vincitore
Messaggi: 1773
Iscritto il: 30/07/2016, 16:10
Pirata o Piratessa: F

Re: Un consiglio...non letterario

03/03/2018, 18:28

Confidarsi è un gesto di fiducia. Per me è difficilissimo, molte cose le ometto per paura, per vergogna o perché non vorrei sobbarcare gli altri dei miei problemi. Di qualcuno, però, ti devi fidare e poi, a un certo punto, scoppi se non ti sfoghi. Non dIco di rivelare tutto, ma a qualcuno fa piacere sapere di te. Talvolta è più facile dire di sé a un estraneo e comunque ci vuole coraggio. Forse sono vigliacca e preferisco tenere per me molte cose.
Spero che lui stia bene o perlomeno abbia trovato utili i consigli.
"Di una cosa sono convinto: un libro deve essere un'ascia per il mare ghiacciato che è dentro di noi".

F. Kafka

Avatar utente
monia74
Pirata vincitore
Pirata vincitore
Messaggi: 1342
Iscritto il: 22/09/2015, 18:40
Pirata o Piratessa: F
Località: Correggio
Contatta: Facebook

Re: Un consiglio...non letterario

03/03/2018, 18:50

Penso che non sia tenuto a dirci cosa ha deciso di fare, cosa che comunque non deve decidere in così poco tempo, a maggior ragione se ne parlerà con lo psicologo, cosa che bene o male gli abbiamo consigliato tutti ^_^
Io direi: prenditi pure tutto il tempo per pensarci, e alla fine falla semplice, che di irreparabile c'è solo la morte. ;)
A volte i problemi che ci facciamo sono falsi problemi, ne nascondono altri che ci fanno più paura, ed è una fortuna che tu possa parlare con uno specialista, perchè di solito ci si mette un sacco di tempo, energia e fatica per capire che risolto un finto problema non si è risolto niente ^_^ (vedi il problema della dieta di cui ti ho detto in privato)
<3
Tutti i libri sono autobiografici nelle emozioni.

Torna a “TAVERNA”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti