Avatar utente
paolino66
Nostromo
Messaggi: 676
Iscritto il: 19/01/2013, 7:08
Pirata o Piratessa: M

Re: Cambio del punto di vista

29/11/2017, 10:31

Ma... fermi, fermi...

Il cambio di punto di vista non ha niente a che vedere con il cambio di protagonista!


Paolino
Io stimo più il trovar un vero, benché di cosa leggiera, che 'l disputar lungamente delle massime questioni senza conseguir verità nissuna.

(G. Galilei)

Avatar utente
monia74
Pirata vincitore
Pirata vincitore
Messaggi: 1321
Iscritto il: 22/09/2015, 18:40
Pirata o Piratessa: F
Località: Correggio
Contatta: Facebook

Re: Cambio del punto di vista

29/11/2017, 11:05

a me è capitato in un libro
prima persona, inizialmente del protagonista. Poi entrava in scena il secondo della coppia, e di punto in bianco diventa una prima persona a pov alternati.
mi ha spiazzato e ho storto il naso, ma poi mi ci sono abituata.
non lo farei in un mio libro.
Il caso che descrivi è diverso, e a me darebbe ancora più fastidio, salvo che non sia solo una grande parentesi, ma la penso come grilloz: per me non aveva le idee chiare. A questo punto tanto valeva fare una terza persona, oppure cambiare la modalità, tipo usare la modalità epistolare o diario, per esempio.
Tutti i libri sono autobiografici nelle emozioni.

Avatar utente
Titty
Pirata vincitore
Pirata vincitore
Messaggi: 1675
Iscritto il: 30/07/2016, 16:10
Pirata o Piratessa: F

Re: Cambio del punto di vista

29/11/2017, 12:26

Paolino forse mi sono spiegata male. La donna X narra la storia. A un certo punto dice che ha questa donna Y vicino a lei e la introduce. Poi però non parla più X ma Y come se non ci fosse più traccia di X. Premesso già che non ho terminato il libro, non mi ha entusiasmato. Ora che cambi il punto di vista perché X non narrerà più o è solo un cambio di protagonista ancora non lo so, ma lo trovo comunque un'indecisione dello scrittore. Secondo me per fare questo devi essere veramente bravo se no è un dare voce a tanti personaggi creando confusione al lettore. Perché dici: chi è che parla ora?
"Di una cosa sono convinto: un libro deve essere un'ascia per il mare ghiacciato che è dentro di noi".

F. Kafka

Avatar utente
paolino66
Nostromo
Messaggi: 676
Iscritto il: 19/01/2013, 7:08
Pirata o Piratessa: M

Re: Cambio del punto di vista

29/11/2017, 14:56

Ho capito, Titty, ma questo non sposta la questione che intendevo mettere in rilievo.

Un cambio di punto di vista è una possibilità che nell'ambito della stessa storia può avere vari effetti: arricchisce la narrazione / crea confusione / irrita / chipiùnehapiùnemetta.

Un cambio di protagonista è, in un certo senso, l'uscita da una storia e l'ingresso in un'altra storia. O se non altro, una radicale ridefinizione di quella storia.

Come dire: un conto è condire la pizza ora col pomodoro e mozzarella e acciughe, ora con prosciutto e funghi, ora con quello che si vuole. Altro conto è usare, invece che farina con acqua e lievito, farina zon zucchero, latte e uova. A casa mia, questa non è più pizza, ma la base per un ciambellone.


Paolino
Io stimo più il trovar un vero, benché di cosa leggiera, che 'l disputar lungamente delle massime questioni senza conseguir verità nissuna.

(G. Galilei)

Avatar utente
Titty
Pirata vincitore
Pirata vincitore
Messaggi: 1675
Iscritto il: 30/07/2016, 16:10
Pirata o Piratessa: F

Re: Cambio del punto di vista

29/11/2017, 15:15

Ho capito cosa vuoi dire. Lo scoprirò andando avanti, non è un libro voluminoso. Per il momento non mi ha entusiasmato. È scritto bene a livello grammaticale, lo stile non eccelle, ma neppure è una ciofeca. La storia è particolare, non un capolavoro. Ho fatto questa riflessione perché anche se non fosse un cambio di punto di vista, ma del protagonista, io non l'avrei scritto così. Niente di più. Può darsi che stia sbagliando, forse è un buon modo per narrare. Da ignorante in materia e volenterosa un domani di scrivere qualcosa di più corposo, sempre che ne sia capace (non sono il tipo di persona che pubblicherebbe tanto per) appunto e rifletto su ciò che leggo. D'altronde è un libro pubblicato, per cui m'interrogo cosa sia corretto fare. Sicuro che ognuno segue il suo modus operandi. Non è una critica, serve a me per capire cosa è giusto, cosa è sbagliato. E anche per parlarne. Forse qualcuno qui ha scritto romanzi e sa meglio di me. Oppure semplicemente è un lettore consapevole con una certa dimestichezza su regole scrittorie.
"Di una cosa sono convinto: un libro deve essere un'ascia per il mare ghiacciato che è dentro di noi".

F. Kafka

Giuseppe Novellino
Veterano vincitore
Veterano vincitore
Messaggi: 1725
Iscritto il: 07/08/2011, 11:55
Pirata o Piratessa: M

Re: Cambio del punto di vista

30/11/2017, 11:09

Io penso che il punto di vista narrativo può avere numerose varianti, anche dentro uno stesso testo. Purché sia logico e coerente. Io amo poco la sperimentazione. Sono per la chiarezza narrativa.

Avatar utente
paolino66
Nostromo
Messaggi: 676
Iscritto il: 19/01/2013, 7:08
Pirata o Piratessa: M

Re: Cambio del punto di vista

30/11/2017, 11:23

@Titty: stai leggendo un libro di un esordiente che conosci e che preferisci non esporre?

Io non vedo altri problemi nel dire di quale libro / autore si tratta. Quando un autore pubblica, compie il gesto di rendere nota a tutti la sua opera. L'autore che pubblica sa benissimo che dal momento della pubblicazione, la sua opera non è più "sua", ma è messa a disposizione di chiunque voglia fruirne. Nel caso specifico, leggerla. Con quel che ne segue: apprezzarla, criticarla, sputarci sopra (si spera di no).

E sa benissimo, un autore, che gli onori (prestigio, diritti d'autore...) e gli oneri (critiche, figuracce...) fanno parte del gioco.


Paolino
Io stimo più il trovar un vero, benché di cosa leggiera, che 'l disputar lungamente delle massime questioni senza conseguir verità nissuna.

(G. Galilei)

Diana D.
Pirata
Messaggi: 7
Iscritto il: 26/11/2017, 20:37
Pirata o Piratessa: F

Re: Cambio del punto di vista

30/11/2017, 11:36

Mi è capitato di leggere libri dove a ogni capitolo cambia anche il narratore di prima persona, ma mai romanzi con un cambio a metà del romanzo. Credo che possa creare un calo di tensione nel lettore che non può più identificarsi con il protagonista al quale si era abituato. Inoltre, alla metà del libro si trova in genere il punto di svolta principale, il momento in cui il lettore si appassiona definitivamente alla storia, e le due cose mi sembrano difficilmente conciliabili.

D'altra parte, bisogna anche lasciare spazio alle sperimentazioni narrative. Se il cambio è motivato dalla storia e ha un impatto volutamente straniante e significativo, perché no?

Tra l'altro, anch'io sarai curiosa si sapere come viene annunciato il cambio di narratore.

Avatar utente
Titty
Pirata vincitore
Pirata vincitore
Messaggi: 1675
Iscritto il: 30/07/2016, 16:10
Pirata o Piratessa: F

Re: Cambio del punto di vista

30/11/2017, 14:37

@Paolino Conosco l'autore (o l'autrice) e non voglio dirlo.

@Grilloz e Diana D.
Riporto la fine del capitolo, fino a dove la narrazione è fatta da X in prima persona: ...incominciò a parlare...,che fino a ora aveva taciuto che, invece aveva molto da raccontare.
[fine capitolo]

Poi parla la donna Y in prima persona. Nessuna traccia di X.
[fine capitolo]

Poi riparla X.
[fine capitolo]

Ora parla Z in prima persona. Nessuna traccia o parola di X e Y.
[fine capitolo]

Torna X sempre in prima persona
[fine capitolo]

Arriva di nuovo Z e continua la narrazione di sé in prima persona.
[fine capitolo]

Fine della lettura per ora. Non so chi parlerà nel prossimo capitolo.
"Di una cosa sono convinto: un libro deve essere un'ascia per il mare ghiacciato che è dentro di noi".

F. Kafka

Avatar utente
grilloz
Capitano
Messaggi: 1836
Iscritto il: 20/10/2014, 19:41
Pirata o Piratessa: M
Località: Dresda
Contatta: Facebook Google+

Re: Cambio del punto di vista

30/11/2017, 14:46

Ah, ok, quindi sono come storie che vanno avanti in parallelo. Bisogna vedere se poi le storie si intrecciano fra loro (aspettiamo che tu finisca per questo) in qeusto caso forse si puö parlare di romanyo corale. Se non si intrecciano allora diventa una sorta di raccolta di racconti spezzati. Facci sapere ;)

mi sa che ho capito di che libro si tratta ;)

Torna a “TAVERNA”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 15 ospiti