Pagina 1 di 2

Romanzi brevi per le riviste

Inviato: 20/12/2016, 22:33
da Titty
Ed eccomi qui di nuovo. Lo so, sono una chiacchierona, ma il bello di interagire e scambiarsi opinioni ce lo vogliamo negare? Sto leggendo "Le notti bianche " di Dostoevskij. La prima impressione è stata positiva. Ho notato un inizio sullo stile di Calvino poiché si rivolge in alcuni passaggi al lettore; fanno entrambi uso di frasi lunghe, ma paradossalmente scorrevoli.
Ma non è questo che mi ha scintillato in testa. Andando a sbirciare la scheda del libro ho letto che il seguente libro,scritto in età giovanile, fu un romanzo breve uscito per la prima volta in una rivista nel 1848. La curiosità era questa. Da come vedo ora, nei giornali vi sono racconti di due ,massimo tre pagine. Al limite un libro intero come supplemento alla rivista. A me non sovviene nulla, se ci sono in circolazione, ma secondo voi, ora avrebbero mercato dei romanzi brevi scritti in una rivista? È preferibile il racconto in un periodico?

Re: Romanzi brevi per le riviste

Inviato: 21/12/2016, 18:55
da Giuseppe Novellino
Nell'Ottocento, non solo i romanzi brevi venivano pubblicati a puntate sui giornali, ma anche quelli lunghi. Vedi Victor Hugo, Balzac, Dickens e tanti altri. Oggi, secondo me, non sarebbe proponibile prima di tutto perché la gente non legge... E poi perché ci sono le telenovelas, i videogiochi, le multisale. Non voglio fare l'acido bacchettone, ma penso che sulle possibilità di leggere una storia, aspettando il seguito, sia cambiata anche la forma mentale.
In compenso si è allargata l'offerta del buon libro (classico o moderno) in tutte le sue forme, soprattutto cartacee, ma anche elettroniche.

Re: Romanzi brevi per le riviste

Inviato: 21/12/2016, 19:38
da grilloz
Sono un po' borderline le edizioni da edicola della Mondadori, ad esempio (giallo mondadori, urania, ecc.) che hanno la forma del libro ma escono in edicola. Se non ricordo male i vecchi Urania contenevano brevi saggi, articoli, racconti brevi, oltre al romanzo, ma potrei confondermi con qualcos'altro.
C'è stato poi un tentativo negli anni ottanta di ricreare in italia una rivista di fantascienza sulla falsariga delle riviste pulp americane, tentativo che ho avuto modo di seguire molto da vicino ;) La rivista si chiamava appunto Pulp, aveva il formato tipico di una rivista, ma ogni numero conteneva un romanzo breve, oltre a racconti, articoli, illustrazioni, ecc. e almeno inizialmente è uscita in edicola.
Non saprei di altri casi, probabilmente nel mercato di nicchia ce ne sono stati altri. Comunque è difficile, la rivista non è il contenitore ideale per il romanzo come, secondo me, il libro non è quello ideale per il racconto breve ;)

Re: Romanzi brevi per le riviste

Inviato: 21/12/2016, 21:22
da Titty
@Giuseppe
C'è una visione del tutto e subito. Come te credo anch'io che il lettore difficilmente aspetti il seguito. Peccato.

Re: Romanzi brevi per le riviste

Inviato: 21/12/2016, 21:27
da Titty
@Grilloz ora mi ricordo anch'io di giallo Mondadori. Per me non era affatto male. Molte volte ho comprato riviste perché mi piacevano, ma è altrettanto vero che le acquistavo per il libro in allegato. Pensa un po'.

...tentativo che ho avuto modo di seguire molto da vicino....
In che senso? Progetto che hai visto nascere?

Re: Romanzi brevi per le riviste

Inviato: 21/12/2016, 21:33
da MasMas
Beh il discorso ha un suo senso. Se il libro sta da solo e il racconto breve sta in una rivista, un romanzo breve?
Anch'io penso che il romanzo a puntate sia al momento fuori moda, ma chissà.
Poi adesso c'è l'online. Qui su Pesce in redazione abbiamo letto alcuni romanzi brevi (tipo 40 pagine) distribuiti in ebook, così da superare i vincoli tradizionali di numero minimo di pagine.
E le pubblicazioni stile fanzine tipo Delos che potrebbero ospitare romanzi brevi.

Re: Romanzi brevi per le riviste

Inviato: 21/12/2016, 21:47
da Titty
Interessante questo argomento. Ho smosso un po'. Tipico mio. Quindi comunque ci sono pubblicazioni che hanno richiesta. Questo però ora si tramuta in e-book, il cartaceo è superato. E un minimo sindacale di pagine in un romanzo breve sono 40. Ho capito tutto?
Delos pubblica romanzi brevi, quindi. Insomma c'è mercato, ma in maniera diversa. Giusto?
Per quel che mi riguarda non mi dispiacerebbe scrivere romanzi brevi, né tantomeno leggerli.
Non li vedo male,anzi.

Re: Romanzi brevi per le riviste

Inviato: 22/12/2016, 2:29
da Geara Tsuliwaënsis
Non compro molte riviste che contengano racconti o romanzi, ma da quando hanno reso il cartaceo di Wired semestrale, sono già usciti un paio di numeri in cui sono presenti solo racconti, con una consistente partecipazione di autori italiani (Avoledo, Troisi, non ricordo se c'era anche Tonani).

Sui quotidiani ho visto che ancora esce qualche romanzo a puntate, anche se ora non ricordo se è una cosa che ho notato su un quotidiano sardo o nazionale, se nuovo o su qualcosa di qualche anno fa. Usando i giornali in legatoria per incollare, non sono esattamente sicura di quello che sto dicendo, per cui è da prendere con le pinze.

Sulla rivista Robot capita che esca qualche romanzo breve, sul numero 75 ce n'è uno bellissimo di Clelia Farris, che poi è uscito anche in ebook (che poi è tutto Delos), ma a parte questo non saprei. :)

Re: Romanzi brevi per le riviste

Inviato: 22/12/2016, 2:44
da Titty
Qualcosa ancora c'è in giro. ;)

Re: Romanzi brevi per le riviste

Inviato: 22/12/2016, 8:02
da grilloz
Titty ha scritto:...tentativo che ho avuto modo di seguire molto da vicino....
In che senso? Progetto che hai visto nascere?

Nel senso che mio zio era curatore, editore e direttore della rivista ;)