Avatar utente
Titty
Pirata vincitore
Pirata vincitore
Messaggi: 1782
Iscritto il: 30/07/2016, 16:10
Pirata o Piratessa: F

Se una notte d'inverno un viaggiatore

27/11/2016, 21:22

Mentre sto leggendo i libro di Calvino, ho notato due aspetti molto interessanti.
Uno è quelli delle frasi molto lunghe, ma che con il ritmo che hanno, non risulta pesante e così lungo come in realtà lo è. Il punto fermo in alcuni tratti arriva dopo molte parole.
Altra curiosità è quella delle ripetizioni. Noi ci barcameniamo nel non mettere parole uguali o con troppa assonanza, mentre Calvino ripete in una frase pure tre volte la stessa parola.
Una bella lettura.
"Di una cosa sono convinto: un libro deve essere un'ascia per il mare ghiacciato che è dentro di noi".

F. Kafka

Giuseppe Novellino
Veterano vincitore
Veterano vincitore
Messaggi: 1756
Iscritto il: 07/08/2011, 11:55
Pirata o Piratessa: M

Re: Se una notte d'inverno un viaggiatore

28/11/2016, 18:21

Le tue osservazioni sono pertinenti, Titty.
Lo stile di Calvino ha la caratteristica di essere elaborato e limpido nello stesso tempo. Ed è anche vario. In certe opere fa un uso soprabbondante della punteggiatura.
Il fatto delle ripetizioni è vero: lui se le può permettere, perché rientrano negli elementi del suo stile personale. E naturalmente sono volute. Quello che a noi, invece, viene imposto dagli editors è lo stile impersonale, chiaro e piano, funzionale alla storia, tipico della narrativa di genere.
Personalmente, dato che mi ritengo solo un umile e dilettante artigiano della penna, mi accontento di essere, appunto, chiaro e piano nelle mie narrazioni... che hanno lo scopo di intrattenere, magari divertire, e produrre un pizzico di riflessione.

Avatar utente
Titty
Pirata vincitore
Pirata vincitore
Messaggi: 1782
Iscritto il: 30/07/2016, 16:10
Pirata o Piratessa: F

Re: Se una notte d'inverno un viaggiatore

28/11/2016, 18:34

Grazie Giuseppe. Esatto, lui se lo può permettere.
Tempo permettendo, spero di finire di leggerlo prima possibile.
"Di una cosa sono convinto: un libro deve essere un'ascia per il mare ghiacciato che è dentro di noi".

F. Kafka

Avatar utente
MasMas
Pirata
Messaggi: 10187
Iscritto il: 18/06/2011, 21:30
Pirata o Piratessa: M
Località: Imola
Contatta: Sito web Facebook Google+

Re: Se una notte d'inverno un viaggiatore

01/12/2016, 22:19

Eccerto, prima si diventa bravi (e magari famosi e magari pure ricchi, anzi no forse è più importante simpatici), poi ci si lancia in sperimentazioni.
Quello che non faccio io. :D
Da vicino nessuno è nOrMaLe
La vita è una corsa, e io sto cercando una panchina
Una risata vi seppellirà

Avatar utente
Titty
Pirata vincitore
Pirata vincitore
Messaggi: 1782
Iscritto il: 30/07/2016, 16:10
Pirata o Piratessa: F

Re: Se una notte d'inverno un viaggiatore

01/12/2016, 22:23

Sulla bravura no, sulla bellezza no... Vabbè puntiamo sulla simpatia. :)
"Di una cosa sono convinto: un libro deve essere un'ascia per il mare ghiacciato che è dentro di noi".

F. Kafka

Avatar utente
monia74
Pirata vincitore
Pirata vincitore
Messaggi: 1344
Iscritto il: 22/09/2015, 18:40
Pirata o Piratessa: F
Località: Correggio
Contatta: Facebook

Re: Se una notte d'inverno un viaggiatore

02/12/2016, 20:43

Eh, calvino è calvino, accidenti a lui.
Avercene, di ripetizioni come le sue.
Tutti i libri sono autobiografici nelle emozioni.

Torna a “TAVERNA”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite