Avatar utente
SchiumaNera
Pirata
Messaggi: 71
Iscritto il: 18/06/2015, 20:37
Pirata o Piratessa: F
Contatta: Sito web

Re: Writer's Dreams passa di mano

16/07/2015, 22:38

Beh, la vendita implica necessariamente la cessione dietro compenso, come dice Florelle, di marchio, forum, sito... E questo ci sta. A me invece fa strano che un gruppo editoriale abbia, di fatto, la gestione delle liste degli editori, che è da sempre il punto forte di WD. :?

Immagino che dovremmo aspettare per vedere come va.

Avatar utente
grilloz
Capitano
Messaggi: 1871
Iscritto il: 20/10/2014, 19:41
Pirata o Piratessa: M
Località: Dresda
Contatta: Facebook Google+

Re: Writer's Dreams passa di mano

17/07/2015, 7:22

Beh, ribadisco, il conflitto di interessi è più che evidente e, in realtà, non provano neanche a nasconderlo se non con parole di rito. Il fatto che il "comunity manager" di WD sia anche il direttore editoriale di lettere animate rende di fatto WD un'estensione della casa editrice.
Non hanno fatto neanche il gesto "paravento" di mettere un prestanome.

Avatar utente
Black Bart
Capitano
Messaggi: 7135
Iscritto il: 15/02/2011, 13:45
Pirata o Piratessa: M
Località: Bologna
Contatta: Sito web Facebook

Re: Writer's Dreams passa di mano

17/07/2015, 22:44

Ciao a tutti, è un po' che non mi faccio vedere... cerco di uscire dal tunnel dell'alcolismo...
Che sorpresa vedere il Wd acquistato da un gruppo editoriale! Così a occhio mi sa che sia difficile che la community rimanga lì. Gli equilibri sono fragilissimi, basta poco a svuotare un forum. Sarebbe incredibile che riuscissero a mantenerla in piedi com'è ora (a mio avviso viveva per l'impronta forte di Linda, senza di lei... puf).
Di sicuro a me dispiace.
Siamo sporchi, bastardi e cattivi... Siamo Pirati.

Avatar utente
Black Bart
Capitano
Messaggi: 7135
Iscritto il: 15/02/2011, 13:45
Pirata o Piratessa: M
Località: Bologna
Contatta: Sito web Facebook

Re: Writer's Dreams passa di mano

17/07/2015, 22:49

Ma hanno cambiato anche la grafica???
Chi mi sa dire se il cambiamento è recente?
Siamo sporchi, bastardi e cattivi... Siamo Pirati.

Avatar utente
Ayame
Pirata
Messaggi: 3
Iscritto il: 17/08/2011, 23:27
Pirata o Piratessa: F
Contatta: Sito web

Re: Writer's Dreams passa di mano

18/07/2015, 0:12

Non riesco a resistere, se si parla di me devo intervenire o!


grilloz ha scritto:P.S. così a prima vista mi pare che si sia fatta attrarre dal lato oscuro della forza.


Che avrei fatto di malvagio? :roll:

MasMas ha scritto:Ma sai è da vedere: immagino che lei abbia sempre sognato di lavorare nel mondo dell'editoria, e ci sta solamente provando.
Non dimentichiamo che il WD l'ha fondato a 16 anni, adesso ne ha tipo 23... Sta finendo l'università. Logico che cerchi di farsi un lavoro, una prospettiva. (Cosa che non so però è se dietro all'avvicendamento ci sia stato un qualche compenso, dopotutto il forum è stato "acquisito"...)


Sì, certo, l'acquisizione è sinonimo di vendita. Altrimenti perché mai avrei dovuto cedere il mio sito a qualcuno?
Lavoro già da sette anni, comunque, ormai ho un bel curriculum alle spalle ;)

grilloz ha scritto:Sicuramente avrà preso dei soldi per la vendita del blog, e mi pare più che giusto che cerchi di farsi una posizione, la mia speranza (per lei) è che non cerchi di vendere sogni a poveri emergenti. Vedo troppi vendere "servizi editoriali" in giro, cosa che sepsso si riduce a farsi pagare per una valutazione o per un editing, senza reali prospettive e con una professionalità spesso difficile da valutare.


Per carità divina, che il Graal me ne scampi mai.
Non ho ancora pubblicato un elenco dei servizi che offrirò ma non offrirò nulla che sia al di là delle mie competenze (e, per esempio, l'editing lo è: non ho né la voglia né la pazienza per editare un testo, e nemmeno la capacità per farlo).
La mia tavola rotonda al Salone del libro di Torino di ormai 5 anni fa (sembra ieri, accidenti), quella in cui ho tirato fuori il contratto di pubblicazione che il Gruppo Albatros aveva mandato per questo manoscritto si intitolava giusto "Quando i sogni hanno un prezzo". Se dopo sette anni passati a fare tutto quello era in mio potere per fornire informazioni agli autori e aspiranti tali, prendendomi diffide, minacce, querele e condanne per portare avanti la mia battaglia iniziassi a fare la speculatrice sulla pelle altrui non riuscirei a guardarmi più allo specchio al mattino.
Sono una persona fortemente idealista.

Black Bart ha scritto:Ma hanno cambiato anche la grafica???
Chi mi sa dire se il cambiamento è recente?


Io :D Il cambiamento è di ieri, ed è stato apportato dalla nuova amministrazione per dare un'impronta personale al brand (mi fa impressione chiamarlo così, devo ammetterlo :P) e renderlo diverso dalla sua precedente era. Ed è assolutamente comprensibile e sensato.
Writer's Dream: perché scrivere non è solo un sogno
Sono un'amministratrice cattiva, non una cattiva amministratrice. Non fatemi arrabbiare, sennò mi trasformo in Pucca.

Avatar utente
Black Bart
Capitano
Messaggi: 7135
Iscritto il: 15/02/2011, 13:45
Pirata o Piratessa: M
Località: Bologna
Contatta: Sito web Facebook

Re: Writer's Dreams passa di mano

18/07/2015, 9:03

In bocca al lupo Linda!
Siamo sporchi, bastardi e cattivi... Siamo Pirati.

Avatar utente
nonnaV.
Pirata
Messaggi: 647
Iscritto il: 13/11/2013, 17:37
Pirata o Piratessa: F
Località: Lazio
Contatta: Sito web

Re: Writer's Dreams passa di mano

18/07/2015, 15:24

Confermo che la grafica è cambiata (non direi in meglio :mrgreen: ), inoltre c'è uno staff più o meno operativo. Formato richiamando "in servizio" come moderatori alcune persone note (in senso positivo) che si erano allontanate per dissensi vari, più un paio nuove e altrettanti supercritici, a integrazione dei tre o quattro rimasti operativi.
Roberto Incagnoli, il nuovo "boss", ha aperto degli spazi dedicati a richieste e proposte. Direi che i post di consenso ovvero di critica sono quasi alla pari. Si attendono gli sviluppi :?:
"Sii quello che vorresti sembrare" (Carrol
Sei (hai) una nonna? Vieni (accompagnala) nel mio blog!

Avatar utente
MasMas
Pirata
Messaggi: 10180
Iscritto il: 18/06/2011, 21:30
Pirata o Piratessa: M
Località: Imola
Contatta: Sito web Facebook Google+

Re: Writer's Dreams passa di mano

18/07/2015, 20:24

Linda ma sei onnisciente! :)
Da vicino nessuno è nOrMaLe
La vita è una corsa, e io sto cercando una panchina
Una risata vi seppellirà

Avatar utente
grilloz
Capitano
Messaggi: 1871
Iscritto il: 20/10/2014, 19:41
Pirata o Piratessa: M
Località: Dresda
Contatta: Facebook Google+

Re: Writer's Dreams passa di mano

20/07/2015, 9:03

Rispondo ora perchè non mi hanno ancora allacciato internet a casa (i tedeschi non sono più quelli delle barzellette).
Tranquilla Linda, quella sul lato oscuro era più una battuta, forse sto diventando un vecchio brontolone :D ma tu sail il lato oscuro potente e affascinante è.
Tu hai un grande potere in mano, ma penso che questo tu lo sappia meglio di me, molti aspiranti scrittori si fidano di te. Sta a te usare nel migliore dei modi questo tuo potere. Ovviamente è più che giusto che tu ti crei una professione e se puoi farlo seguendo la tua passione fallo.
Non ho mai seguito molto WD, essendo più che altro un lettore, e uno scribacchino a tempo molto parziale, in ogni caso trovo la tua risposta confortante.
Quanto a WD staremo a vedere, ma non sono molto fiducioso, per le ragione che ho già indicato.
Poi ci sarebbe un discorso a latere sul NOEAP. Ho tanto l'impressione che stia diventando come un marchio di qualità, un qualcosa da stampigliare sul sito internet di un editore come marchi distintivo. Ma essere NOEAP è sinonimo di qualità? e richiedere una qualche forma di contributo allo scrittore è in qualche modo sinonimo di scarsa qualità? Secondo la mia esperienza di lettore la risposta è no ad entrambe le domande. E ci sono in mezzo un'infinità di sfumature diverse. Trovo assolutamente spocchioso l'atteggiamento di certi blog letterari che mettono in prima pagina la frase "non recensiamo autori a pagamento".
Giusto, a mio parere, aprire gli occhi agli aspiranti scrittori sui rischi del mondo dell'editoria. Ma uno scrittore può aver pubblicato a pagamento per un'infinità di ragioni, prima fra tutte l'ingenuità. Può questo trasformarsi in un marchio a fuoco? può renderlo un paria? un reietto dalla sacra società della letteratura?
Lo scrittore deve essere giudicato per quel che pubblica, non per come lo ha pubblicato, a mio parere.

Ma qui il discorso rischia di diventare lungo e questa è un'altra storia e dovrà essere raccontata un'altra volta [cit]

Torna a “TAVERNA”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite