Avatar utente
Geara Tsuliwaënsis
Nostromo
Messaggi: 1035
Iscritto il: 11/06/2012, 15:05
Pirata o Piratessa: F
Località: Nùgoro
Contatta: Sito web Facebook

Prova della settimana: Incipit

07/10/2014, 11:33

Diamo il via alle danze?
E diamo il via alle danze!

Il tema di questa prima settimana è l'incipit.

Scrivi l'incipit del tuo romanzo (o del tuo racconto) in 350 parole. Incuriosiscici e metti tutti gli ingredienti che deve contenere un incipit di successo. Puoi scriverlo in prima o terza persona, ma... non annoiarci! Alla fine del pezzo vogliamo avere la bava alla bocca per la curiosità di sapere come prosegue! Sii brillante!


Nella sezione della squadra di appartenenza potete lavorare sull'incipit che andrà in diretta e quindi i concorrenti potranno far leggere qualcosa fino a una forma in bozza. L'incipit definitivo, quindi revisonato, migliorato secondo indicazioni dei coach e giudici, dovrà essere inedito e presentato in puntata. Quindi non 2 incipit ma uno in versione bozza e l'altro in versione definitiva (inedita)


Buon lavoro a tutti voi, miei pirati dalla fusciacca blu, andate e scrivete incipit da far diventare gli altri blu d'invidia! o-
Si has perdido el rumbo escúchame, llegar a la meta no es vencer, lo importante es el camino y en él, caer, levantarse, insistir, aprender.
La posada de los muertos - Mägo de Oz

Avatar utente
mbbettella
Pirata
Messaggi: 231
Iscritto il: 19/12/2011, 16:49
Pirata o Piratessa: M

Re: Prova della settimana: Incipit

07/10/2014, 11:42

Salve mister, o come lo chiamiamo noi della scherma, maestra.

una cosa non mi è chiara in effetti, la differenza tra la bozza e quello che andrà presentato domani... nel senso se io comincio a lavorare a qualcosa e lo pubblico qui sopra, e lo vediamo insieme e ci lavoriamo...è ancora una cosa che posso portare domani?
oppure lo devo camuffare (non avrei capito come) ?
quando ero piccolo
giorni interi trascorrevo a costruire con il lego
ancora non sapevo a cosa stavo andando incontro

Avatar utente
Black Bart
Capitano
Messaggi: 7135
Iscritto il: 15/02/2011, 13:45
Pirata o Piratessa: M
Località: Bologna
Contatta: Sito web Facebook

Re: Prova della settimana: Incipit

07/10/2014, 11:54

Lo schema di base è:

- indicazioni teoriche dei coach/giudici
- scrittura di un primo spunto da parte di ogni concorrente
- note del coach (va be, non va bene, hai preso la strada giusta/sbagliata ecc...)
- sviluppo testo definitivo da presentare solo in puntata

Naturalmente ci può essere un secondo passaggio in cui il concorrente e il coach si relazionano sul testo scritto. Ma il definitivo deve essere inedito anche per il giudice (il giudice in puntata giudicherà se lo sviluppo finale è stato buono o no).
Siamo sporchi, bastardi e cattivi... Siamo Pirati.

Avatar utente
apenapi
Pirata
Messaggi: 405
Iscritto il: 15/05/2014, 19:50
Pirata o Piratessa: M
Località: Romagnano Sesia

Re: Prova della settimana: Incipit

07/10/2014, 13:04

Ciao coach e ciao carissimi colleghi/compagni di squadra.

Ho deciso di fare una cosa, così se sbaglio posso rifare tutto e magari il mio errore può aiutare qualcuno di voi.
Ho cominciato a scrivere un incipit per una serie di racconti. Lo userò in questa sede.
Ora lo posto e, se non ho capito male, riceverò indicazioni a proposito. Se invece non va bene la modalità con cui l'ho scritto ... ne scriverò un altro e sarà un'esperienza in più.
Et voilà
Allegati
prima sfida bozza incipit purgatorio.docx
(13.75 KiB) Scaricato 15 volte
Sono perfetto ma mi sto curando.
...ed attraverso il gioco l'animo nostro nudo si rivela

Avatar utente
supergum
Pirata
Messaggi: 266
Iscritto il: 16/04/2013, 10:09
Pirata o Piratessa: M
Contatta: Sito web

Re: Prova della settimana: Incipit

07/10/2014, 14:12

Metto qui anche il mio, è l'incipit di un racoto che sto scrivendo per un contest horror.

Il signor Colombi sentì l'utilitaria della moglie imboccare il vialetto d'accesso e salì di corsa verso il bagno al piano terra. Macchie di urina ed escrementi gli insozzavano il maglione. Se lo sfilò e prese a strofinarsi la pelle col sapone davanti allo specchio, mentre la signora Colombi entrava in casa.
- Sono in bagno, arrivo subito – urlò attraverso la porta socchiusa.
- Sei stato in cantina? - chiese sua moglie dal salone.
Il signor Colombi smise di lavarsi - Volevo provare a pulirlo – disse, rimanendo con la mano sospesa nel vuoto, in attesa.
- Pulirlo, certo – borbottò sua moglie. Posò la borsa con i testi di religione e si lasciò cadere sul divano, senza togliersi il cappotto.
- Com'è andata a scuola – chiese il signor Colombi uscendo dal bagno.
La moglie lo guardò da sotto gli occhiali da miope – Parlo ai bambini di Dio e so che Dio non esiste, è andata così a scuola.
Il signor Colombi scosse la testa - Non dire queste cose, la tua fede è incrollabile e ti dà speranza, è sempre stato così.
- Se Dio esistesse, non avresti bisogno di spruzzarti tutto quel profumo per parlare con me.
Il signor Colombi arrossì – Hai visto la zucca che ho messo all'ingresso? Con le luci dentro, come piace a te.
La signora Colombi non gli rispose, lo guardò in attesa di qualcosa.
- Ti prego, non oggi, godiamoci un giorno di pace – le disse il marito - Era una delle nostre feste preferite, possibile che non te lo ricordi? – le si avvicinò di qualche passo.
La moglie gli scagliò contro un testo sulla Bibbia, mancandolo di molto – Di che festa vai cianciando – urlò – che cosa vuoi che me ne freghi dei dolcetti e degli scheletri di cartone?
Si alzò di scatto e si versò un bicchiere colmo di Vecchia Romagna. Quando tornò a sedersi, il marito, immobile al centro del salone, le apparve un vecchio dalle spalle curve.
- Cos'ha fatto stamattina quella cosa, ha urlato e vomitato? - gli chiese.
- Quella cosa è nostro figlio, non dimenticarlo – bisbigliò il signor Colombi, senza guardarla in faccia.
Nessun tramonto sul mare, arcobaleno o altissima cascata può eguagliare la maestosa bellezza di un conto corrente con saldo positivo.

Avatar utente
mbbettella
Pirata
Messaggi: 231
Iscritto il: 19/12/2011, 16:49
Pirata o Piratessa: M

Re: Prova della settimana: Incipit

07/10/2014, 15:14

ecco il mio.
è un'idea anche la mia per un racconto che sto scrivendo.
era molto più lungo, troppo direi. per adattarlo a questa prova è già molto migliorato di suo rispetto alla versione extended, di questo sono contento.
è ancora appena lungo, non so quanta tolleranza ci sia, magari mi aiutate a dargli una ravversata.
Allegati
incipit _uomocolcappello.odt
(10.75 KiB) Scaricato 17 volte
quando ero piccolo
giorni interi trascorrevo a costruire con il lego
ancora non sapevo a cosa stavo andando incontro

Avatar utente
Giancarlo
Pirata
Messaggi: 37
Iscritto il: 01/10/2014, 15:41
Pirata o Piratessa: M
Località: Roma

Re: Prova della settimana: Incipit

07/10/2014, 16:02

salve a tutti, mi presento: sono Giancarlo Gentile e di professione faccio l'editor e l'agente letterario. Per iniziare a interagire e vedere come procedono le cose vi posto un piccolo scritto di qualche tempo fa in cui giocavo un po' con degli incipit famosi. Magari possono tornarvi utili:
http://www.lunaletteraria.it/wp-content/uploads/2013/05/Come-si-scrive-un-incipit-bello-e-interessante.pdf
A dopo,
Giancarlo

Avatar utente
mbbettella
Pirata
Messaggi: 231
Iscritto il: 19/12/2011, 16:49
Pirata o Piratessa: M

Re: Prova della settimana: Incipit

07/10/2014, 16:53

Giancarlo ha scritto:salve a tutti, mi presento: sono Giancarlo Gentile e di professione faccio l'editor e l'agente letterario. Per iniziare a interagire e vedere come procedono le cose vi posto un piccolo scritto di qualche tempo fa in cui giocavo un po' con degli incipit famosi. Magari possono tornarvi utili:
http://www.lunaletteraria.it/wp-content/uploads/2013/05/Come-si-scrive-un-incipit-bello-e-interessante.pdf
A dopo,
Giancarlo


grazie giancarlo, piacere di conoscerti.
il link che ci hai fornato è interessante, fornisce uno spunto diverso per ogni gusto e per molte situazioni.
è stato simpatico rileggere alcuni incipit (dopo diverso tempo) di alcuni libri sotto questa luce.

personalmente, e solo per citare un esempio, quello che non scorderò mai è quello di "altà fedeltà", di hornby.
quando ero piccolo
giorni interi trascorrevo a costruire con il lego
ancora non sapevo a cosa stavo andando incontro

Avatar utente
Giancarlo
Pirata
Messaggi: 37
Iscritto il: 01/10/2014, 15:41
Pirata o Piratessa: M
Località: Roma

Re: Prova della settimana: Incipit

07/10/2014, 19:26

apenapi ha scritto:Ciao coach e ciao carissimi colleghi/compagni di squadra.

Ho deciso di fare una cosa, così se sbaglio posso rifare tutto e magari il mio errore può aiutare qualcuno di voi.
Ho cominciato a scrivere un incipit per una serie di racconti. Lo userò in questa sede.
Ora lo posto e, se non ho capito male, riceverò indicazioni a proposito. Se invece non va bene la modalità con cui l'ho scritto ... ne scriverò un altro e sarà un'esperienza in più.
Et voilà


Suggerimenti, spunti di riflessione, appunti (sperando di non sembrare troppo brutale)

L'incipit di Purgatorio-Sala d'attesa (apenapi) a mio parere non ha la completezza che dovrebbe caratterizzare un incipit (consiglierei di concepirlo quasi come un racconto autoconclusivo, mentre qui si capisce che è soltanto un pezzo mozzato di una cosa più lunga). Dovrebbe essere una sorta di "manifesto" di ciò che attende il lettore. Poi va asciugato, ci sono troppe parole utilizzate per descrivere la stessa cosa, la stessa sensazione. Se interpreto bene le intenzioni dell'autore, dovrebbe spiazzare, comunicare fredda alienazione; credo che per raggiungere questo obiettivo meno parole siano più adatte. In fondo, meno si dice e più l'alienazione e lo spaesamento ne guadagnano.

Giancarlo

Avatar utente
Giancarlo
Pirata
Messaggi: 37
Iscritto il: 01/10/2014, 15:41
Pirata o Piratessa: M
Località: Roma

Re: Prova della settimana: Incipit

07/10/2014, 19:31

supergum ha scritto:Metto qui anche il mio, è l'incipit di un racoto che sto scrivendo per un contest horror.

Il signor Colombi sentì l'utilitaria della moglie imboccare il vialetto d'accesso e salì di corsa verso il bagno al piano terra. Macchie di urina ed escrementi gli insozzavano il maglione. Se lo sfilò e prese a strofinarsi la pelle col sapone davanti allo specchio, mentre la signora Colombi entrava in casa.
- Sono in bagno, arrivo subito – urlò attraverso la porta socchiusa.
- Sei stato in cantina? - chiese sua moglie dal salone.
Il signor Colombi smise di lavarsi - Volevo provare a pulirlo – disse, rimanendo con la mano sospesa nel vuoto, in attesa.
- Pulirlo, certo – borbottò sua moglie. Posò la borsa con i testi di religione e si lasciò cadere sul divano, senza togliersi il cappotto.
- Com'è andata a scuola – chiese il signor Colombi uscendo dal bagno.
La moglie lo guardò da sotto gli occhiali da miope – Parlo ai bambini di Dio e so che Dio non esiste, è andata così a scuola.
Il signor Colombi scosse la testa - Non dire queste cose, la tua fede è incrollabile e ti dà speranza, è sempre stato così.
- Se Dio esistesse, non avresti bisogno di spruzzarti tutto quel profumo per parlare con me.
Il signor Colombi arrossì – Hai visto la zucca che ho messo all'ingresso? Con le luci dentro, come piace a te.
La signora Colombi non gli rispose, lo guardò in attesa di qualcosa.
- Ti prego, non oggi, godiamoci un giorno di pace – le disse il marito - Era una delle nostre feste preferite, possibile che non te lo ricordi? – le si avvicinò di qualche passo.
La moglie gli scagliò contro un testo sulla Bibbia, mancandolo di molto – Di che festa vai cianciando – urlò – che cosa vuoi che me ne freghi dei dolcetti e degli scheletri di cartone?
Si alzò di scatto e si versò un bicchiere colmo di Vecchia Romagna. Quando tornò a sedersi, il marito, immobile al centro del salone, le apparve un vecchio dalle spalle curve.
- Cos'ha fatto stamattina quella cosa, ha urlato e vomitato? - gli chiese.
- Quella cosa è nostro figlio, non dimenticarlo – bisbigliò il signor Colombi, senza guardarla in faccia.


Suggerimenti, spunti di riflessione, appunti (sperando di non sembrare troppo brutale)

Ci sono dei passaggi che andrebbero resi più fluidi, fanno infatti esitare l'ipotetico lettore, lasciano spazio a un secondo di "tentennamento". Ad esempio:
salì di corsa verso il bagno al piano terra
Posò la borsa con i testi di religione e si lasciò cadere sul divano
La moglie gli scagliò contro un testo sulla Bibbia, mancandolo di molto
Quando tornò a sedersi, il marito, immobile al centro del salone, le apparve un vecchio dalle spalle curve.


Per il resto l'incipit, seppur di tre parole in più rispetto alle 350 richieste, ha una sua completezza. Un appunto conclusivo riguarda la capacità del testo di attrarre i lettori: l'idea probabilmente è stata eccessivamente sfruttata (racconti, serie tv, film) e rischia di non incuriosire, manca di quella scintilla di originalità che dovrebbe invece caratterizzare un incipit.

Giancarlo

Torna a “Squadra Blu”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite