Avatar utente
MasMas
Capitano
Messaggi: 10028
Iscritto il: 18/06/2011, 21:30
Pirata o Piratessa: M
Località: Imola
Contatta: Sito web Facebook Google+

Re: Seconda puntata: le prove degli autori

14/10/2014, 11:23

Bel pezzo. Significativo.
Ti dico quel che ho notato leggendolo.
Intanto, io limerei via parecchi aggettivi. In realtà, anche una parte delle caratterizzazioni esteriori. Mi son sembrati un filo troppi, certo è una caratterizzazione ma mi son sembrati meno significativi di ciò che si evince dall'ultimo dialogo (alla fine ciò che interessa di più è l'anima, più che il corpo). magari, mi focalizzarei di più sulle caratterizzazioni più originali, i piedi ad esempio, la bandana e gli occhi, quando lui la guarda (son quelli che mi sono rimasti impressi). Gli altri temo si dimentichino presto.

Qualche dettaglio più spicciolo.
La prima frase: ho creduto che chi fosse lavato e scolorito fosse lui. Perché "dai finestrini scrutò il cielo" ha come soggetto implicito colui che guarda, per cui "si mostrava" l'ho associato a chi guarda. Forse sono scemo. Intanto mi sono fatto una risata quando ho capito. :)
Dettaglio ma: "possedeva fantasia e manualità per campare", sposterei per primo il campare.
"sollevava la sabbia bagnata setacciandola": come la setacciava? Ho faticato a immagianrmi la scena.
"Lei avvertì una fragranza dolciastra" :ugeek: Il professorino dice: entri nel PDV di lei. E anche, volendo, "distinse" è un verbo che richiama una soggettività. Si potrebbe togliere il richiamo all'odore e usare un verbo più oggettivo tipo vedere.
"due piedi più lungh iche larghi": beh, ci mancherebbe che avesse i peidi più larghi che lunghi... uno di quei tratti di caratterizzazione esteriore che toglierei: piedi color caffè per me basterebbe, per esempio.
Sempre qui, anche "si specchiò in quelli di uno spilungone ecc." mi suona un po' dentro il PDV della donna. Anche qui si potrebbe tralasciare.
Anche il naso "pronunciato" e il mento "liscio"... sabbia "asciutta" (è luglio al mare), polso "segnato", braccialetto sia "lucente" che "d'argento", polso "sottile" e "rosato" (soprattutto rosato).
La parte del carico non mi è chiara: stende la merce, poi prende il carico e lo stringe...

Ecco, alla fine ti ho fatto un mezzo editing... ma mezzo no.
Vabbè, prendili come spunti.
Da vicino nessuno è nOrMaLe
La vita è una corsa, e io sto cercando una panchina
Una risata vi seppellirà

Avatar utente
Marina Paolucci
Pirata
Messaggi: 108
Iscritto il: 01/05/2013, 19:00
Pirata o Piratessa: F

Re: Seconda puntata: le prove degli autori

14/10/2014, 11:53

Caro MasMas grazie mille per l'editing! _| <3 Non sai quanto ho riso :D Soprattutto rileggendo la mia descrizione dei piedi :D Così come li ho descritti sembrano quelli di un elefante :D Proprio vero, mai dimenticarsi di focalizzare su dettagli e scene (es. per le vedute da parte di lei), io poi vado di farcitura di aggettivi a go go. Mannaggia a me che non imparo mai a limitarmi. Cerco di riassettare al meglio, smagrendo il superfluo che intoppa nella lettura. Poi lo riposto per vedere se scorre meglio e sentire il parere oro colato della coach redlie _| <3
Ciao Ciao o? fiut ;)

Avatar utente
redlie
Pirata
Messaggi: 578
Iscritto il: 15/04/2011, 22:49
Pirata o Piratessa: F
Località: Mantova

Re: Seconda puntata: le prove degli autori

14/10/2014, 14:21

ivodrax ha scritto:
Prima aspetto gli spunti di Redlie

o? o? o?


Ciao caro, io lo trovo un gran bel pezzo.
Non mi piace questo:
–Come non c'è più l'auto? Chi era di controllo all'auto?–
–bzzzzz bzzzzz–
Capisco e approvo il fatto che l'interlocutore di Mazzoni non debba comparire per nulla, da qui questa "frase" bzzz come se un ipotetico io narrante super partes fosse accanto a Mazzoni ma lontano dalla cornetta del telefono, quindi riferisse il rumore che sente, ma non capisse le parole esatte.
Ecco perché poi, magari stona il fatto che inizi quel "brainstorming" di Mazzoni, con evidente cambio di pov.
Mah, chissà se quello che sto scrivendo è anche solo minimamente comprensibile. (NDR=nota di redlie)
Vedo comunque che avete già affrontato l'argomento con Masmas. Ti direi di provare (ma provare, non sono sicura che possa funzionare) a mantenere un pov uniforme dall'inizio, magari quello di Mazzoni? O il pezzo perderebbe il bel mordente (sia iniziale che finale)? Non lo so.
Ah, ecco, altra cosa: tu lo chiami sciacallo ma lo paragoni a un lupo (in gabbia)... io lo vedo iena. Quel "sembrava un lupo in gabbia"... magari "una belva nel serraglio?"... lasciando che l'idea del tipo di animale che è il Mazzo se la faccia il lettore. Questo è comunque un dettaglio abbastanza irrilevante.

Bravo bravo bravo!

o? zac o- o!
Alla maledetta CLAYMORE!!!

Freaky child in the garden (cit. Freewolf)

Quando hanno distribuito il dono-della-sintesi io non ero in fila

Avatar utente
ivodrax
Pirata
Messaggi: 291
Iscritto il: 19/11/2013, 10:41
Pirata o Piratessa: M
Contatta: Sito web

Re: Seconda puntata: le prove degli autori

14/10/2014, 21:13

Ciao!
credo di aver capito quello che tutti e due avete voluto dire: sono d'accordo su tutto
e su parecchie delle cose avevo già dubbi anch'io.
Quindi vi verrò dietro volentieri...

L'unica cosa: non sono molto forte sul pov, cercherò di capire come uniformarlo
ed eventualmente domattina vi chiedo qualcosa

DURI COME DEGLI ASSI!

o?

Avatar utente
redlie
Pirata
Messaggi: 578
Iscritto il: 15/04/2011, 22:49
Pirata o Piratessa: F
Località: Mantova

Re: Seconda puntata: le prove degli autori

14/10/2014, 21:16

Ciao Marina,

Anche per quanto ti riguarda, il testo è bello e ben scritto.
Qualche caratterizzazione fisica in meno potrebbe aiutare il lettore a rimanere sul pezzo.
Ti faccio notare alcune cosine piccolissime:

Dai finestrini scrutò il cielo. Dopo una notte di temporale si mostrava lavato come la canotta che indossava sopra al jeans scolorito, sfilacciato, tagliato a tre quarti.
si mostrava lavato - era bagnato? madido? sciacquato? fradicio?
Per lui che lavorava se non pioveva, la veduta era rassicurante.


Per lui che lavorava se non pioveva ...magari: per lui che poteva lavorare solo se non pioveva?
La frase breve in questo caso mi sembra che perda di effetto.


Lui indossava una bandana bagnata, blu tuono.
bagnata l'hai già detto che ha preso la pioggia, è uno degli aggettivi che taglierei

Gli aderiva alla testa mettendo in risalto gli occhi di tigre. Slacciò i sandali di cuoio e li legò ai passanti del jeans, adorava camminare sulla sabbia. Una donna inginocchiata davanti al mare, sollevava la sabbia bagnata setacciandola.
«Hai perso qualcosa?»
Lei avvertì una fragranza dolciastra. Voltandosi a sinistra, distinse due piedi più lunghi che larghi, color caffè, con la pianta stretta.
Anche qui, se sono più lunghi che larghi, hanno la pianta stretta, sceglierei una sola delle due caratterizzazioni.

Sollevò gli occhi e si specchiò in quelli di uno spilungone con i denti larghi rilucenti dentro un ovale aggraziato.
«Hai perso qualcosa?»
«Ho perso la fede.»
«Io la porto nel cuore. Non sarà così grave. Meglio perdere un anello che una persona.»
«Ho perso mio marito, quella fede rappresenta il nostro legame.»
«Mi spiace. Al mio paese si dice che chi muore resta vivo nel cuore di chi l’ha amato. Io ci credo.»
«Hai mai perso qualcuno?»
«Un’alluvione si è portata via i miei affetti. Li ho tatuati dentro. Sono venuto qui in cerca di fortuna.»
Il vagabondo strinse il pugno, l’appoggiò sul cuore, l’avvicinò alle labbra, lo baciò. Lo strofinò sul naso pronunciato e sul mento liscio. Distese la merce sulla sabbia asciutta. Swisss. Sganciò dal polso segnato un braccialetto lucente, d’argento, si chinò e lo agganciò al polso sottile e rosato della donna. Si raddrizzò. Prese il carico, lo strinse tra le mani così forte che gli sprizzarono le vene bluastre sul dorso della mano, pronte a esplodere.
«Buona fortuna.»
«Aspetta!»
«Vuoi un aquilone?»
«Volevo dirti grazie. Buona giornata.»
«Lo sarà se il cielo vorrà.»
Alla maledetta CLAYMORE!!!

Freaky child in the garden (cit. Freewolf)

Quando hanno distribuito il dono-della-sintesi io non ero in fila

Avatar utente
redlie
Pirata
Messaggi: 578
Iscritto il: 15/04/2011, 22:49
Pirata o Piratessa: F
Località: Mantova

Re: Seconda puntata: le prove degli autori

14/10/2014, 21:24

ivodrax ha scritto:Ciao!
credo di aver capito quello che tutti e due avete voluto dire: sono d'accordo su tutto
e su parecchie delle cose avevo già dubbi anch'io.
Quindi vi verrò dietro volentieri...

L'unica cosa: non sono molto forte sul pov, cercherò di capire come uniformarlo
ed eventualmente domattina vi chiedo qualcosa

DURI COME DEGLI ASSI!

o?



Ciao, io domani mattina lavoro da casa, quindi sono presente fino alle 12.30. Pomeriggio meno perché sono da un cliente, ma torno presto.
Comunque sei sulla buona strada, prova, se vuoi a lavorare sul pov unico o, come ti ha indicato Masmas, prova a introdurre solo i pensieri del Mazzo in maniera più evidente.
Per quanto mi riguarda, solitamente, il mio protagonista è anche l'io narrante, al presente storico, quindi la mia difficoltà maggiore è opposta alla tua, cioè devo riuscire a mettere al corrente il lettore dell'intreccio avendo una veduta abbastanza ristretta degli eventi.
Alla maledetta CLAYMORE!!!

Freaky child in the garden (cit. Freewolf)

Quando hanno distribuito il dono-della-sintesi io non ero in fila

Avatar utente
redlie
Pirata
Messaggi: 578
Iscritto il: 15/04/2011, 22:49
Pirata o Piratessa: F
Località: Mantova

Re: Seconda puntata: le prove degli autori

14/10/2014, 21:25

Magari ci sono anche fino alle 13.30, sì sì 13.30.
Alla maledetta CLAYMORE!!!

Freaky child in the garden (cit. Freewolf)

Quando hanno distribuito il dono-della-sintesi io non ero in fila

Avatar utente
ivodrax
Pirata
Messaggi: 291
Iscritto il: 19/11/2013, 10:41
Pirata o Piratessa: M
Contatta: Sito web

Re: Seconda puntata: le prove degli autori

14/10/2014, 21:51

ok!

Avatar utente
Marina Paolucci
Pirata
Messaggi: 108
Iscritto il: 01/05/2013, 19:00
Pirata o Piratessa: F

Re: Seconda puntata: le prove degli autori

14/10/2014, 22:27

redlie ha scritto:Ciao Marina,

Anche per quanto ti riguarda, il testo è bello e ben scritto.
Qualche caratterizzazione fisica in meno potrebbe aiutare il lettore a rimanere sul pezzo.
Ti faccio notare alcune cosine piccolissime:

Dai finestrini scrutò il cielo. Dopo una notte di temporale si mostrava lavato come la canotta che indossava sopra al jeans scolorito, sfilacciato, tagliato a tre quarti.
si mostrava lavato - era bagnato? madido? sciacquato? fradicio?
Per lui che lavorava se non pioveva, la veduta era rassicurante.


Per lui che lavorava se non pioveva ...magari: per lui che poteva lavorare solo se non pioveva?
La frase breve in questo caso mi sembra che perda di effetto.


Lui indossava una bandana bagnata, blu tuono.
bagnata l'hai già detto che ha preso la pioggia, è uno degli aggettivi che taglierei

Gli aderiva alla testa mettendo in risalto gli occhi di tigre. Slacciò i sandali di cuoio e li legò ai passanti del jeans, adorava camminare sulla sabbia. Una donna inginocchiata davanti al mare, sollevava la sabbia bagnata setacciandola.
«Hai perso qualcosa?»
Lei avvertì una fragranza dolciastra. Voltandosi a sinistra, distinse due piedi più lunghi che larghi, color caffè, con la pianta stretta.
Anche qui, se sono più lunghi che larghi, hanno la pianta stretta, sceglierei una sola delle due caratterizzazioni.

Sollevò gli occhi e si specchiò in quelli di uno spilungone con i denti larghi rilucenti dentro un ovale aggraziato.
«Hai perso qualcosa?»
«Ho perso la fede.»
«Io la porto nel cuore. Non sarà così grave. Meglio perdere un anello che una persona.»
«Ho perso mio marito, quella fede rappresenta il nostro legame.»
«Mi spiace. Al mio paese si dice che chi muore resta vivo nel cuore di chi l’ha amato. Io ci credo.»
«Hai mai perso qualcuno?»
«Un’alluvione si è portata via i miei affetti. Li ho tatuati dentro. Sono venuto qui in cerca di fortuna.»
Il vagabondo strinse il pugno, l’appoggiò sul cuore, l’avvicinò alle labbra, lo baciò. Lo strofinò sul naso pronunciato e sul mento liscio. Distese la merce sulla sabbia asciutta. Swisss. Sganciò dal polso segnato un braccialetto lucente, d’argento, si chinò e lo agganciò al polso sottile e rosato della donna. Si raddrizzò. Prese il carico, lo strinse tra le mani così forte che gli sprizzarono le vene bluastre sul dorso della mano, pronte a esplodere.
«Buona fortuna.»
«Aspetta!»
«Vuoi un aquilone?»
«Volevo dirti grazie. Buona giornata.»
«Lo sarà se il cielo vorrà.»



Ciao redlie <3 Grazie millissime per l'editig e i complimenti :-) Ho faticato e di fondo non è tutto chiaro.
Ti spiego cosa cosa volevo dire in alcuni punti, però siccome non scorrono vedo di modificarli. Provo a inserire in blu delle modifiche per meglio capire. Comunque:
Dai finestrini scrutò il cielo che si mostrava lavato (ovvero pulito, terso, dopo il temporale della notte) come la canotta che indossava (dello stesso colore della sua canotta, verosimilmente di core azzurro, come il cielo limpido) se vestiva pulito, non era una persona sporca, poteva lavarsi). Volevo fare un paragone, certo che tra canotta e cielo mi sono persa nell'aria :-D
Lui lavorava se non pioveva: immaginavo un protagonista che di mestiere facesse il venditore di aquiloni. Vorrei incuriosire ma non svelare.
ok per i piedi :lol:
per la bandana, spiegavo che era bagnata (perchè faceva caldo) e gli aderiva sulla testa (volevo passare al lettore che il protagonista è pelato, o rasato, perciò gli aderisce la bandana bagnata, perlomeno credo).

Avatar utente
redlie
Pirata
Messaggi: 578
Iscritto il: 15/04/2011, 22:49
Pirata o Piratessa: F
Località: Mantova

Re: Seconda puntata: le prove degli autori

15/10/2014, 11:43

Ciao Marina,

Sì, è chiarissimo il fatto che il protagonista venda gli aquiloni. Mi sembra solo che la frase "lavorava se non pioveva" rimanga appesa, come se perdesse il ritmo, ecco tutto. Per questo ti suggerivo di "sincoparla": Per lui che poteva lavorare solo se non pioveva.
Per quanto riguarda la bandana, no, secondo me era bagnata perché il tipo aveva preso la pioggia... Per questo toglierei bagnata e fine, per eliminare ogni rischio di confusione, tanto non aggiunge molto al brano. Tra l'altro se durante la notte è piovuto, magari al mattino l'aria è fresca e non si suda :)
Per quanto riguarda il "si mostrava lavato", più che il "lavato", io contestavo il "si mostrava" dove un "era" rende la frase più sciolta.
Ancora, riguardo al cielo:
Dai finestrini scrutò il cielo. Dopo una notte di temporale si mostrava lavato come la canotta che indossava sopra al jeans scolorito, sfilacciato, tagliato a tre quarti
Qui mi cambi anche soggetto: egli scrutò il cielo, il cielo si mostrava...
Dai finestrini scrutò il cielo che, dopo una notte di temporale, era lavato come la sua canotta indossata sopra al jeans filacciato ecc...

E, ancora, per me "lavato" suggerisce cmq l'idea del "bagnato" più che che quella dell'"azzurro".

Ma si tratta di dettaglini, mica cose serie.
Alla maledetta CLAYMORE!!!

Freaky child in the garden (cit. Freewolf)

Quando hanno distribuito il dono-della-sintesi io non ero in fila

Torna a “Squadra Rossa”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite