Avatar utente
tirofisso
Pirata
Messaggi: 91
Iscritto il: 06/09/2012, 19:15
Pirata o Piratessa: M
Località: Monfalcone

Tragicommedia a ritmo di rock

16/05/2014, 12:32

Ecco a voi il mio secondo romanzo, semifinalista all'edizione 2013 del concorso Ioscrittore. L'idea è nata in una notte d'estate, in cui, attorno a un fuoco, ognuno raccontava un capitolo di una storia. Andiamo ora nei dettagli

TITOLO: La vita è un LP dei Bad Brains

GENERE: Romanzo, narrativa generale. 444.823 battute, spazi inclusi

TARGET: Amanti dei fumetti, del rock alternativo, frequentatori di concerti e di locali off fumosi e sbiellati. Se avete perso la testa per Alta Fedeltà è il romanzo che fa per voi, se invece siete dediti ai cocktail con l'ombrellino e bastano i punkabbestia di piazza Verdi a Bologna per farvi sentire a disagio non lo apprezzerete come si deve. Cavolacci vostri :mrgreen:

SINOSSI: Andrea Bonacorsi è un giornalista bolognese, amante del rock alternativo e viaggiatore consapevole. Un giorno il suo terribile Direttore gli assegna l'incarico che Andrea sogna da tempo: fare l'inviato speciale. Ma, e c'è un ma grande come una casa, dovrà scrivere un articolo su un banale fatto di cronaca rosa: il matrimonio tra una scrittrice di grande successo tra i giovanissimi e il suo editore. Piccolo problema: un tempo la scrittrice era la fidanzata di Andrea. Inizia così un tragicomico conto alla rovescia verso quello che -Andrea non ne ha alcun dubbio- sarà il giorno più brutto della sua vita. Il giornalista scrive l'articolo, che piace talmente all'editore, che acquista in blocco la testata. Il Direttore, contrario al corso che la proprietà vuole imporre al quotidiano, si dimette e viene sostituito da un giovane raccomandato e arrivista con il quale il protagonista ha delle vecchie ruggini. Per evitare di dare la soddisfazione di silurarlo al suo nemico Andrea si dimette a sua volta, e segue il Direttore nel nuovo quotidiano che ha intenzione di fondare, e approfitta del tempo a disposizione per scrivere un romanzo.

CURIOSITA': 1)Ogni capitolo ha come sottotitolo un brano dei Bad Brains.
2)Il Direttore ricorda nel modo di fare, e anche nelle fattezze, J. Jonah Jameson, il direttore del giornale di Spiderman

3) Il protagonista e la sua fidanzata si conoscono a un corso di scrittura creativa tenuto da Enrico Brizzi (che non viene però nominato)

4) Ogni riferimento a fatti o persone reali è da considerarsi puramente casuale (o forse no?) :mrgreen:
"Ovunque si vada, in California, in inferno o in paradiso, ognuno di noi è un tamburmaggiore alla testa di un corteo di torti e di ingiustizie. E un giorno tutti questi cortei s'incontreranno, si uniranno e dalla loro unione nascerà il terrore"

Avatar utente
kerikaeffe
Pirata
Messaggi: 892
Iscritto il: 07/05/2011, 16:52
Pirata o Piratessa: F
Località: Venezia
Contatta: Sito web

Re: Tragicommedia a ritmo di rock

16/05/2014, 16:11

La sinossi incuriosisce parecchio, scusa se sono tonta ma quindi è un inedito? non ancora pubblicato?

Avatar utente
Elisa
Nostromo
Messaggi: 1529
Iscritto il: 28/07/2011, 18:50
Pirata o Piratessa: F

Re: Tragicommedia a ritmo di rock

17/05/2014, 13:30

Accipicchiolina Tirofisso, che precisione, hai scritto anche il numero di battute :D
A me la storia piace, la sinossi invoglia a leggere la storia e poi ora vado a sentire chi sono questi Bad Brains, ma esistono?
Un pensiero è ciò che manca a una banalità per essere un pensiero (Kraus)

Avatar utente
Elisa
Nostromo
Messaggi: 1529
Iscritto il: 28/07/2011, 18:50
Pirata o Piratessa: F

Re: Tragicommedia a ritmo di rock

17/05/2014, 13:32

Punk nero? Wow o!
Un pensiero è ciò che manca a una banalità per essere un pensiero (Kraus)

Avatar utente
tirofisso
Pirata
Messaggi: 91
Iscritto il: 06/09/2012, 19:15
Pirata o Piratessa: M
Località: Monfalcone

Re: Tragicommedia a ritmo di rock

17/05/2014, 19:07

I Bad Brains esistono eccome! Sono una band di Washington D.C. che alterna pezzi hardcore tiratissimi a brani reggae <o>
"Ovunque si vada, in California, in inferno o in paradiso, ognuno di noi è un tamburmaggiore alla testa di un corteo di torti e di ingiustizie. E un giorno tutti questi cortei s'incontreranno, si uniranno e dalla loro unione nascerà il terrore"

Avatar utente
bruno
Pirata
Messaggi: 732
Iscritto il: 13/03/2011, 18:06

Re: Tragicommedia a ritmo di rock

22/05/2014, 11:06

Ritenendo di appartenere ancora, nonostante la quasi veneranda età, al target amanti dei fumetti, del rock alternativo, frequentatori di concerti e di locali off fumosi e sbiellati, sarei anch'io interessato allo sviluppo della sinossi. Messa così la storia sembra un po' piatta, ma potrebbe evolversi come sfondo per un affresco dell'habitat o come sfondo per accadimenti più forti.

Destroy.
Pensare è un verbo intransitivo, comunicare è un verbo intransigente

Avatar utente
Elisa
Nostromo
Messaggi: 1529
Iscritto il: 28/07/2011, 18:50
Pirata o Piratessa: F

Re: Tragicommedia a ritmo di rock

22/05/2014, 20:07

Bruno ma, sei proprio tu????????? <3
Un pensiero è ciò che manca a una banalità per essere un pensiero (Kraus)

Torna a “Diario di scrittura”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite