Avatar utente
Kriash
Pirata vincitore
Pirata vincitore
Messaggi: 849
Iscritto il: 11/04/2013, 11:38
Pirata o Piratessa: M
Località: Crevalcore (BO)

Le quattro fatiche di Kriash

07/05/2014, 14:19

Bello questo nuovo "reparto" del forum... lanciamoci!

L'anno scorso mi sono buttato nel pazzo mondo della scrittura dopo aver partecipato a un corso di scrittura creativa.
Preso dalla foga, in estate, ho iniziato a buttare giù un'idea per un... qualcosa, ecco, chiamiamolo qualcosa.
Romanzo, racconto lungo, ancora non lo so.
L'idea mi è venuta mentre ero in bicicletta e pedalavo lungo i viali. In ogni paese esiste un personaggio "caratteristico" del posto. Il classico tipo che tutti conoscono perchè eccentrico, particolare e fuori dai canoni standard (che poi chi è che li battezza questi canoni, non lo so).
Ecco, partendo da un personaggio così e cucendoci attorno una storia che si svolge durante una festa paesana, ho iniziato a buttare giù un primo schema.
Una decina di capitoli schematizzati (compresa l'introduzione e due, non uno che qui si abbonda, epiloghi).

Poi in autunno ha bussato alla porta di casa una strana ciurma di pirati che aveva urgente bisogno di essere raccontata così il povero Gianni, si chiama così il protagonista, è stato messo nel cantuccio.

Che forse è un bene, il callo pian piano viene su e a riprenderlo in mano adesso potrei avere molte più cose da raccontare.

Ah, il titolo... giusto: "Le quattro fatiche di Girolamo Falcati detto Gianni".
Se poi siete curiosi rispolvero la prima introduzione ;)
Kriash - Alen

Avatar utente
nonnaV.
Pirata
Messaggi: 647
Iscritto il: 13/11/2013, 17:37
Pirata o Piratessa: F
Località: Lazio
Contatta: Sito web

Re: Le quattro fatiche di Kriash

07/05/2014, 15:09

Nasco "paesana" e le storie locali mi piacciono. Vai, ti leggo (e zac ) volentieri!
"Sii quello che vorresti sembrare" (Carrol
Sei (hai) una nonna? Vieni (accompagnala) nel mio blog!

Avatar utente
Kriash
Pirata vincitore
Pirata vincitore
Messaggi: 849
Iscritto il: 11/04/2013, 11:38
Pirata o Piratessa: M
Località: Crevalcore (BO)

Re: Le quattro fatiche di Kriash

07/05/2014, 16:41

Ok, ecco l'inizio di tutto.
È mooooolto grezzo, eh. C'è un sacco da lavorare...
Ma dopo giugno mi ci rimetto sotto che questo sassolino me lo voglio proprio togliere. o!

Kriash - Alen

Avatar utente
Black Bart
Capitano
Messaggi: 7135
Iscritto il: 15/02/2011, 13:45
Pirata o Piratessa: M
Località: Bologna
Contatta: Sito web Facebook

Re: Le quattro fatiche di Kriash

07/05/2014, 16:48

L'intro mi è piaciuta molto, la fatica sarà mantenere quella voce per un intero romanzo!
(tu però sei bravo sai, ce la potresti anche fare!)
Siamo sporchi, bastardi e cattivi... Siamo Pirati.

Avatar utente
nonnaV.
Pirata
Messaggi: 647
Iscritto il: 13/11/2013, 17:37
Pirata o Piratessa: F
Località: Lazio
Contatta: Sito web

Re: Le quattro fatiche di Kriash

07/05/2014, 17:42

In verità mi aspettavo rimanessi nel folklore del borgo, non gli alieni... Vediamo come te la cavi. C'è parecchio da sistemare, ma il taglio è simpatico e la scrittura gradevole. Così al volo trovo un cambio improprio di pov a fine introduzione e Gianni mi sembra un po' troppo "sveglio" e introspettivo per la parte.
"Sii quello che vorresti sembrare" (Carrol
Sei (hai) una nonna? Vieni (accompagnala) nel mio blog!

Avatar utente
Kriash
Pirata vincitore
Pirata vincitore
Messaggi: 849
Iscritto il: 11/04/2013, 11:38
Pirata o Piratessa: M
Località: Crevalcore (BO)

Re: Le quattro fatiche di Kriash

08/05/2014, 9:04

Grazie Capitano e grazie nonnaV.!

NonnaV. , sì c'è un sacco da sistemare, infatti quella era la prima stesura dell'estate scorsa rimasta lì a prendere polvere.
Sul cambio di pov non me ne sono accorto e non riesco a capire dove intendi. Per gli alieni, beh, riserveranno delle sorprese ma sicuramente non porteranno via nessun folklore. D'altra parte la composizione della festa è già stata accennata e l'ambientazione rimarrà proprio quella.
Ultima cosa: Gianni. Vero, è abbastanza sveglio ma se ci fai caso questo suo comportamento è "dentro di lui". Fuori è un pelo differente. Poi, ti posso assicurare, che personaggi del genere sono molto più svegli di quanto realmente si creda.

Comunque, davvero grazie... i vostri suggerimenti mi sono utilissimi per correggere il tiro in corso d'opera e farmi un'idea di cosa può funzionare e cosa no. o!
Kriash - Alen

Avatar utente
MasMas
Pirata
Messaggi: 10186
Iscritto il: 18/06/2011, 21:30
Pirata o Piratessa: M
Località: Imola
Contatta: Sito web Facebook Google+

Re: Le quattro fatiche di Kriash

08/05/2014, 12:35

Divertente, sì. Mi ha lasciato un po' stranito il dialogo con gli alieni. O melgio il palato dell'alieno. Non so perchè Forse un po' troppo umano? ma perchè gli alieni non possono parlare come umani' forse infatti è un trip mio...
Da vicino nessuno è nOrMaLe
La vita è una corsa, e io sto cercando una panchina
Una risata vi seppellirà

Avatar utente
Kriash
Pirata vincitore
Pirata vincitore
Messaggi: 849
Iscritto il: 11/04/2013, 11:38
Pirata o Piratessa: M
Località: Crevalcore (BO)

Re: Le quattro fatiche di Kriash

08/05/2014, 21:25

Anche a quello ho una spiegazione :)
... e comunque, non lo sai? Ogni alieno che si rispetti, al momento dell'invasione, vengono muniti di un traduttore simultaneo che modifica anche il loro linguaggio :P

(che non è questa la spiegazione, eh!?)
Kriash - Alen

Avatar utente
nonnaV.
Pirata
Messaggi: 647
Iscritto il: 13/11/2013, 17:37
Pirata o Piratessa: F
Località: Lazio
Contatta: Sito web

Re: Le quattro fatiche di Kriash

08/05/2014, 21:25

Sorry, avevo letto male :oops: . E' Gianni che parla di sè in terza persona.
"Sii quello che vorresti sembrare" (Carrol
Sei (hai) una nonna? Vieni (accompagnala) nel mio blog!

Avatar utente
Ria
Pirata
Messaggi: 526
Iscritto il: 16/11/2012, 14:09
Pirata o Piratessa: F

Re: Le quattro fatiche di Kriash

11/05/2014, 15:58

Siccome la gente di paese, specie in quelli piccoli e dispersi nelle foreste, vede i turisti quasi sempre con un tocco leggerissimamente xenofobo, mi è venuta in mente un'idea che potresti usare: gli alieni con cui parla Gianni (visto che racconta l'evento sotto il suo punto di vista) sono in realtà dei cittadini stranieri. Li racconta come alieni perché hanno usi e costumi di un ambiente più avenieristico (tecnologie, auto sportive, ecc...), più colorato (razze miste), più ricco di diversità (drag queen, etero, bisex, omosessuali), con tanti rischi (droga, latte a lunga conservazione, posti auto, ecc...) e tutte quelle cose mondane di cui tutte le nonne mettono in guardia i loro nipotini.
Senza cancellare l'idea del disco volante, semplicemente aggiungere dettagli che conducano il lettore, sulla lunga scadenza, a capire che in realtà si tratta di gente magari ricca, con un'automobile enorme e piena di luci. Gli alieni potresti descriverli vestiti di abiti colorati o completamente neri (e pian piano lasci capire che si tratta di uno stile esistente come può essere il Punk, il Goth o altro...).
'Io scrivo perché se no sclero' Caparezza

Torna a “Diario di scrittura”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite