Avatar utente
paolino66
Nostromo
Messaggi: 742
Iscritto il: 19/01/2013, 7:08
Pirata o Piratessa: M

Il Signor Bovary - Paolo Zardi

10/09/2014, 12:24

Titolo: Il signor Bovarì
Autore: Paolo Zardi
Editore: Intermezzi
Uscita: Maggio 2014
Formato: epub
Prezzo: 3 Euro


Immagine


Qui trovate la quarta di copertina e altre informazioni su libro e autore:
http://www.intermezzieditore.it/80mila/



Alla prima lettura delle prime pagine de Il Signor Bovary, sono stato quasi infastidito dai tanti dettagli. C’è proprio bisogno di descrivere il protagonista così (è un estratto, il paragrafo è lungo il triplo): “La domenica barbecue con i genitori, una volta quelli di lei, una volta quelli di lui. Altalena in giardino. Televisore da cinquantadue pollici in salotto, da quaranta in camera, da ventidue in cucina. Abbonamento a Sky Gold. Raggio della doccia: quaranta centimetri. Cantina con una mediocre ma pacchiana scelta di vini.”?

Sì – mi sono risposto dopo un paio di capitoli. Alla faccia di chi consiglia di evitarli (i dettagli) per non appesantire la scrittura. Ah, questi dispensatori di ricette per la buona scrittura creativa! Sono convinti che i dettagli non servano altro che per stuccare e decorare. Il Signor Bovary mi sembra invece la dimostrazione che i dettagli possono agire da muri portanti. Potrei quasi dire che la storia è tutta già narrata nelle piccole cose che i protagonisti si ritrovano intorno, qualunque cosa facciano.

La storia intesa in senso classico (i personaggi e le loro piroette), comunque c’è: un funzionario di banca in carriera “si fa l’amante” (e già questo modo di definire la faccenda, che compare alla prima riga del testo, la dice lunga) e dopo mesi di follie va in rovina. La scelta della voce narrante è felicissima: come lei stessa confessa nell’ultima pagina, non sa o non ricorda chi sia. Un fatto perfettamente coerente con la ricerca spasmodica del dettaglio: è il narratore stesso che per potersi definire e determinare, li esige.

Che dire del titolo? Ammetto la mia ignoranza: ho letto Madame Bovary di Flaubert cinque o sei vite fa (ai tempi del liceo, figuratevi un po’) e non ricordo abbastanza per poter mettere a confronto Emma e il nostro Monsieur. Emma voleva sfuggire alla noiosa vita di provincia realizzando le fantasie dei romanzi d’appendice. Il nostro, invece, sembra molto ben inserito nel suo contesto quotidiano. La sua amante era sì “una donna un po’ ordinaria che lavava il pavimento della sua filiale, e nient’altro che questo”, ma qualcosa è in agguato: “Cinque mesi dopo, mentre lei gli pisciava in faccia nella vasca da bagno matrimoniale di un motel, lui, da là sotto, pregava che quell’amore durasse per sempre.” Quale che sia il retroterra sociopsicoeconomico, l’amore lo trascina nell’imbuto della tragedia.

Per riassumere: questo è uno splendido racconto lungo da prescrivere in dosi massicce come rimineralizzante per sfibrati lettori di manuali di scrittura creativa.


Stile: <o> <o> <o> <o> <o>
Contenuto: <o> <o> <o> <o>
Voto generale: <o> <o> <o> <o> <o>


Paolino

Avatar utente
Black Bart
Capitano
Messaggi: 7135
Iscritto il: 15/02/2011, 13:45
Pirata o Piratessa: M
Località: Bologna
Contatta: Sito web Facebook

Re: Il Signor Bovary - Paolo Zardi

10/09/2014, 13:37

Bellissima recensione; Paolo Zardi è senza dubbio uno degli scrittori di ultima generazione più interessanti!
Bravo a entrambi i Paolo allora!
:D
Siamo sporchi, bastardi e cattivi... Siamo Pirati.

Avatar utente
Elisa
Nostromo
Messaggi: 1536
Iscritto il: 28/07/2011, 18:50
Pirata o Piratessa: F

Re: Il Signor Bovary - Paolo Zardi

10/09/2014, 20:31

esiste solo la versione epub?
Un pensiero è ciò che manca a una banalità per essere un pensiero (Kraus)

Avatar utente
paolino66
Nostromo
Messaggi: 742
Iscritto il: 19/01/2013, 7:08
Pirata o Piratessa: M

Re: Il Signor Bovary - Paolo Zardi

11/09/2014, 5:05

Stando al sito di Intermezzi, sì: la collana Ottantamila, dedicata alla narrativa breve, è in e-book.

Paolino
Io stimo più il trovar un vero, benché di cosa leggiera, che 'l disputar lungamente delle massime questioni senza conseguir verità nissuna.

(G. Galilei)

Avatar utente
Elisa
Nostromo
Messaggi: 1536
Iscritto il: 28/07/2011, 18:50
Pirata o Piratessa: F

Re: Il Signor Bovary - Paolo Zardi

11/09/2014, 9:40

peccato...a ne Zardi piace molto, ma non avendo un tablet l'ebook è un po' scomodo...vado controcorrente lo so, grazie paolino
Un pensiero è ciò che manca a una banalità per essere un pensiero (Kraus)

Avatar utente
MasMas
Pirata
Messaggi: 10171
Iscritto il: 18/06/2011, 21:30
Pirata o Piratessa: M
Località: Imola
Contatta: Sito web Facebook Google+

Re: Il Signor Bovary - Paolo Zardi

11/09/2014, 10:36

Son piuttosto brevi, non so quante pagine verrebbero con ottantamila caratteri... forse non sarebbe gran che commerciale stamparli.
Da vicino nessuno è nOrMaLe
La vita è una corsa, e io sto cercando una panchina
Una risata vi seppellirà

Avatar utente
paolino66
Nostromo
Messaggi: 742
Iscritto il: 19/01/2013, 7:08
Pirata o Piratessa: M

Re: Il Signor Bovary - Paolo Zardi

16/09/2014, 9:52

Ehi, ho sbagliato! Dalle altre recensioni vedo che il massimo voto sono 5 pesci, non 4: me n'ero dimenticato. E chiedo scusa a Paolo Z. per l'involontaria sottostima.

Il mio voto per Il Signor Bovary è questo:

Stile: <o> <o> <o> <o> <o>
Contenuto: <o> <o> <o> <o>
Voto generale: <o> <o> <o> <o> <o>


Paolino
Io stimo più il trovar un vero, benché di cosa leggiera, che 'l disputar lungamente delle massime questioni senza conseguir verità nissuna.

(G. Galilei)

orGana vaGante
Messaggi: 1
Iscritto il: 16/09/2014, 14:16
Pirata o Piratessa: F

Re: Il Signor Bovary - Paolo Zardi

16/09/2014, 14:41

una di quelle sincere recensioni da "comune mortale" :D libro "curioso", un buon consiglio di lettura!

Torna a “la Redazione di Pescepirata”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite