Caterina Pavan
Pirata
Messaggi: 8
Iscritto il: 14/05/2013, 9:35
Pirata o Piratessa: F

Caro scrittore in erba di Gianluca Mercadante - Las Vegas Ed

30/03/2014, 22:03

Immagine

Titolo: Caro scrittore in erba...
Autore: Gianluca Mercadante
Editore:Las Vegas edizioni
Collana: i jolly
Pagine: 140
Uscita: dicembre 2013
Isbn: 978-88-95744-75-9
Prezzo: € 10

Stile: <o> <o> <o> <o>
Contenuto: <o> <o> <o> <o>
Voto generale: <o> <o> <o> <o>

“Caro scrittore in erba” ripercorre il cammino faticoso e insidioso dello scrittore esordiente a partire dal racconto delle peripezie editoriali dell'Autore.
Mercadante sostiene che sia tutto vero e non c'è motivo per non fidarsi:
“Caro Scrittore in Erba, prima che me lo chieda tu, te lo confesso io: non mi sono inventato quasi niente. Ci ho messo un po’ di mestiere, questo sì, in modo tale che singoli episodi del percorso da me intrapreso potessero diventare i capitoli di un libro, efficienti sotto un profilo tecnico, di estetica della scrittura, di economia narrativa, ma nient’altro. Tutta roba vera, autentica, compresa parte dell’ultima telefonata, ti pare?, altrimenti non saremmo qui, tu a leggere e io a scrivere” (dalla postfazione).

Chi ha già pubblicato (o tentato di pubblicare) un proprio testo, che sia un racconto in un'antologia o il primo romanzo, in queste pagine può trovare rispecchiamento e sperare che l'arduo percorso che sta affrontando possa condurre a un esito positivo. Chi immagina il mestiere di scrittore o scrittrice come un soffice tuffo nella fama e nella ricchezza, invece, ha sbagliato libro.
Non è un testo incoraggiante, infatti. È una descrizione amara di quella che si potrebbe chiamare “gavetta”. L'Autore stempera questa amarezza in una dose massiccia di ironia, che, in particolare nelle prime pagine, può risultare a tratti eccessiva.
In maniera spietata e autoironica Mercadante sottolinea soprattutto i segnali di pericolo a cui un esordiente dovrebbe prestare la massima attenzione: dall'editoria a pagamento alle deprimenti presentazioni nei bar dei centri commerciali, dall'iniquo compenso offerto da editori scorretti al difficile rapporto con gli agenti letterari, dalla necessità di trovare un impiego che consenta la sopravvivenza (collaborazione con riviste di settore, nel caso dell'Autore) alle difficoltà nel trovare serie librerie indipendenti per poter presentare i propri romanzi.
L'Autore non illude, semmai disillude. Non consiglia strategie vincenti, semmai invita a non mollare nonostante i flop.
“Uno scrittore, un vero scrittore, bada soltanto a scrivere. Quando termina un libro, un vero scrittore già pensa a scriverne un successivo, indipendentemente dalle proiezioni dei vostri uffici marketing, indipendentemente dall’essere stato pubblicato o meno.” (Pag. 94)

Avatar utente
Florelle
Pirata
Messaggi: 204
Iscritto il: 10/01/2013, 14:39
Pirata o Piratessa: F

Re: Caro scrittore in erba di Gianluca Mercadante - Las Vega

31/03/2014, 11:18

Bella recensione, Caterina! Mi hai incuriosito :)

Avatar utente
barbara78e
Pirata
Messaggi: 2690
Iscritto il: 22/02/2012, 14:09
Pirata o Piratessa: F
Contatta: Sito web

Re: Caro scrittore in erba di Gianluca Mercadante - Las Vega

22/05/2014, 9:27

...in cosa può sperare il raccolto se non nella cura del mietitore?

Torna a “la Redazione di Pescepirata”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite