Avatar utente
yukie
Pirata vincitore
Pirata vincitore
Messaggi: 1624
Iscritto il: 28/04/2011, 18:03
Pirata o Piratessa: F

Bambini ed ecologia: intervista a Laura Novello

20/07/2013, 15:31

Tra le Case Editrici che si occupano di letteratura per l’infanzia, la Sassi Junior http://www.sassijunior.com/Sassi_Junior_ITA.html si distingue per la sua attenzione verso l’ecologia: libri in cartone avana stampato a colori, inchiostri ecologici, uso di carta riciclata o certificata ne fanno sinonimo di eco-sostenibilità. Naturalmente, anche il contenuto dei libri proposti affronta tematiche ambientali, ma in modo divertente e creativo, essendo rivolto a un pubblico di giovanissimi.

Tra i libri pubblicati da questa Casa Editrice c’è la splendida collana “Nina e Nello”, dedicata a un pubblico dai 3 anni in su. Si tratta di una serie di libretti, scritti da Laura Novello e illustrati da Matteo Gaule, nei quali i due protagonisti vivono avventure legate alla natura, imparando (e insegnando) il modo giusto di amarla e rispettarla. Ogni libro contiene una scheda di approfondimento sugli argomenti affrontati e la proposta di un’attività, che può essere una ricetta, un esperimento, un lavoretto, che trasforma il piccolo lettore da fruitore passivo a protagonista attivo.
nina-e-nello-evviva-il-riciclo-libro_54523.jpg
nina-e-nello-evviva-il-riciclo-libro_54523.jpg (27.12 KiB) Visto 1169 volte

Approfitto della disponibilità dell’autrice per farle alcune domande.

Laura, pensi che i bambini siano più recettivi degli adulti su temi come ecologia e riciclo?
Io credo di sì. Per i bambini ogni cosa nuova è entusiasmante se presentata nel modo giusto; negli adulti la difficoltà è vincere la resistenza al cambiamento.

Tra i temi che hai affrontato nei tuoi libri, quale ha ottenuto più riscontro?
Forse, il rispetto e la salvaguardia della natura. I libri che sono stati più venduti sono: “Il bosco” che spiega di non abbandonare i rifiuti nella natura perché inquinano e possono diventare un grave pericolo per gli animali. “Evviva il riciclo!” dove una fatina spiega a Nina e Nello il segreto per fare scomparire l’inquinamento dal mondo. Ottimi risultati anche per la cucina biologica con: “L’orticello” che racconta di Nina e Nello che aiutano nonno Nino a coltivare le verdure nel suo orto biologico e “La pizza” dove Nina e Nello si divertono a preparare la pizza con farina bio e le verdure dell’orticello.
nina-e-nello-la-pizza-libro_54524.jpg
nina-e-nello-la-pizza-libro_54524.jpg (27.56 KiB) Visto 1169 volte

I tuoi libri sono in versi. Trovi che la rima sia più adatta a un pubblico prescolare, che attiri di più l’attenzione sul testo e quindi sul messaggio?
Sì, l’idea era quella. Non che per un pubblico prescolare il testo in rima sia più adatto rispetto a quello in prosa, vanno bene entrambi. In questo caso mi era stato richiesto un testo breve. I tentativi che avevo fatto in prosa non mi davano soddisfazione mentre la rima mi è venuta naturale e mi è sembrata più divertente.

Pensi che un libro per bambini debba sempre contenere un insegnamento? È più importante la storia o il messaggio?
Secondo me, il libro per bambini dovrebbe soddisfare prima di tutto il piacere di leggere e quindi vanno benissimo anche i libri di intrattenimento puro. Vanno altrettanto bene quelli che trasmettono messaggi positivi purché non lo facciano in modo impositivo, perché nel leggere è importante sentirsi liberi. Molte volte è meglio offrire uno spunto, piuttosto che dare la soluzione finale perché se è il lettore a trovarla, è una conquista che non dimentica più.
Riguardo a che cos’è più importante, la storia o il messaggio, io direi che vince l’equilibrio tra l’una e l’altro.
nina-e-nello-l-orticello_39547.jpg
nina-e-nello-l-orticello_39547.jpg (33.81 KiB) Visto 1169 volte

Come è nata la tua collaborazione con la Sassi Junior?
Conoscevo Luca Sassi, il titolare, per i suoi libri fotografici e lui conosceva me per le mie pubblicazioni per i bambini; quando ha deciso di entrare nel settore dell’editoria per l’infanzia, con l’idea di un progetto ecologico a tutto tondo, mi ha contattato per chiedermi se volevo partecipare e cosa ne pensavo. Ne sono stata entusiasta, perché sono argomenti che sento molto e sperimento di persona in casa e in famiglia. Sei libri corrispondono a temi suggeriti da me, due sono stati proposti da lui.

Ringrazio Laura Novello per l’intervista e le faccio tantissimi auguri per i suoi futuri progetti. o!

Avatar utente
barbara78e
Pirata
Messaggi: 2689
Iscritto il: 22/02/2012, 14:09
Pirata o Piratessa: F
Contatta: Sito web

Re: Bambini ed ecologia: intervista a Laura Novello

20/07/2013, 16:30

_| _| _|

Yukie: <3
...in cosa può sperare il raccolto se non nella cura del mietitore?

Avatar utente
MasMas
Capitano
Messaggi: 9881
Iscritto il: 18/06/2011, 21:30
Pirata o Piratessa: M
Località: Imola
Contatta: Sito web Facebook Google+

Re: Bambini ed ecologia: intervista a Laura Novello

21/07/2013, 8:42

Molto bella l'intervista e molto bella l'iniziativa.
Condivido appieno la teoria che i bambini a quell'età imparano per imitazione, non tramite insegnamento, quindi proporre situazioni che li portino a conquistare una loro posizione.
Da vicino nessuno è nOrMaLe
La vita è una corsa, e io sto cercando una panchina
Una risata vi seppellirà

Giuseppe Novellino
Veterano vincitore
Veterano vincitore
Messaggi: 1715
Iscritto il: 07/08/2011, 11:55
Pirata o Piratessa: M

Re: Bambini ed ecologia: intervista a Laura Novello

21/07/2013, 11:33

Intervista interessante e lodevole iniziativa della casa editrice. Sì, i bamnbini sono sensibili a questo tema, come del resto sono sensibili a tutto. Se noi battessimo questo tasto con una certa costanza, potremmo preparare una generazione finalmente pronta al cambiamento degli stili di vita.

Avatar utente
Anne Bonny
Capitano
Messaggi: 2770
Iscritto il: 15/02/2011, 12:26
Pirata o Piratessa: F
Località: Un'Isola Compresa

Re: Bambini ed ecologia: intervista a Laura Novello

22/07/2013, 9:23

bellissima _|
questo punto poi <3
Pensi che un libro per bambini debba sempre contenere un insegnamento? È più importante la storia o il messaggio?
Secondo me, il libro per bambini dovrebbe soddisfare prima di tutto il piacere di leggere e quindi vanno benissimo anche i libri di intrattenimento puro. Vanno altrettanto bene quelli che trasmettono messaggi positivi purché non lo facciano in modo impositivo, perché nel leggere è importante sentirsi liberi. Molte volte è meglio offrire uno spunto, piuttosto che dare la soluzione finale perché se è il lettore a trovarla, è una conquista che non dimentica più.
Riguardo a che cos’è più importante, la storia o il messaggio, io direi che vince l’equilibrio tra l’una e l’altro.

bravissime yukie, laura e nina e nello
Quando mangio, bevo acqua. Quando bevo, bevo vino!
(Un Alpino)

Torna a “PescePiratA Kids”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite