Avatar utente
apenapi
Pirata
Messaggi: 405
Iscritto il: 15/05/2014, 19:50
Pirata o Piratessa: M
Località: Romagnano Sesia

Parole, paroloni e parolacce

15/11/2014, 14:11

Amo, quando leggo, incontrare parole difficili o, per dirla alla Eco, lemmi desueti.
Vargas Llosa ne usa parecchi, Severgnini invece sostiene che sono come le parolacce: è bene conoscerle ma non usarle.
Io, che certamente non sto tra i due (sob :( ) vivo secondo la vecchia regole del: "Quando ce vo', ce vo'!"
In fondo se termini come neghittoso, ciclotimia, oligofrenico (che bell'insulto! :lol: ) non potessimo usarli per timore del solito commento stile: "Parla come mangi", i romanzi sarebbero farciti di casa, mamma, cacca, mucca, pappa, bua e chi più ne ha più ne metta.
L'importante è che il lettore non debba scomodarsi a prendere il dizionario ad ogni pagina ma se, per timor di critica, rovinassimo un dialogo o lo stile addirittura del testo, non renderemmo un buon servizio a chi ci legge.
Cioè, io secondo me penso così.
Sono perfetto ma mi sto curando.
...ed attraverso il gioco l'animo nostro nudo si rivela

Avatar utente
MasMas
Capitano
Messaggi: 10028
Iscritto il: 18/06/2011, 21:30
Pirata o Piratessa: M
Località: Imola
Contatta: Sito web Facebook Google+

Re: Parole, paroloni e parolacce

15/11/2014, 19:04

Guarda, proprio oggi ho risposto a nonnav in un suo racconto dove ha usato un termine che non conosco (madro... mintro... boh).
Credo non sia mai un errore quanto un rischio. E i rischi che puoi correre sono di varia natura.
Intanto che una fetta più o meno ampia di lettori non capisca una fetta più o meno ampia del testo (e qui l'entità di quanti punti perdi dipende dall'entità delle due fette).
Poi c'è il rischio di apparire saccenti o autocelebrativi. Guarda che parole che so. Perché fai sorgere la domanda: perché usi questo termine? È l'unico adatto? È il più giusto o ce ne sarebbe un'altro? E qui quanto rischi dipende anche da come la metti, c'è modo e modo.
Per contro ci sarà una fetta di gente cui il tuo termine piacerà.
Insomma la vedo una questione di fette. Dovresti essere avvantaggiato in questo. :)
Da vicino nessuno è nOrMaLe
La vita è una corsa, e io sto cercando una panchina
Una risata vi seppellirà

Avatar utente
apenapi
Pirata
Messaggi: 405
Iscritto il: 15/05/2014, 19:50
Pirata o Piratessa: M
Località: Romagnano Sesia

Re: Parole, paroloni e parolacce

15/11/2014, 22:03

Non so, mi è rimasta solo una fetta di cervello :lol:
Credo sia difficile trovare una formula in tal senso. Io mi attengo all'istinto e non mi faccio troppe paturnie. D'altronde qualche termine che per me può sembrare normale per un altro è inconsueto.
Vi è anche il caso, cito uno dei racconti di Fattore Pesce, in cui un termine mi è parso indispensabile. cito: ...decisamente bella, ma nonostante questo, era stata l’eterocromia dei suoi occhi a eccitarlo.
L'ho scritto così: ...decisamente bella, ma nonostante questo, era stato il colore diverso dei suoi occhi a eccitarlo.
E poi così: ...decisamente bella, ma nonostante questo, erano stati i suoi occhi, uno azzurro e l'altro verde a eccitarlo.

Nel primo caso non mi suonava bene. Forse "diverso dei" mi dà fastidio.
Nel secondo, invece, non trovavo due colori che mi piacessero. Azzurro e verde mi sembrano cliché e degli altri colori non amavo la combinazione.Ho fatto bene a enuclearla (se hai visto Criminal Minds sai che significa).
Inoltre dovevo star dentro il limite delle parole

Ad ogni modo ho preso questo esempio perché BB e Kriash, a riguardo, hanno due opinioni discordi. Chi ha ragione? Per me ha ragione quello che mi offre più rhum, il resto è aria fritta.
Cazzo! :twisted: :twisted: :twisted:
Sono perfetto ma mi sto curando.
...ed attraverso il gioco l'animo nostro nudo si rivela

Avatar utente
nonnaV.
Pirata
Messaggi: 647
Iscritto il: 13/11/2013, 17:37
Pirata o Piratessa: F
Località: Lazio
Contatta: Sito web

Re: Parole, paroloni e parolacce

16/11/2014, 18:58

Eterocromia è il termine giusto e l'ho trovato anche in un romanzo. Certo che Lo fissò con gli splendidi occhi eterocromi (o eterocromatici?) lascia un attimo spiazzati. Molto dipende da quale "lettore ideale" abbiamo in mente, ma penso che l'autore debba sentirsi libero di esprimere il retroterra suo proprio :P .
"Sii quello che vorresti sembrare" (Carrol
Sei (hai) una nonna? Vieni (accompagnala) nel mio blog!

Avatar utente
bruno
Pirata
Messaggi: 732
Iscritto il: 13/03/2011, 18:06

Re: Parole, paroloni e parolacce

03/12/2014, 19:05

consideriamo anche la pigrizia... ho attribuito significati assurdi a certi termini solo perché non avevo voglia di sollevare e sfogliare il Devoto-Oli in DUE volumi che mi trascino dietro da tanti anni
adesso si fa tutto con un click e ci sono meno scuse

esempi? i termini citati da nonnaV potrebbero essere interpretati così:

ciclotimia: timore ingiustificato delle biciclette
eterocromia: rapporti sessuali tra individui con pelle di colori diversi
oligofrenico: relativo alla lubrificazione degli apparati di arresto dei veicoli
neghittoso: rifiuto categorico di indossare ghette
Pensare è un verbo intransitivo, comunicare è un verbo intransigente

Avatar utente
apenapi
Pirata
Messaggi: 405
Iscritto il: 15/05/2014, 19:50
Pirata o Piratessa: M
Località: Romagnano Sesia

Re: Parole, paroloni e parolacce

03/12/2014, 21:28

:lol: :lol: :lol: Sei un mito!
Sono perfetto ma mi sto curando.
...ed attraverso il gioco l'animo nostro nudo si rivela

Avatar utente
MasMas
Capitano
Messaggi: 10028
Iscritto il: 18/06/2011, 21:30
Pirata o Piratessa: M
Località: Imola
Contatta: Sito web Facebook Google+

Re: Parole, paroloni e parolacce

03/12/2014, 21:59

Neghittoso è bellissimo! :lol:
Da vicino nessuno è nOrMaLe
La vita è una corsa, e io sto cercando una panchina
Una risata vi seppellirà

Zero
Pirata
Messaggi: 38
Iscritto il: 18/11/2017, 6:49
Pirata o Piratessa: F

Re: Parole, paroloni e parolacce

23/11/2017, 22:44

Nei dialoghi, credo sia meglio evitare terminologie particolari.
Io non direi mai, in un litigio "Mi sono proprio stufata di te, sempre sul divano a fare un nulla! Adesso basta,ti lascio! Buona vita, neghittoso."
:mrgreen:
Comunque, approposito di questo, ma sul forum si possono postare racconti con delle parolacce? O si devono censurare?

Avatar utente
ArtiXmi
Pirata vincitore
Pirata vincitore
Messaggi: 470
Iscritto il: 26/10/2016, 22:23
Pirata o Piratessa: M
Località: La città un pò stretta
Contatta: Facebook

Re: Parole, paroloni e parolacce

24/11/2017, 0:14

Mi capita di usare termini volgari. Solo perché sento la necessità di utilizzarle. Inserite in flussi di pensiero o nel parlato.
Non credo la gente si scandalizzi .
E che cazzo!
Ops...
Il Mozzo.
https://www.facebook.com/ArtiXmi
Comunque, senza il lupo non esisterebbe nessuna fiaba

Avatar utente
Geara Tsuliwaënsis
Nostromo
Messaggi: 1012
Iscritto il: 11/06/2012, 15:05
Pirata o Piratessa: F
Località: Nùgoro
Contatta: Sito web Facebook

Re: Parole, paroloni e parolacce

24/11/2017, 1:16

Zero ha scritto:Comunque, approposito di questo, ma sul forum si possono postare racconti con delle parolacce? O si devono censurare?


Certo che ci possono stare le parolacce, nei racconti però o nelle ciarle in taverna. :D
L'importante è che non siano insulti rivolti a membri del forum, altrimenti poi ci costringete a tirare fuori fruste, corde, alabarde e altre cosine.
Si has perdido el rumbo escúchame, llegar a la meta no es vencer, lo importante es el camino y en él, caer, levantarse, insistir, aprender.
La posada de los muertos - Mägo de Oz

Torna a “AREA DIDATTICA”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite