Avatar utente
log2ins
Pirata
Messaggi: 195
Iscritto il: 12/07/2012, 16:18
Pirata o Piratessa: M
Località: Bari

Ancora sui PdV

16/04/2013, 13:07

Ragazzi, scusate, ma ho ancora un dubbio sul punto di vista della narrazione.
Se uso la terza persona soggettiva, quindi il punto di vista di un personaggio, è corretto descrivere qualcosa che il personaggio non può vedere?

Ad esempio, vi riporto uno stralcio:

Sarà un'altra notte afosa, fu l'ultimo pensiero che le venne in mente un attimo prima di addormentarsi di colpo.
Il profilo del fondoschiena semicoperto dalla maglietta s'intravvedeva appena alla luce bluastra emessa dal monitor del computer, che si spense dopo pochi attimi.


Qui la protagonista si addormenta, quindi è lecita l'ultima frase in cui parlo del profilo del suo fondoschiena e del computer che si spegne?

Da quando ho scoperto i PdV sono sempre più confuso :?
I did it for the lulz (Anonymous)

gazza998
Pirata
Messaggi: 1812
Iscritto il: 31/08/2011, 10:44
Pirata o Piratessa: M
Contatta: Sito web

Re: Ancora sui PdV

16/04/2013, 14:42

più che altro dalla frase non sembra un pdv soggettivo, ma un narratore esterno. Poi puoi sempre mettere i suoi pensieri, come hai fatto, ma ti consiglio di non abusarne perché perde in incisività la narrazione.
http://www.facebook.com/NordestFarwest

Avatar utente
paolino66
Nostromo
Messaggi: 641
Iscritto il: 19/01/2013, 7:08
Pirata o Piratessa: M

Re: Ancora sui PdV

16/04/2013, 15:27

Ciao,

premetto che su questo argomento, anch'io a volte mi confondo...

Se il PdV è quello della donna, l'esempio mi sembra sbagliato. La donna si addormenta e da quel momento non ha più una coscienza.

Domanda: per quanto accattivante sia l'immagine, è proprio necessario sapere che il fondoschiena della donna è semicoperto da una maglietta? Se sì, ti basta anticipare quella frase, e far sì che sia la donna a vedersi, p.es. da uno specchio sulla parete o su un armadio, e all'ultima luce del monitor.

Paolino
Io stimo più il trovar un vero, benché di cosa leggiera, che 'l disputar lungamente delle massime questioni senza conseguir verità nissuna.

(G. Galilei)

Avatar utente
log2ins
Pirata
Messaggi: 195
Iscritto il: 12/07/2012, 16:18
Pirata o Piratessa: M
Località: Bari

Re: Ancora sui PdV

16/04/2013, 16:03

Grazie a entrambi.

Più che altro è importante il dettaglio che il computer si spegne appena la ragazza si addormenta.
I did it for the lulz (Anonymous)

Avatar utente
paolino66
Nostromo
Messaggi: 641
Iscritto il: 19/01/2013, 7:08
Pirata o Piratessa: M

Re: Ancora sui PdV

17/04/2013, 4:57

log2ins ha scritto:Più che altro è importante il dettaglio che il computer si spegne appena la ragazza si addormenta.


Allora è più semplice, anche se la ragazza non può sapere che il computer si è spento dopo che si è addormentata, se il PdV è il suo. Lei deve rendersene conto, quindi puoi p.es. farli addormentare insieme. Se per lei il computer spento è un problema, diventa più complicato: potrà addormentarsi tranquilla se sa che il computer si è spento?

Escono fuori un sacco di cose subdole...


Paolino
Io stimo più il trovar un vero, benché di cosa leggiera, che 'l disputar lungamente delle massime questioni senza conseguir verità nissuna.

(G. Galilei)

Avatar utente
log2ins
Pirata
Messaggi: 195
Iscritto il: 12/07/2012, 16:18
Pirata o Piratessa: M
Località: Bari

Re: Ancora sui PdV

18/04/2013, 9:38

Okay, ma per me è importante che il computer si spenga quando la ragazza si è già addormentata in modo che al lettore cominci a venire il sospetto che qualcuno la stia spiando dalla webcam.

Questa è la scena incriminata:

A Giulia bruciavano gli occhi per la stanchezza. L’orologio del computer segnava l’una esatta; aveva fatto le ore piccole come al solito.
Più piccola di così, sorrise a quel pensiero.
Le piaceva chattare fino a tardi con gli amici di Girl Power, ma era arrivato il momento di dare la buonanotte.
“Ragazzi, io sono stanca morta.. vado a nanna” scrisse in chat.
Mentre gli amici la salutavano le arrivò un messaggio privato: “Ti va di fare sesso in cam?”
«Che schifo» esclamò chiudendo la finestra pop-up, senza neanche rispondere.
Non spense il computer, sarebbe andato da solo in standby dopo alcuni minuti di inattività. Slacciò il reggiseno prima ancora di alzarsi dalla sedia; le dava fastidio l’elastico. Guardò i segni dell’abbronzatura. Riteneva di avere le tette troppo piccole, ma tutto sommato non era un problema per lei; non capiva come si potesse ricorrere a un intervento chirurgico per rifarsele. Un brivido la scosse al solo pensiero che un bisturi potesse sfiorarle la pelle. Si massaggiò con delicatezza.
Ma poi cosa sarà mai questo sesso virtuale?
Provò a immaginare che dall'altra parte ci fosse un ragazzo nudo, con il suo coso tra le mani, che la stesse osservando. Pensò a cosa avrebbe dovuto fare per farlo eccitare.
Guardò la webcam e con fare sensuale avvicinò la mano alla bocca muovendo indice e medio intorno alle labbra, con la lingua che si insinuava tra di esse, per poi succhiarle come se fossero unte di nutella. Quindi fece scivolare giù la mano, sfiorando la pelle morbida. Indugiò sul collo, seguì le curve del seno, disegnò dei cerchi intorno ai capezzoli; li afferrò facendoli roteare tra le dita, e poi ancora più giù, sulla pancia, mentre con l'altra mano muoveva in sincronismo la webcam fino a inquadrare le gambe. Infilò le dita sotto l'orlo degli slip e proseguì con tutta la mano, facendo dei movimenti circolari via via sempre più marcati. Rialzò la webcam puntandola ora sul viso e fece del suo meglio per immaginare quali smorfie potessero descrivere nel modo più convincente un orgasmo.
Le vennero fuori soltanto movimenti impacciati ed espressioni del tutto irreali.

«Ma che schifo!»
Con aria disgustata si alzò, sfilò gli slip, li buttò sul letto e andò a farsi una doccia.
Era contenta di avere il proprio bagno personale nella cameretta. Quello era senz’altro l’aspetto più positivo del trasloco dal piccolo appartamento di Bari alla villa di Torre a Mare. Certo era più scomodo andare in centro, e poi sentiva la mancanza di Vale, ma nella nuova casa si sentiva più libera, soprattutto quando c’era Luca con lei.
Che strano, il computer non si è ancora spento, pensò quando uscì dal bagno.
Provò a muovere il mouse per vedere se si fosse bloccato, ma funzionava tutto regolarmente.
«Va beh chissenefrega, spegniti quando vuoi.»
Lasciò cadere l'asciugamano che aveva intorno ai fianchi e s'infilò una t-shirt lunga per la notte. Spense la lampada della scrivania, quindi si buttò a peso morto sul letto.
Sarà un'altra notte afosa, fu l'ultimo pensiero che le venne in mente un attimo prima di addormentarsi.
Il profilo del fondoschiena semicoperto dalla maglietta s'intravvedeva appena alla luce bluastra emessa dal monitor del computer, che si spense dopo pochi istanti.
I did it for the lulz (Anonymous)

Avatar utente
MasMas
Capitano
Messaggi: 9892
Iscritto il: 18/06/2011, 21:30
Pirata o Piratessa: M
Località: Imola
Contatta: Sito web Facebook Google+

Re: Ancora sui PdV

18/04/2013, 11:14

Uè log... :oops:

Boh, capisco tutte le perplessità, leggittime, sul pdv. Ma qui a me tutte le idee che vengono per rispettare le regole mi paiono rovinare più che migliorare. Certo il pdv così scppa un po' fuori dalla protagonista, ma così a fine scena mi verrebbe da fare una eccezione... Bestemmio?
Da vicino nessuno è nOrMaLe
La vita è una corsa, e io sto cercando una panchina
Una risata vi seppellirà

Avatar utente
log2ins
Pirata
Messaggi: 195
Iscritto il: 12/07/2012, 16:18
Pirata o Piratessa: M
Località: Bari

Re: Ancora sui PdV

18/04/2013, 11:37

MasMas ha scritto:Uè log... :oops:

Boh, capisco tutte le perplessità, leggittime, sul pdv. Ma qui a me tutte le idee che vengono per rispettare le regole mi paiono rovinare più che migliorare. Certo il pdv così scppa un po' fuori dalla protagonista, ma così a fine scena mi verrebbe da fare una eccezione... Bestemmio?


Sei diventato rosso perché hai letto lo spoiler... :D

Comunque fino a qualche giorno fa avrei scritto di getto, fregandomene dei PdV e le altre regole, ma ora mi vengono 'sti dubbi...
I did it for the lulz (Anonymous)

Avatar utente
paolino66
Nostromo
Messaggi: 641
Iscritto il: 19/01/2013, 7:08
Pirata o Piratessa: M

Re: Ancora sui PdV

18/04/2013, 16:17

Visto che ci siamo, un paio di osservazioni:

Se vogliamo mantenere un PdV rigoroso:
Con aria disgustata si alzò,

Come fa a sapere di avere aria disgustata? Si sente disgustata, ma si vede?

Non c'entra con il PdV, ma...
Provò a muovere il mouse per vedere se si fosse bloccato,

Si è bloccato il mouse, o il computer?

Se separi con uno spazio vuoto l'ultimo periodo ("Il profilo del fondoschiena...") dal resto, il cambio di PdV diventa più comprensibile.


Paolino
Io stimo più il trovar un vero, benché di cosa leggiera, che 'l disputar lungamente delle massime questioni senza conseguir verità nissuna.

(G. Galilei)

Avatar utente
log2ins
Pirata
Messaggi: 195
Iscritto il: 12/07/2012, 16:18
Pirata o Piratessa: M
Località: Bari

Re: Ancora sui PdV

18/04/2013, 16:55

Quindi se scrivo "disgustata" al posto di "con aria disgustata" è giusto? Ammazza però... ma voi dite che i lettori si accorgono di questi dettagli? :?
I did it for the lulz (Anonymous)

Torna a “AREA DIDATTICA”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti